Immigrati, falce e battello

Aperto da Finnegan, 12 Marzo 2019, 12:40:59 PM

Discussione precedente - Discussione successiva

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questa discussione.

Finnegan

Sostienici con una donazione: www.coscienzamaschile.com/dona

Riverrun, past Eve and Adam's, from swerve of shore to bend of bay, brings us by a commodius vicus of recirculation back to Howth Castle and Environs

Leopard

#1
Un tempo i negrieri avevano il cappuccio del Ku Klux Klan, oggi hanno la bandiera con la scritta "pace". E lo dico da persona che ha sempre schifato il razzismo e che considera fratello ogni maschio senza distinzione di colore della pelle che abbia i giusti ideali e/o che sia vittima di ingiustizie sociali e femministe: senza tetto, disoccupati, sfruttati sul lavoro, padri separati, incel, vittime di false accuse di stupro (e tra questi ci sono anche molti uomini neri), eccetera.
I migranti "sono risorse", dicono. No, non sono risorse ma esseri umani che non possono essere strumentalizzati per becere ideologie che tutto sono tranne che "progressiste" e "umanitarie". Certo, se proprio vogliamo parlare di "risorse", sono "risorse" per i business della falsa "accoglienza" e per le vagine e gli ani delle femministe bianche. Ma trattare le persone per siffatti scopi economici e sessuali, mascherandoli dietro la bandiera dell' "umanità", è indegno e disumano.
Red Pill fino alla Vittoria.

Finnegan

#2
CitazioneUn tempo i negrieri avevano il cappuccio del Ku Klux Klan, oggi hanno la bandiera con la scritta "pace".
Ottima osservazione.
Come cristiano trovo inconcepibile il razzismo, e ammiro i negri (sì, negri: non è un insulto) d'America che da una condizione di schiavitù hanno saputo fondare con la musica una cultura originale che si è diffusa in tutto il mondo.
Ma penso anche che abbiamo il diritto, anzi il dovere, di preservare e tramandare la nostra identità culturale, non di consegnare l'Europa a culture aliene quali che siano.
Gli africani che ci affollano, molto spesso pregiudicati che il Nordafrica ci scarica direttamente dalle sue prigioni, non hanno alcun rispetto per noi. Impiantano reti malavitose, stuprano, fanno a pezzi la gente. E quando va bene sono un peso per la collettività e creano tensioni sociali.
I veri indigenti restano a casa, in Paesi saccheggiati da multinazionali che cercano di scaricare sulla popolazione civile occidentale la colpa del loro sfruttamento.
Qual è il progetto di queste ONG, svuotare l'Africa in Italia? Che bene può mai fare?
L'unica via percorribile (e già percorsa dai cinesi) è quella dela collaborazione economica con i Paesi in via di sviluppo: creare lavoro localmente creando infrastrutture in cambio di risorse naturali.
Sostienici con una donazione: www.coscienzamaschile.com/dona

Riverrun, past Eve and Adam's, from swerve of shore to bend of bay, brings us by a commodius vicus of recirculation back to Howth Castle and Environs

Leopard

Concordo. Il razzismo non è preservare le proprie culture e civiltà.
Red Pill fino alla Vittoria.

johann

Nella mia visione "ecologizzata"  delle cose. il fenomeno migratorio/immigratorio proprio perche e' sempre esistito dovrebbe essere lasciato in "uscita" alle sue dinamiche naturali  (vere guerre vere carestie vere persecuzioni) , e in "entrata" all'autoregolamentazione fisiologica del corpo sociale,  che da sempre in ogni societa' ha funzionato in premessa dandosi il giusto rapporto tra i soggetti e il territorio di insediamento moltiplicato per il cruciale fattore TEMPO con il risultato di una EFFETTIVA e VERA integrazione nella societa'  (ricordiamo i vietnamiti dell'operazione di salvataggio del 79)

Ogni scompenso "artificioso" di ognuno di questi fattori  rappresenta già un danno "di suo" che non puo che comportare l'esplosione del problema, esattamente come successo in questi ultimi anni in italia e non solo
Per me anche il solo parlare di governance del problema, sopratutto a livello ONU con tutte le sue risoluzioni (global compact e "studi" vari) e' già sufficente a connotare come opportunista la gran maggioranza delle "volonta" che si mettono in cammino, o comunque a rendere opportuno e sensato il crederlo da parte delle popolazioni delle "solite" mete designate da questi flussi umani

Mi pare che oggi più che mai ci sia un deficit di genuinita' nel fatti che fanno la realta' in cui viviamo, specialmente quelli che ci vengono "venduti" come "storici"  un po come nella prassi della gente in sintonia con lo spirito del mondo che anziche vivere, in prima persona preferisce defilarsi  dietro la recita di se stessi, anche nella manifestazione oggettiva delle istanze sociali  ho la strana sensazione, simile al retrogusto che ti rimane in bocca dopo un sorso di pessimo vino che su un po tutto "il pacchetto" delle news che ci rifilano gravi il sospetto di essere più o meno adulterate a dovere per finalita' di carattere ovviamente ideologico
Conseguente a questo a mio modo di vedere, c'e' un problema di "credibilita' " che accumuna la questione del'immigrazione a tante altre, se vogliamo "tipiche" dei nostri tempi  (per me tutte) e cioe quel sospetto invincibile che la politica attuale a tutti i livelli non si limita come dovrebbe essere ad affrontare i problemi, per provare a risolverli ma (sopratutto) a provocarli  o a crearli ex novo quando ne abbisogna  per ravvivare nella loro strumentalizzazione la propria spenta e demotivata ideologia
Anzi direi che a ampio spettro la strumentalizzazione politico ideologica di ogni pretesto spacciato per problema sia l'unica vera "attivita'" della classe politica attuale, una specie di carnet nel quale assieme alla sponsorizzazione di specifici  problemi sociali (veri o artificiali) si vuole arrivare a mo di lobbies a rappresentarne l'elettorato di riferimento
Nella fattispecie se prendiamo come esempio la sinistra    visto da un lato l'evaporazione della "classe" operaia  iper sazia di diritti, e dall'altro il suo dedicato abnorme presidio politico-sindacale ormai numeroso quanto i suoi stessi rappresentati, si capisce come gli servono nuovi pretesti da trasformare in "problemi" da trasformare poi in cause ideologiche per rilanciarsi e a livello politico 
quindi ecco come mi spiego possa succedere che un presistente e normale flusso migratorio dall'africa in tutte le direzioni, diventi improvvisamente un esodo di massa,  ben finanziato,  assistito , e instradato a senso unico rispetto alle "solite" mete   oppure come sia possibile che un'accozzaglia di debosciate rancide appassite zitelle che dal 68 in poi hanno mascherato in piazza le loro frustrazioni personali scaricando sui maschi, (il nemico buono per tutte le stagioni)  tutti i loro sensi di colpa siano diventate un fenomeno sociale  con la vocazione di convertire e se stesso la società tutta, 

La storia stessa ha dato ragione ad alexander solzhenitsyn quando disse riferendosi al comunismo che sulla menzogna non si puo costruire niente di buono,  a me pare che uno dei connotati della nostra societa attuale sia proprio l'uso scientifico e sistematico dell'alterazione menzognera della realta infatti se ci pensiamo un attimo quasi tutto il background  che sta dietro "l'emergenza sociale" della questione femminile come continuamente denunciato da questo forum risulti falso e artefatto,  cosi come la questione immigrazione e  tante altre sulle quali il sospetto risulta più che legittimo

Siccome tutte queste "prassi" sono propedeutiche a "produrre" le condizioni minime per poter far scattare il "fatale" meccanismo volto ad ottenerci sopra dei "diritti"  e visto che come sappiamo una volta ottenuti (diritti) essi hanno la "facolta" di "uccidere" il dibattito sulle loro problematiche di riferimento, dovremmo cominciare a stare un po più attenti a livello politico nella mistica del diritto "facile" ( jus  soli  cittadinanza ecc ) come pure rimettere in discussione molti pseudo diritti acquisiti in passato
Un uomo che è un uomo DEVE credere in qualcosa (dal film: il mio nome è nessuno)

Finnegan

Se passerà lo ius soli non ci resterà che fare le valigie. Per l'Africa, dove presto troveremo più bianchi di qui.
CitazioneMi pare che oggi più che mai ci sia un deficit di genuinita' nel fatti che fanno la realta' in cui viviamo, specialmente quelli che ci vengono "venduti" come "storici"
Direi che di genuino non c'è rimasto quasi nulla. Si sa che la storia è sempre scritta dal potere, ma oggi più che mai è diventata una forma di indottrinamento, al punto non solo di manipolare i fatti ma di da inventarli da zero, riscrivendo intere epoche la cui attendibilità è ormai al di sotto di quella della fiaba (Darwin, il patriarcato, il Medioevo).

Non se il maggior merito della politica sia l'evaporazione della classe operaia nel ceto medio o viceversa (per la sinistra vale sicuramente la seconda ipotesi). Oggi le sole a poter rivendicare diritti, o meglio privilegi, sono appunto le classi privilegiate. I precari e plurilicenziati quasi non si sentono (perché non arrivano alla fine del mese o sono semplicemente finiti nell'indigenza).

Citazionequindi ecco come mi spiego possa succedere che un presistente e normale flusso migratorio dall'africa in tutte le direzioni, diventi improvvisamente un esodo di massa,  ben finanziato,  assistito , e instradato a senso
E' la prima volta nella storia che un continente finanzia la propria invasione (non solo le migrazioni, ma anche il mantenimento) con le sue stesse risorse.
Anzi, non proprio: furono le classi agiate di Spagna ad aprire le porte ai musulmani, e se li son tenuti per secoli.
Citazionepreferisce defilarsi  dietro la recita di se stessi,
Questo è un tema cruciale sin troppo ignorato da siti che fanno solo la conta di manifestazioni e "femminicidi". La causa prima di tutti i problemi di oggi è che non c'è più un briciolo di verità non solo nei rapporti umani a ogni livello (dal condominio a Bruxelles) ma anche nel proprio stesso comportamento. Ne ho accennato qui:
https://www.coscienzamaschile.com/index.php/topic,24.0.html

Per questo (Orwell docet) anche "il ricordare semplici verità è un atto rivoluzionario", in ogni caso necessario per uscire dall'incubo in cui l'umanità si è cacciata.
Sostienici con una donazione: www.coscienzamaschile.com/dona

Riverrun, past Eve and Adam's, from swerve of shore to bend of bay, brings us by a commodius vicus of recirculation back to Howth Castle and Environs

Serenissimo

CitazioneSe passerà lo ius soli non ci resterà che fare le valigie

Conoscendo gli italiani non solo sarebbe il suicidio finale elettorale di tutta la sinistra ma si rischierebbero realmente guerre civili .
Da una dona a un molin no gh'è gran diferenza.

Finnegan

Sostienici con una donazione: www.coscienzamaschile.com/dona

Riverrun, past Eve and Adam's, from swerve of shore to bend of bay, brings us by a commodius vicus of recirculation back to Howth Castle and Environs

Risposta rapida

Attenzione: non sono stati aggiunti messaggi in questa discussione negli ultimi 120 giorni.
A meno che tu non voglia realmente rispondere, prendi in considerazione l'idea di iniziare un nuova discussione.

Nome:
Email:
Verifica:
Lasciare vuota questa casella:
Cognome del Presidente della Repubblica (minuscolo)?:
Scorciatoie: ALT+S invia msg / ALT+P anteprima