La mafia nigeriana controlla militarmente 9 città italiane. Ecco come agiscono

Aperto da Finnegan, 27 Gennaio 2019, 10:50:53 PM

Discussione precedente - Discussione successiva

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questa discussione.

Finnegan


LA MAFIA NIGERIANA CONTROLLA MILITARMENTE ALMENO NOVE CITTÀ ITALIANE – SECONDO ALCUNI DATI GLI AFFILIATI SONO PIÙ DI 100MILA – IL CENTRO PIÙ VIOLENTO? CASTELVOLTURNO, UN TEMPO ROCCAFORTE DEI CASALESI – I RITUALI VODOO, UN FIUME DI SOLDI DAI PHONE CENTER E DAGLI ALIMENTARI, LE DONNE CHE GESTISCONO LA PROSTITUZIONE: ECCO COME AGISCONO

Marco Gregoretti per il settimanale "VOI"

Benvenuti nel tragico mondo della Mafia nigeriana. Nelle sue, feroci, capillari, disumane e incontrastate mani ci sono il traffico di droga, il mercato della prostituzione, anche minorile, le truffe informatiche, la tratta di esseri umani e, confermato recentemente da una serie di riscontri dell'Fbi, il traffico di organi umani.

Il centro operativo più violento è a Castelvolturno, in provincia di Caserta, un tempo roccaforte dei Casalesi, dove il governo ha deciso di inviare 200 soldati.  Un anno fa il Servizio centrale operativo della Polizia (Sco) ha deciso di istituire una task force interamente dedicata alle cosiddette mafie etniche. «Dal 2017», confermano al ministero degli Interni «la Mafia nigeriana è una priorità assoluta». Allarme confermato anche dai diversi rapporti sullo stato della criminalità in Italia.

E da Austine Johnbull, conosciuto negli ambienti malavitosi come Ewosa, primo pentito della malavita nigeriana che Millennium di novembre 2018, l'inserto mensile del Fatto Quotidiano, ha chiamato il Buscetta della Mafia nigeriana. «A volte una forma di autorazzismo ci impedisce di volere vedere questa drammatica realtà», dice a Voi lo psichiatra Alessandro Meluzzi che insieme a sua figlia Maria Araceli, giovane criminologa, sta pensando di fondare un osservatorio permanente dedicato alle mafie africane.

«Quello che hanno fatto alla povera Pamela Mastropietro (uccisa a Macerata il 30 gennaio 2018, ndr), ma anche alla piccola Desirée Mariottini (morta a Roma nella notte del 19 ottobre 2018) non trova parole per essere descritto. Sono state vittime di rituali criminali con i quali rischiamo di dover convivere quotidianamente»Sarà per questo che la Procura della repubblica di Macerata ha deciso di secretare le foto del cadavere di Pamela e i verbali degli interrogatori di chi l'ha uccisa e sfregiata? Un investigatore ha detto a Voi:«Se si diffondessero potrebbero crearsi problemi di ordine pubblico».

RITUALI TRIBALI E FEROCI

Anche la criminologa Valentina Mercurio ha fatto diversi «studi sul campo» sui rituali e i sistemi punitivi adottati da queste bande criminali in Nigeria e in occidente. Il reportage fotografico che ha messo a disposizione della nostra redazione, che si riferisce in particolare al rituale Juju, la parte nera del Vodoo, è da incubo permanente. Al punto che abbiamo deciso di non pubblicarlo neanche con tutti gli accorgimenti tecnologici disponibili per non mostrarne la crudeltà.

Ma è proprio il terrore che consente alla Mafia nigeriana, attraverso la propria rete di scafisti, i loro uomini in Libia, cosiddetti connection man, le maman in Italia, a rendere schiave per sempre le ragazze portate in Occidente, a fronte di esborsi che possono arrivare a 100 mila euro per il viaggio, con la promessa di un lavoro e finite nella strada. La storia di Daniel, una ragazza di Benin, salvata dai Carabinieri Legnano, all'inizio dell'estate scorsa, è paradigmatica di che cosa succeda nella realtà.

Daniel era totalmente soggiogata: le facevano bere con la forza strane pozioni a base di sangue di animale durante cerimonie mistico-religiose e la costringevano a prostituirsi a Milano, in viale Certosa, dalle 10 alle 17,00 e dalle 21 alle cinque della mattina. Tutti gli incassi li teneva la maman che le praticava anche perquisizioni vaginali per verificare se nascondesse denaro.

Una cupola mafiosa: omicidi, tentati omicidi, rapine, estorsioni, traffico di stupefacenti, sfruttamento della prostituzione, favoreggiamento dell'immigrazione clandestina, armi, truffe informatiche e traffico organi. Chi sgarra paga in modo terrificante. Per esempio con il rituale che chiamano il brodo. Provate a immaginare con che cosa la fanno. O meglio: con chi.

LE MAMAN DELLA CUPOLA NERA

Torino, Via Ormea o Porta Palazzo: prostituzione e spaccio controllati da «radici africane». Commenta per Voi Maria Araceli Meluzzi, criminologa. «Una seria tratta di donne nigeriane, sia nel loro ruolo di capo che di vittime, è capace di immettere sul mercato della prostituzione molte minorenni. Una volta arrivate in Italia vengono instradate nei circuiti dello sfruttamento sessuale dalle "maman". Le "sacerdotesse" della mafia nigeriana si servono del sacrificio di gatti e di galline sgozzati per soggiogare le ragazze: devono bere il sangue per essere benedette quali schiave del sesso.

La falsificazione dei documenti viene utilizzata già prima della partenza dai paesi di origine per incrementarne i guadagni: difficile capire chi sia maggiorenne e chi no. Gli strumenti tradizionali non bastano per fronteggiare il fenomeno. Mancano i traduttori: in Nigeria esistono tre gruppi etnici-linguistici principali (Yoruba, Igbo, Fulani) con altrettanti e più dialetti. I servizi sociali territoriali e le forze di Polizia sono i primi testimoni di queste organizzazioni criminali».
("Accogliamoli Tutti"  – Grazie, PD )

(Per  le confessioni di Austine Johnbull,   si veda:
Black Axe, il racconto in aula di torture e sevizie
«Le aggressioni duravano addirittura giorni interi»

È una pagina da brivido quella scritta di fronte ai giudici della prima corte d'assise di Palermo, dove si celebra il processo a carico di cinque presunti esponenti della mafia nigeriana. La Cosa nera di Ballarò che non si faceva troppi scrupoli contro chi ostacolava gli affari della droga. «Hanno cercato in tutti i modi di ottenere qualcosa»

https://palermo.meridionews.it/articolo/69337/black-axe-il-racconto-in-aula-di-torture-e-sevizie-le-aggressioni-duravano-addirittura-giorni-interi/
Mafia nigeriana: da Palermo a Torino, dall'Europa agli Usa, i "culti" si fanno globali
La più potente organizzazione criminale africana è presente in ottanta Paesi del mondo, anche a seguito dei flussi delle migrazioni. Controlla a colpi di machete traffico di droga, prostituzione e mercato delle truffe. La guerra tra le gang più potenti, Black Axe ed Eiye, è arrivata tra noi
https://www.ilfattoquotidiano.it/in-edicola/articoli/2018/11/09/crimini-e-riti-della-mafia-nigeriana/4752771/
Sostienici con una donazione: www.coscienzamaschile.com/dona

Riverrun, past Eve and Adam's, from swerve of shore to bend of bay, brings us by a commodius vicus of recirculation back to Howth Castle and Environs

Serenissimo

Secondo me tutte le autorità (e dico tutte, anche quelle più radical chic) si compatteranno quando la mafia nigeriana comincerà a puntare contro gli autoctoni, perchè fin'ora furbescamente loro taglieggiavano con i loro modi tribali solo i connazionali . Sanno perfettamente che se cominciano a creare problemi agli italiani rischiano il sigillo delle frontiere e dei calci in culo . Io penso che le varie Pamela siano stati più "incidenti di percorso".

Ovviamente potrei anche sbagliarmi, ma la mia impressione è che a loro semplicemente non convenga creare problemi agli italiani . Un pò come la 'ndrangheta radicata a milano non crea problemi ai milanesi residenti .
Da una dona a un molin no gh'è gran diferenza.

Finnegan

A differenza della delinquenza comune, le mafie sono sempre legate in qualche modo alle istituzioni, che le coprono e le sostengono. Per ora possono solo occuparsi dei connazionali, ma quando gli africani in Italia saranno più numerosi le cose andranno ben diversamente.
Sostienici con una donazione: www.coscienzamaschile.com/dona

Riverrun, past Eve and Adam's, from swerve of shore to bend of bay, brings us by a commodius vicus of recirculation back to Howth Castle and Environs

Serenissimo

Citazione di: Finnegan il 28 Gennaio 2019, 12:51:48 AM
A differenza della delinquenza comune, le mafie sono sempre legate in qualche modo alle istituzioni, che le coprono e le sostengono. Per ora possono solo occuparsi dei connazionali, ma quando gli africani in Italia saranno più numerosi le cose andranno ben diversamente.

Penso che prima che gli africani saranno più numerosi degli italiani si invertirà la tendenza , o scoppierà una guerra civile. Non credo che arriveranno a taglieggare coi loro metodi animaleschi anche gli italiani , succederà qualcosa che ho ipotizzato prima , metto anche l'intervento dell'esercito col sostegno della gente .
Da una dona a un molin no gh'è gran diferenza.

Derry

Viene spontaneo chiedersi chi, a livello internazionale, abbia da guadagnare nel creare queste situazioni che destabilizzano interi Paesi; perchè chiaramente quello che accade in Italia o alla frontiera USA/Messico, in Venezuela come in Francia, non è certo prodotto del caso. Si tratta di una cosa studiata a tavolino nei minimi dettagli.
"Nothing can stop the man with the right mental attitude from achieving his goal; nothing on earth can help the man with the wrong mental attitude."

Finnegan

Citazione di: Serenissimo il 28 Gennaio 2019, 09:41:27 AM
Citazione di: Finnegan il 28 Gennaio 2019, 12:51:48 AM
A differenza della delinquenza comune, le mafie sono sempre legate in qualche modo alle istituzioni, che le coprono e le sostengono. Per ora possono solo occuparsi dei connazionali, ma quando gli africani in Italia saranno più numerosi le cose andranno ben diversamente.

Penso che prima che gli africani saranno più numerosi degli italiani si invertirà la tendenza , o scoppierà una guerra civile. Non credo che arriveranno a taglieggare coi loro metodi animaleschi anche gli italiani , succederà qualcosa che ho ipotizzato prima , metto anche l'intervento dell'esercito col sostegno della gente .
Speriamo, è difficile fare previsioni. Per ora la tendenza è "tutti dentro", con brevi travagliate parentesi populiste.
Citazione di: Derry il 28 Gennaio 2019, 03:28:08 PM
Viene spontaneo chiedersi chi, a livello internazionale, abbia da guadagnare nel creare queste situazioni che destabilizzano interi Paesi; perchè chiaramente quello che accade in Italia o alla frontiera USA/Messico, in Venezuela come in Francia, non è certo prodotto del caso. Si tratta di una cosa studiata a tavolino nei minimi dettagli.
Sicuramente ci guadagnano le corrotte classi dirigenti locali, che sono soltanto esecutrici di ordini provenienti da fuori (Soros, Macron e sicuramente altri).
Per le migrazioni di massa servono ingenti mezzi e un'organizzazione formidabile, che non può certo mettere in piedi la Boldrini.
Leggiamo su Internet che lo scopo di questo progetto è creare un'umanità nomade e sradicata, non in grado di associarsi e ribellarsi. E' plausibile, ma secondo me chi comanda non può non sapere che ciò crea nel medio periodo un caos ingestibile e deleterio per l'economia mondiale.
Ritengo che, più banalmente, lo scopo sia di indebolire per un certo periodo l'Europa onde spostare il baricentro globale in Asia, dove non a caso vengono loro risparmiate seccature come immigrazione, femminismo, divorzio, aborto, speculazione e LGBT.
Sostienici con una donazione: www.coscienzamaschile.com/dona

Riverrun, past Eve and Adam's, from swerve of shore to bend of bay, brings us by a commodius vicus of recirculation back to Howth Castle and Environs

Finnegan

Sostienici con una donazione: www.coscienzamaschile.com/dona

Riverrun, past Eve and Adam's, from swerve of shore to bend of bay, brings us by a commodius vicus of recirculation back to Howth Castle and Environs

Serenissimo

Citazione di: Finnegan il 29 Gennaio 2019, 04:08:00 AM
E le professoniste del femminicidio?

Italiana separata si fidanza con migrante: lui massacra a morte i 3 bambini della donna

https://www.cronacapiu.it/2019/01/27/italiana-separata-si-fidanza-con-migrante-lui-massacra-a-morte-i-3-bambini-della-donna/

A leggere i commenti di facebook su chi ha criticato (più o meno brutalmente, ci sono modi e modi effettivamente) la "compagna" di quel soggetto . Pare che alle femministe faccia più incazzare il commento di per sè che non quello che ha fatto quell'essere .
Da una dona a un molin no gh'è gran diferenza.

Finnegan

Come minimo si è scelta male il compagno. Ma a queste notizie si dà troppo poco risalto, per non svegliare troppo le belle addormentate nostrane.
Sostienici con una donazione: www.coscienzamaschile.com/dona

Riverrun, past Eve and Adam's, from swerve of shore to bend of bay, brings us by a commodius vicus of recirculation back to Howth Castle and Environs

Risposta rapida

Attenzione: non sono stati aggiunti messaggi in questa discussione negli ultimi 120 giorni.
A meno che tu non voglia realmente rispondere, prendi in considerazione l'idea di iniziare un nuova discussione.

Nome:
Email:
Verifica:
Lasciare vuota questa casella:
Cognome del Presidente della Repubblica (minuscolo)?:
Scorciatoie: ALT+S invia msg / ALT+P anteprima