Bergoglio dribbla il Congresso di Verona, ma riceve attivisti pro gay

Aperto da Finnegan, 9 Aprile 2019, 12:10:14 AM

Discussione precedente - Discussione successiva

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questa discussione.

Finnegan

Papa Francesco non si è occupato del Congresso mondiale delle famiglie, ma sta per ricevere in Vaticano una delegazione pro Lgbt. E si parla pure di un discorso storico sulla omosessualità che il Santo Padre terrà alla fine dell'udienza

Papa Francesco sta per ricevere, all'interno di un'udienza privata, alcuni sostenitori del mondo e della causa Lgbt.
Ne é sicuro Fredéric Martel, l'autore di "Sodoma", cioè del libro scandalo che ha messo in evidenza la presunta incoerenza di fondo che impererebbe in Vaticano sul tema della omosessualità, ma lo ha rivelato pure Il Fatto Quotidiano. Il che, poche ore dopo la conclusione della due - giorni scaligera, quella organizzata dalle sigle pro life e pro family, non può che suscitare dubbi e perplessità dalle parti dei tradizionalisti.

Soprattutto tenendo in considerazione questo particolare: il pontefice argentino, riguardo al discusso Congresso mondiale delle famiglie, si è limitato a dichiarare di non essersene occupato, aggiungendo di concordare sulla "sostanza", ma non sulle "modalità". Così come aveva fatto, qualche giorno prima, il cardinale segretario di Stato Pietro Parolin. Alcuni hanno interpretato quelle parole, tanto quelle di Francesco quanto quelle del 'ministro degli Esteri' della Santa Sede, come una presa di distanza. Altri hanno posto l'accento su come il papa e le alte gerarchie ecclesiastiche, in fin dei conti, si siano dette d'accordo. La Chiesa cattolica nella città veneta era rappresentata in minima parte, erano presenti il vescovo Zenti e pochi altri, e le azioni, nelle "cose vaticane", contano sempre più delle parole.

Sono le tempistiche a suggerire la tesi secondo cui Jorge Mario Bergoglio abbia deciso di lanciare un messaggio alle sigle organizzatrici della kermesse. Non dovrebbero essere previste udienze con gli attivisti di Verona. Nell'agenda dell'ex arcivescovo di Buenos Aires, invece, c'è spazio per incontrare coloro che sostengono l'equiparazione delle unioni tra omosessuali al matrimonio. Alla fine del meeting, a cui dovrebbe partecipare pure un noto giudice e professore argentino, il vescovo di Roma - dicono da più parti - procederà per mezzo di un discorso che è già stato definito "storico". Il papa si è sempre dimostrato molto fermo sulla bioetica, ma non si è certo distinto per l'indisponibilità a dialogare con chi, pur trovandosi in condizione di peccato, è alla ricerca di Dio.
Le dietrologie già si sprecano: l'estate scorsa, grazie pure al memorandum di mons. Carlo Maria Viganò, è tornata d'attualità la questione della lobby gay, che Joseph Ratzinger aveva dichiarato di aver sconfitto. Il summit straordinario sulla prevenzione degli abusi ai danni dei minori e degli adulti vulnerabili ha permesso ai cardinali conservatori di criticare il pontefice per non aver aperto una discussione sulla proliferazione della "agenda omosessualista". Il Congresso mondiale delle famiglie di Verona, insomma, potrebbe lasciare con sè degli strascichi dottrinali. Il Santo Padre, nel frattempo, incontrerà in udicenza attivisti ascrivibili al mondo Lgbt.

ilgiornale.it

Verona, manifestanti cattolici: "Giudizio Bergoglio su Congresso Famiglie è sbagliato"

Verona, manifestanti cattolici: "Giudizio Bergoglio su Congresso Famiglie è sbagliato" Su incontro Papa-comunità LGBT: "Apertura eccessiva, bisogna difendere principi cristiani"

https://gloria.tv/video/67EProErq7v2AtPuvWsFKGVVA
Sostienici con una donazione: www.coscienzamaschile.com/dona

Riverrun, past Eve and Adam's, from swerve of shore to bend of bay, brings us by a commodius vicus of recirculation back to Howth Castle and Environs

johann

per bergoglio ormai,   tutto e' solo politica    interna ed esterna alle mura vaticane
Nell'ottuso incaponimento sul suo "nuovo" corso che a tutti i costi vuole infliggere  alla chiesa cattolica per "normalizzare" il contenzioso radicale che la separa dal montante "spirito del mondo", l'unica "arma" su cui appare magistralmente compenetrato e la più vile e bieca politica
non mi risulta che non abbia neanche tentato di ripondere teologicamente ai "dubia" sollevati  dalla chiesa tradizionalista,  abbiamo quindi a che fare con puro fiele nazicomunista volto a epurare e reprimere la dissidenza interna prendendo a prestito logiche e prassi dittatoriali largamente collaudate nella storia laica dei suoi "amati" progressisti
Anzi nella sua  banalita' progressista risulta del tutto prevedibile anche ai non addetti ai lavori, nel suo proposito liquidatorio della chiesa millenaria di cristo sta perseguendo la versione vaticana della "brexit"  inanellando colpi su colpi "bassi" della più bieca e "sinistra" politica   
Pertanto se tutto viene ricondotto a logiche politiche ecco che l'indiretta presa di distanza dal congresso di verona e' una chiara dichiarazione di guerra a tutta quella chiesa tradizionale che "non ci sta' a omologarsi al suo pensiero unico e per obbligarla ad "uscire allo scoperto" con atti e manifestazioni di rottura, eccolo pronto a prostituirsi al mondo gay e lgbt , in modo che in futuro tutti questi ostinati tradizionalisti in premessa alla loro battaglia contro la deriva progressista laicista siano costretti anche a prendere le distanze pubblicamente dal "santo" padre e dalla posizione ufficiale della chiesa
La morale e' che la chiesa,  oggi come oggi e' di fatto scissa,  il problema per bergoglio e' che non vuole passare alla storia come il papa che ha ulteriormente diviso la cristianita' e codardo come tutti i progressisti trama subdolamente affinche questo "fardello" ricada sui "cardinali" e su tutta quella parte di chiesa che e rimasta inchiodata ai principi non negoziabili
Fosse per me gli farei volentieri questo "favore" a farei di tutto per trascinare la situazione sino alla fatidica "conta" per vedere una volta per tutte chi sta con chi, solo da sofferenze estreme puo prodursi la catarsi per una rinascita vera, quindi l'importante e' continuare a "darle" nella stessa misura con cui le "riceviamo"  uno,   cento,  mille, congressi come quello di verona!!'
Un uomo che è un uomo DEVE credere in qualcosa (dal film: il mio nome è nessuno)

Finnegan

La strategia di indire manifestazioni e congressi mi sembra la migliore, non sono atti scismatici e indirettamente svelano le trame dei modernisti. Come dico sempre, sono gli eretici a dover lasciare la Chiesa non viceversa.
L'atteggiamento di Bergoglio di fronte alle tematiche di Verona è sicuramente stato notato da molti fedeli prima distratti.
Sostienici con una donazione: www.coscienzamaschile.com/dona

Riverrun, past Eve and Adam's, from swerve of shore to bend of bay, brings us by a commodius vicus of recirculation back to Howth Castle and Environs

Risposta rapida

Attenzione: non sono stati aggiunti messaggi in questa discussione negli ultimi 120 giorni.
A meno che tu non voglia realmente rispondere, prendi in considerazione l'idea di iniziare un nuova discussione.

Nome:
Email:
Verifica:
Lasciare vuota questa casella:
Cognome del Presidente della Repubblica (minuscolo)?:
Scorciatoie: ALT+S invia msg / ALT+P anteprima