Denuncia del 'prefetto' Braz de Aviz: "Molestie sessuali tra monache"

Aperto da dotar-sojat, 27 Gennaio 2020, 07:29:12 AM

Discussione precedente - Discussione successiva

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questa discussione.

dotar-sojat

https://www.quotidiano.net/cronaca/suore-violentate-1.4999582

Roma, 26 gennaio 2020 - Un nuovo scandalo aleggia sul Vaticano, ha scritto l'Ansa dopo l'intervista del cardinale Braz de Aviz, prefetto dell'organismo vaticano che si occupa dei religiosi, al mensile femminile dell'Osservatore Romano, su un "fenomeno nascosto che ora deve emergere", e cioè "casi di abusi sessuali fra suore" e abusi di autorità negli istituti religiosi femminili.

Così, dopo lo scandalo della pedofilia, dopo che si è saputo che anche gli abusi sulle suore da parte di vescovi e sacerdoti costituiscono in tutto il mondo un'abitudine, arriva un'altra rivelazione, la più imprevista: anche le suore sono cattivi soggetti. E la questione sembra preoccupare talmente il cardinale che, interrogato sull'abuso di autorità nei confronti delle donne, non solo dedica quasi tutta la risposta a esempi di superiore prepotenti, ma riguardo gli abusi sessuali sulle suore racconta il suo stupore nello scoprire che vengono praticati anche dalle suore stesse: ben nove casi in una sola congregazione! È naturale che il prefetto si stupisca.

Da anni la sua congregazione riceve numerosissime denunce di religiose sulle violenze subite da religiosi e preti di ogni ordine e grado, ma quelle denunce si fermano e si accumulano. Se invece l'accusata è una suora, la sorpresa è tanta che lo induce a muoversi immediatamente e, s'immagina, a punire con severità. L'intervista ha suscitato dolore e angoscia nel mondo delle religiose: in un momento di crisi delle vocazioni, di abbandoni sempre più frequenti, l'unica forza di cui disponevano era il rispetto e l'affetto di cui sono circondate dal popolo dei fedeli, che le conoscono bene e ammirano la loro abnegazione e la loro concreta testimonianza di vita cristiana.

Che cosa accadrà adesso? Avranno ancora il coraggio di denunciare gli abusi, gli aborti a cui sono state sottoposte per nascondere le colpe e le carriere del clero? Avranno ancora la forza di dire che esigono rispetto e ascolto, che hanno diritto a una preparazione intellettuale uguale a quella degli uomini? I media si stanno impadronendo del lato morboso della vicenda e non sembrano accorgersi di un paradosso: le suore che abusano saranno una su mille, e comunque le loro relazioni lesbiche non inducono all'aborto. Il cardinale assicura: la "cultura che ci ha fatto entrare in queste deviazioni deve sparire, dobbiamo tornare alla testimonianza".
Spera nel meglio, aspettati il peggio

Finnegan

Non sarà, anche, una scusa per sopprimere congregazioni tradizionali fiorenti, come è già avvenuto in passato con accuse strumentali provate false dalla magistratura civile?
Ma anche per una fuga in avanti femminista nella Chiesa:
Citazioneche hanno diritto a una preparazione intellettuale uguale a quella degli uomini?
Già Bergoglio ha tentato di far passare al recente Sinodo l'ordinazione diaconale delle donne, preludio pianificato alle donne prete. Papa Giovanni Paolo II ha ribadito (usando il carisma dell'infallibilità) che il sacerdozio femminile non è possibile:

"Pertanto, al fine di togliere ogni dubbio su di una questione di grande importanza, che attiene alla stessa divina costituzione della Chiesa, in virtù del mio ministero di confermare i fratelli, dichiaro che la Chiesa non ha in alcun modo la facoltà di conferire alle donne l'ordinazione sacerdotale e che questa sentenza deve essere tenuta in modo definitivo da tutti i fedeli della Chiesa."

Questo significa che eventuali ordinazioni femminili sarebbero nulle con conseguente distruzione della successione apostolica, la catena di ordinazioni sacerdotali risalente agli Apostoli senza la quale non ci sarebbero più sacerdoti (e vescovi e Papi) e sacramenti e la Chiesa sulla Terra cesserebbe di esistere.

Già ora, nonostante il divieto alle donne di insegnare di S. Paolo, suore insegnano a seminaristi in facoltà teologiche.
Sempre S. Paolo diceva: "le donne nelle chiese tacciano" eppure non manca ogni domenica quella che sale nel sacro recinto a leggere le Scritture, a distribuire la Comunione e tra poco a predicare dopo il Vangelo!
Sostienici con una donazione: www.coscienzamaschile.com/dona

Riverrun, past Eve and Adam's, from swerve of shore to bend of bay, brings us by a commodius vicus of recirculation back to Howth Castle and Environs

Risposta rapida

Attenzione: non sono stati aggiunti messaggi in questa discussione negli ultimi 120 giorni.
A meno che tu non voglia realmente rispondere, prendi in considerazione l'idea di iniziare un nuova discussione.

Nome:
Email:
Verifica:
Lasciare vuota questa casella:
Cognome del Presidente della Repubblica (minuscolo)?:
Scorciatoie: ALT+S invia msg / ALT+P anteprima