Quel fesso di papà

Aperto da Serenissimo, 6 Aprile 2019, 11:46:22 AM

Discussione precedente - Discussione successiva

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questa discussione.

Serenissimo

http://www.marcelloveneziani.com/articoli/quel-fesso-papa/?fbclid=IwAR27aihphPryk5yTDo50ulQCpxRqymd1N-Eww8CRMwzlsx40rIBHFduwsUU

In principio era il Padre, alla fine è rimasto il bignè di San Giuseppe. Oggi è la festa del papà, doppiamente ridicola e surreale. Ridicola come tutte le feste di genere astratto, dedicata alla mamma e agli innamorati, al gatto e alla donna, al bambino e al gay.

Le persone si festeggiano nelle loro ricorrenze vere e personali, il compleanno, al più l'onomastico, il giorno in cui si innamorarono, persino il giorno tremendo in cui capitolarono a nozze...

Ma le feste generiche sono fatte per ditte di dolciumi e pasticceri, per venditori di cravatte e di futili coglionerie. Però la festa del papà è doppiamente, tragicamente ridicola, perché festeggia il più grande raggiro dei nostri tempi: celebra la riduzione del papà a pianta ornamentale, bancomat e inseminatore marginale.

La festa del papà coincide con una tempesta legislativa che relativizza la famiglia e riduce la paternità come la maternità all'assoluta irrilevanza giuridica. Sullo sfondo c'è l'ombra dell'inseminazione artificiale e l'aspirazione sempre più crescente delle donne ad avere un figlio ma non un marito, meglio un partner a cottimo, a prestazione, noleggiato del tipo rent a man; non c'è più il pater ma Inseminator, meglio ancora se mascherato,

Così oggi ci accingiamo a festeggiare contro ignoti così quell'inutile babbione di Papà. Figura superflua sul piano dei diritti e delle prerogative, a cominciare dall'auctoritas; ma coda decisiva sul piano dei doveri, perché è il terminale di ogni operazione patrimoniale, economica, giuridica.

Il padre ha da pagà. Babbi pagherete caro, pagherete tutto, se sposati, se separati, se lasciati, persino se con i figli che scelgono di vivere con voi. Babbomat, versione paterna del bancomat. Non avete alcun diritto ma solo doveri, siete mazziniani senza volerlo.

Avete doveri verso la moglie in quanto donna, cioè soggetto debole per definizione, a prescindere; sennò chi le sente le femministe, le magistrate, le avvocate, le menadi scatenate?

Solo doveri verso i figli perché so' piezz e core, anche quando sono piezz e altro, e sono soggetti deboli anche se hanno 30 anni, sprizzano salute e sono più alti e robusti dei loro malandati padri; loro possono non rispettare alcuna regola, voi invece non potete impedire di farvi mungere.

E verso lo stato, il fisco, le istituzioni, a cui risponde in primis e solitamente il babbo, non certo la moglie o i figli. Non ci sarà più la patria potestà, ma nel 90% dei casi quando si tratta di rispondere alla legge sono sempre i babbi. Magari con contorno di disprezzo e di irrisione. Da qui vedo una sottile presa per i fondelli universale in questa festa del papà, coglionato con un sottinteso coro: e sempre sia lodato quel fesso che ha pagato.

Il padre non ha più scampo anche se passa alla clandestinità, perché se si unisce fuori dal matrimonio o fa un figlio fuori dalle nozze, oggi si deve caricare di tutti gli oneri legali, economici e fiscali. Certo, non dimentico che le donne, a loro volta, si caricano loro della casa e dell'allevamento dei figli. E molte volte lavorano anche loro, e dunque portano a casa soldi e benessere. Ma tutto questo anziché bilanciare i ruoli, aggrava la posizione marginale del padre, ridotto ad ombra di chi ne fa le veci.

La figura paterna ha un ruolo passivo, secondario, al più di capo-famiglio, nel ricordo dei famigli di un tempo, un incrocio tra cavalier serventi, collaboratori domestici e personale di supporto. La sua figura somiglia a quella dell'eunuco nell'harem; assiste al gineceo, affianca mogli e figli, ma non sultaneggia, avendo perso lo scettro.

Il padre è un evirato simbolico, ha solo il fallo laterale, perché il suo organo sessuale serve solo per funzioni di supporto, per rapporti al lato del matrimonio.

Marx e Lenin sognavano l'abolizione della famiglia, la sua estinzione. Siccome hanno vinto i riformisti che pensano di arrivare gradualmente allo stesso risultato, si è preferito il sistema rateale, e allora la prima rata per l'estinzione della famiglia è la soppressione del padre, ora stanno procedendo con la mamma, surrogandola.

Bambineggiando, nella speranza di restare sempre ragazzi, i papà diventarono dei Pater Pan, variante babbea di Peter Pan. Femminilizzati, gingillizzati, ridotti ad appendici dei telecomandi, dei cellulari, dei video, dei divd porno, delle pasticche blu.

Insomma si sono ridicolizzati. Perciò giustamente li si festeggia identificandoli coi bignè o con le zeppole, le loro ultime ciambelle di salvataggio. Perché come le zeppole e i bignè, il papà è fritto, morbido, obeso di crema, sporca, sta sullo stomaco e produce glicemia. Una pasta d'uomo.

MV, Il Tempo 19 marzo 2017
Da una dona a un molin no gh'è gran diferenza.

Finnegan

#1
Ottimo lavoro, questo va dritto in evidenza :fiocco:

Citazionenon c'è più il pater ma Inseminator, meglio ancora se mascherato,
Forse voleva dire colorato.
Sostienici con una donazione: www.coscienzamaschile.com/dona

Riverrun, past Eve and Adam's, from swerve of shore to bend of bay, brings us by a commodius vicus of recirculation back to Howth Castle and Environs

Serenissimo

Senza voler sbilanciarmi troppo, ma sto notando un attacco alla "cultura della morte" femminista da più fronti, se riusciamo a montare l'odio contro il femminismo nella maggioranza degli uomini e in una certa parte di donne (fondamentale anche quest'ultima , checchè ne dicano in altri lidi) , riusciremo a vincere.

D'altronde una società intrisa di femminismo non sopravvive a lungo, meglio che lo distruggiamo noi e chi ci segue .
Da una dona a un molin no gh'è gran diferenza.

Finnegan

Sono d'accordo, bisogna anche proporre modelli positivi ma mi pare che il movimento maschile stia andando nella direzione giusta.
Per le lettrici femministe così facile a trovare "discorsi di odio" dove non ve ne sono, preciso che non odiamo nessuno, ma l'ideologia femminista sì.
Sostienici con una donazione: www.coscienzamaschile.com/dona

Riverrun, past Eve and Adam's, from swerve of shore to bend of bay, brings us by a commodius vicus of recirculation back to Howth Castle and Environs

Derry

Citazione di: Finnegan il  7 Aprile 2019, 01:16:05 AM
Sono d'accordo, bisogna anche proporre modelli positivi ma mi pare che il movimento maschile stia andando nella direzione giusta.
Per le lettrici femministe così facile a trovare "discorsi di odio" dove non ve ne sono, preciso che non odiamo nessuno, ma l'ideologia femminista sì.

Il movimento maschile comincia a rendersi conto che certe cose (=divorzio, perdita di casa, affetti e risorse economiche) possono capitare a tutti...

Se mi consentite un paragone di tipo automobilistico, la situazione del padre ha subito la stessa evoluzione (involuzione) della ruota di scorta sulle auto: dall'essere un elemento fondamentale (tutte le automobili ne erano equipaggiate), si è passati al "ruotino", che permetteva di muoversi per pochi chilometri a velocità ridotta. Dal ruotino si è arrivati all''abolizione totale della ruota di scorta, il che ha permesso alle case automobilistiche di eliminare anche il cric e la chiave per i bulloni, essendo la foratura un evento raro...
Naturalmente, quando questo evento raro accade, sono dolori; ma quando si vede qualcuno fermo in autostrada con la gomma a terra, si pensa che "capiti solo agli altri", finchè un chiodo non colpisce una delle proprie gomme e non ci si trova completamente impreparati all'evento: allora diventa tutto chiaro. :doh:
"Nothing can stop the man with the right mental attitude from achieving his goal; nothing on earth can help the man with the wrong mental attitude."

Finnegan

#5
L'unica differenza è che l'evento si verifica in media ogni due uscite con l'auto :))
Sostienici con una donazione: www.coscienzamaschile.com/dona

Riverrun, past Eve and Adam's, from swerve of shore to bend of bay, brings us by a commodius vicus of recirculation back to Howth Castle and Environs

Risposta rapida

Attenzione: non sono stati aggiunti messaggi in questa discussione negli ultimi 120 giorni.
A meno che tu non voglia realmente rispondere, prendi in considerazione l'idea di iniziare un nuova discussione.

Nome:
Email:
Verifica:
Lasciare vuota questa casella:
Cognome del Presidente della Repubblica (minuscolo)?:
Scorciatoie: ALT+S invia msg / ALT+P anteprima