Ansia da prestazione e doppio vincolo

Aperto da Lallo Mastro, 10 Novembre 2019, 06:54:43 PM

Discussione precedente - Discussione successiva

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questa discussione.

Lallo Mastro

...guardando questo video

mi verrebbe da dire che c'è un enorme, profondo "doppio vincolo" tra quello che dice la psicologa e come si presenta la psicologa stessa.
In altre parole, un maschio affetto da "ansia da prestazione", relazionandosi con una psicologa così (parlo di Look) per curarsi l'ansia stessa, corre in realtà il rischio di vedersela accresciuta seriamente (l'ansia, da prestazione).
In altre parole, se è solo la mia impressione oppure ho fondati motivi di ritenere così (per esempio, se io ce l'avessi, l'ultima psicologa da cui andare per farmi aiutare sarebbe proprio una donna così).
Mi piacerebbe sapere che cosa ne pensano altri maschi.
Grazie.

subunano

Chadda.

No, comunque penso tu abbia ragione. Io per esempio sono incel (problema totalmente diverso), però proprio il fatto di andare da una DONNA psicologa mi mette a disagio, ma per mille ragioni. Tanto per partire mi fa incazzare di dover dare soldi ad una psicologa, gli stessi che potrei spendere per una prostituta... Per poi ricevere quali consigli? Sono le stesse cose diffuse gratuitamente online, talvolta esposte dallo psicologo anche con meno precisione di quello che di solito trovi di gratuito.

Ovviamente non ne ho idea, cioè l'ansia da prestazione la cureranno coi farmaci presumo. Chiedi a Rocco e ai pornoattori cosa usano.

Finnegan

Penso che le psicologhe siano donne problematiche ed andrebbero evitate ad ogni costo (parlo di frequentazione sociale, di psicoterapie non ne parliamo, il solo fatto di scrivere su spazi alternativi ci farebbe internare).
Sostienici con una donazione: www.coscienzamaschile.com/dona

Riverrun, past Eve and Adam's, from swerve of shore to bend of bay, brings us by a commodius vicus of recirculation back to Howth Castle and Environs

Lallo Mastro

..intendevo dire che, se un maschio è affetto da "ansia da prestazione" ...e si trova di fronte una psicologa così... che si presenta, esteticamente, così...e parla (o è solo una mia impressione?  :hmm: ) così, da porno-diva...evoca, al maschio-medio (con quel problema, per il quale si è recato da lei) pensieri e fantasie "sessuali"...  NON certo "teraupeutici"!  :lol: ..quindi rischia di aggravargli il problema, secondo me.
Voglio dire: a me, una così, mi sembra semplicemente una (inconsciamente..ma fino a un certo punto) sadica. Nothing more. :smile_001:

Finnegan

Molto probabilmente E' una "pornodiva" e una sadica. Le psicologhe sono piene di tare, altrimenti non riuscirebbero a prendere sul serio tutte quelle sciocchezze pseudoscientifiche che cambiano da un anno all'altro (da non scambiare con le neuroscienze che sono una cosa seria).
L'unica fantasia che mi evoca (e quella sì è una fantasia) è di mandarla a quel paese.
Sostienici con una donazione: www.coscienzamaschile.com/dona

Riverrun, past Eve and Adam's, from swerve of shore to bend of bay, brings us by a commodius vicus of recirculation back to Howth Castle and Environs

Lallo Mastro

A me, posso dirti, che evoca il desiderio di presentarle il mio amico in terapia (che, ti assicuro perchè l'ho visto e vissuto di fianco a lui, fa veramente entrare in bambola anche delle femmine veramente attraenti ..e al primo colpo, eh!..io ho visto donne, anche sul lavoro - cameriera 40enne al ristorante, barista 18enne dietro al bancone del bar, ecc. - che entravano in bambola..quasi balbettavano, guardandolo) ..e vedere dopo quanti minuti perde il controllo e si fa sodomizzare (la prima volta, lui fa gratis..fa come il pusher..la prima dose la dà gratis...e ti assicuro che dopo loro tornano, lo ricontattano e pagano).
Una volta, mi ha detto, in un bar c'era una bella donna...lui aveva altri katzi per la testa...la donna va via..lui, con un collega di cantiere si trattiene invece di più..poi, quando sta per andare via, la barista lo chiama..e gli allunga un bigliettino con un numero di cell..dicendo "Guarda, me l'ha lasciato quella ragazza che c'era prima, dicendo di chiamarla..non te l'ha dato lì per lì, perchè stavi chiacchierando col tuo amico e non voleva disturbarti"..... bòn, passano 4-5 settimane, senza che lui la chiami..anzi, non sapeva nemmeno più dove aveva messo il bigliettino..dopo, come detto, un mesetto si ritrova nello stesso bar...e la barista lo chiama subito e gli dice "Il giorno dopo averti dato quel bigliettino è tornata quella ragazza e mi ha chiesto se te l'avevo dato..e ogni giorno [capito? OGNI santo giorno  :lol: ] passa da qui chiedendomi se ti ho rivisto...mi ha detto che, appena ti rivedevo, ti dovevo ridare il suo cell..e di dirti di richiamarla urgentemente!"... bòn, lui, incuriosito (non faceva ancora il gigolò, lavorava in un cantiere edile, come piastrellista), la chiama...pomeriggio afoso estivo (figurati, poi, in un cantiere edile...stavano sventrando, mi ha detto, un appartamento)...e lei subito, contentissima, le chiedo dove si trovi..e, se non lo disturba, se può passare a conoscerlo.... lui dà gli estremi..l'indirizzo dell'appartamento in cui c'era ristrutturazione in corso...lei, arriva di lì a 1 ora...lui capisce subito l'andazzo..chiede all'altro edile di andarsi a prendere una birra...e BANG, nel bagno dell'appartamento. Praticamente subito.
Ti assicuro che il mio amico non mi racconta katzate (anche perchè, essendo più giovane di me, è come un fratello minore per me..e sa che le mie storie, da più giovane, ce le ho avute anch'io..essendo stato sposato..poi accompagnato..poi adesso mi son rotto i cojoni e faccio come Alberto Sordi....e quindi non me le dice assolutamente per farmi rosicare...tanto meno, nemmeno lontanamente, ci riuscirebbe...e lui lo sa).
Questa storia me l'ha raccontata un giorno in pizzeria, l'estate scorsa.
Due tavoli più in là c'era 'sta tipa (ora over-40; episodio di una diecina di anni fa), con quello che sembrava il suo compagno o suo marito.
E, ti assicuro, si atteggiava a donna "di spessore" (probabilmente laureata, da come si atteggiava, teneva posate in mano, ecc.).
A me, guardando la faccia dell'uomo (un quasi 50enne), in cui si leggevano i migliori sentimenti per la donna che aveva di fronte, mi scappava da ridere.
Ovviamente lei, pur accortasi della sua presenza, ha fatto finta di non conoscere il mio amico.
Queste donne (sempre più diffuse) è come se fossero Dr. Jackyl e Mrs. Hide.  :lol: :lol: :rofl: :rofl:

Finnegan

Il mio record è vedere un tizio con la fidanzata all'aeroporto. Lui va un attimo in bagno, lei cerca di rimorchiare un negro (brutto) di passaggio, il negro la guarda stupito ma lei non molla le resta "agganciata" come una scimmia, tutta gasata con gli occhi a palla. E' una scena che non dimenticherò mai.
Sostienici con una donazione: www.coscienzamaschile.com/dona

Riverrun, past Eve and Adam's, from swerve of shore to bend of bay, brings us by a commodius vicus of recirculation back to Howth Castle and Environs

Risposta rapida

Attenzione: non sono stati aggiunti messaggi in questa discussione negli ultimi 120 giorni.
A meno che tu non voglia realmente rispondere, prendi in considerazione l'idea di iniziare un nuova discussione.

Nome:
Email:
Verifica:
Lasciare vuota questa casella:
Cognome del Presidente della Repubblica (minuscolo)?:
Scorciatoie: ALT+S invia msg / ALT+P anteprima