Censura femminista, due esempi.

Aperto da subunano, 13 Novembre 2019, 10:51:05 AM

Discussione precedente - Discussione successiva

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questa discussione.

subunano

Ciao amici della coscienza maschile. Vorrei parlarvi della censura femminista.

Io personalmente ho sempre tentato di confrontarmi con le femministe, sia perché mi piace litigare, sia perché mi brucia un sacco quando diffondono le loro menzogne senza che nessuno le contraddica. Allora sono andato a commentare nei loro blog e forum molte volte e in nessun caso hanno lasciato che io mi esprimessi.

Vorrei raccontarvi di un episodio in particolare, si trattava del periodo in cui era circolata quella pubblicità Gillette, non so se la ricordate ancora? Ecco, nei siti femministi erano tutti ad ammirare l'autrice di quella pubblicità, io allora sono arrivato e ho fatto notare che anche la Braun sta nel gruppo di Gillette, praticamente ho detto così: Differenziando il target, l'azienda vende sia ai SJW (social justice warriors) sia agli etero mascolinisti quello che praticamente è lo stesso prodotto, dato che gli spot commerciali Braun praticamente ancora ricalcano il vecchio tipo di uomo del mascolinista che si rade da vero duro.

Risultato, commento mai approvato.

Secondo esempio, recente, ho commentato una giornalista usando il mio profilo fantoccio su facebook, in un articolo che parlava di incels. Così il mio post praticamente era visibile su facebook. La giornalista faceva una lunga lista di errori parlando di incels, pareva che non conoscesse neanche l'origine del termine. Io sono andato ad erudirla, siccome sono gentile le ho anche citato le fonti. Dieci minuti dopo è stata rimossa la sezione commenti, il mio commento poi è stato rimosso. Io per "ripicca" ho usato dissenter per commentargli sopra l'articolo, ma tanto GAB in Italia non lo usa nessuno, quindi l'ho fatto solo per ripicca appunto.

Comunque di questi episodi ne potrei raccontare a decine, forse potrei anche dire "centinaia" siccome ho avuto problemi anche nella vita reale, quando contestai pubblicamente delle donne che vennero nella mia università a spiegare perché era giusto che ci fossero "discriminazioni positive", parlavano dei CDA nelle PA e società quotate in borsa, io le ho contestate e sono stato allontanato.

Cioè hanno questa fissazione di dover censurare, non si esprimono se prima non si sono assicurate che chi le ospita possa rimuovere ogni forma di contestazione dal suo spazio. Io non le sopporto più e mi chiedo perché nessuno dica niente, stanno censurando troppo.

Ps. Per non parlare della tematica sul gender. Io qua non sono esperto, per nulla anzi. Però ho notato che le contestazioni interne vengono nascoste e nel dibattito mostrano sempre gli argomenti più deboli in assoluto (quelli dove le femministe risultano inevitabilmente vincitrici) mentre nascondono le critiche più acute e precise. Praticamente barano, 1 vs 1 contro un parititolo e paristatus le femministe perderebbero sempre nei dibattiti.

Finnegan

#1
Premetto che su un sito Internet privato non si può parlare propriamente di censura, ne c'è un diritto a veder pubblicato qualsiasi intervento.
Detto questo, ci sono tre tipi ben diversi di "censura":
1. Quella delle femministe, che non avendo argomenti hanno paura del contraddittorio
2. Quella di siti (questo) che vogliono sia radunare persone con opinioni affini sia ne hanno abbastanza di polemiche su argomenti dibattuti e DIMOSTRATI 1000 volte. Tra parentesi, nessun post è mai stato censurato qui, quindi è una regola finora solo teorica.
3. Quella governativa per motivi di ordine pubblico e buon costume (Putin), che oggettivamente è positiva per la società. Per esempio, se vietassero un "killer pride" che incitasse ad ammazzare la gente, sarebbe censura? Certo che no. E allora perché fare pubblicità (fermo restando la libertà privata di ciascuno) a pratiche che smantellano la società e producono bambini pieni di problemi, che domani saranno (tra l'altro) a carico dei cittadini sani?

La "censura" è sempre esistita, anche nelle democrazie più liberali: solo che oggi si applica unicamente alle opinioni sane.
Sostienici con una donazione: www.coscienzamaschile.com/dona

Riverrun, past Eve and Adam's, from swerve of shore to bend of bay, brings us by a commodius vicus of recirculation back to Howth Castle and Environs

subunano

Citazione di: Finnegan il 13 Novembre 2019, 12:45:29 PM
La "censura" è sempre esistita, anche nelle democrazie più liberali: solo che oggi si applica unicamente alle opinioni sane.
Si, proprio perché tengo presente questo fatto, mi sono sentito di riportare questi due casi, cioè dove veramente non stavo dissentendo in nessun modo. Ma sul serio, ero pure d'accordo coi contenuti femministi. Solo che mi stupisce davvero come non riescano ad accettare anche una minima obiezione. Cioè se per esempio loro espongono un argomento, io sono d'accordo sul 99% di quello che dicono, però ho l'1% di cose che vorrei chiarire, faccio una domanda su quella questione che mi interessa. Risultato: ban, censura.

Ma è assurdo, non è una cosa normale e non mi è mai capitato altrove, solo le femministe hanno questa abitudine che dal mio punto di vista è folle. Gli islamici, che sembrano chissà quanto radicalizzati e violenti (e lo sono), non censurano tanto quanto le femministe, puoi anche ingaggiarli in furiosi litigi, ma non si tirano indietro come le femministe. Penso di avere ragione a ritenerle assurde nel loro modo di fare.

Finnegan

Sostienici con una donazione: www.coscienzamaschile.com/dona

Riverrun, past Eve and Adam's, from swerve of shore to bend of bay, brings us by a commodius vicus of recirculation back to Howth Castle and Environs

Risposta rapida

Attenzione: non sono stati aggiunti messaggi in questa discussione negli ultimi 120 giorni.
A meno che tu non voglia realmente rispondere, prendi in considerazione l'idea di iniziare un nuova discussione.

Nota: questo messaggio verrà visualizzato solamente dopo essere stato approvato da un moderatore.

Nome:
Email:
Verifica:
Lasciare vuota questa casella:
Digita le lettere visualizzate nell'immagine
Ascolta le lettere visualizzate / Carica una nuova immagine

Digita le lettere visualizzate nell'immagine:
Cognome del Presidente della Repubblica (minuscolo)?:
Scorciatoie: ALT+S invia msg / ALT+P anteprima