L'omicidio di Willy Monteiro Duarte è colpa della "mascolinità tossica" ?!

Aperto da Junio1, 8 Settembre 2020, 07:56:48 PM

Discussione precedente - Discussione successiva

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questa discussione.

Junio1

Marco Nicolini su facebook

In questi giorni si leggono un sacco di proiezioni filosofiche su come sia interpretata la "mascolinità tossica".
Ho letto la condivisione di un portale dal nome "Abbatto i Muri" - davvero, se vi piacciono i contenuti di questa pagina, non perdete tempo: andate al pronto soccorso e chiedete di essere ricoverati - che in pratica sosteneva quanto ogni uomo italiano bianco che faccia sport sia un potenziale stupratore, un prevaricatore, un assassino, un razzista...
Il problema, quindi, per molti non è la violenza, l'assurdo, la vigliaccheria sdoganati da televisione e da web.
Non è il totale dissesto di valori, il ribaltamento di giusto e sbagliato insegnanti ai giovani. Giovani che danno ormai un prezzo a qualsiasi cosa perché i genitori, evidentemente, hanno loro insegnato solo questo.
Ragazzi e ragazze la cui massima ambizione è partecipare ai reality show che io, poco democraticamente, proibirei dall'oggi al domani.
Il problema di ogni cosa, al contario, sono i ragazzi italiani con i muscoli.
Che poi, mi si permetta, i muscoli sarebbero il machismo?
Come no?
Ceretta, sopracciglia curate, protesi ai polpacci e ai trapezi se non crescono bene, denti sbiancati col laser, tatuaggi - che una volta si facevano i galeotti ma che adesso si fanno nelle boutique - che spesso coprono tutto il corpo e che si ammirano negli spogliatoi.
Il problema è che nessuno insegna che gli uomini più forti sono quelli che difendono i più deboli, che non concepiscono nemmeno una sberla ad una donna, che mai e poi mai si metterebbero vigliaccamente a picchiare chi è in inferiorità. Fisica o numerica.
Lo insegna il pugilato, che è la massima esaltazione religiosa del "combattimento ad armi pari".
Stessa abilità, stessa stazza, uno contro uno. Da duecento anni.
Il Messaggero, che ha definito "pugili" quei quattro minus habens di Colleferro, dovrebbe essere denunciato.
Il problema di questa orribile violenza gratuita, in ultima analisi, non è certo la mascolinità.
Il problema, semmai, è che non ci si comporta più da uomini veri!


Finnegan

La criminalizzazione del maschio procede a grandi passi. Il risultato lo vediamo nei tribunali: la parola dell'ex conta il doppio di quella del marito.
Sostienici con una donazione: www.coscienzamaschile.com/dona

Riverrun, past Eve and Adam's, from swerve of shore to bend of bay, brings us by a commodius vicus of recirculation back to Howth Castle and Environs

Il Conte di Lautréamont

Ma la cosa assurda è che i 4 delinquenti di Colleferro sembrano esteticamente delle femminelle con i muscoli. E anche la modalità dell'aggressione è tutta al femminile, come quando la donna si rivolge allo stato per smutandare il marito con le false denunce, poi il malcapitato si ritrova a lottare 100 contro 1, dove gli altri possono mentire e lui deve dire la verità.

dotar-sojat

è evidente che questi 4 corrispondono alla mascolinità chud che in questi anni è più desiderata dalle donne.
Negli anni '70 il maschio era tipo Sean Connery, dal petto villoso; negli anni '80 Stallone, nei '90 il Tommy Brad Pitt, nei 2000 c' la moda delle arti marziali miste seguita dal'esaltazione del corpo la "richiesta" femminile è questa e i chud si adeguano.

Io ho frequentato per 8 anni un club di arti marziali (che non è una palestra di MMA), e il nostro maestro di kung fu ci ha sempre insegnato anche i valori del rispetto, della difesa dei più deboli, ecc. non certo la violenza tout curt.
Ricordo che un anno si presentò un chud che voleva imparare il kung fu, questo però non faceva altro che fare casino, battutine, e prestava poca attenzione. Al che il maestro si è incazzato e gli ha chiesto: "Ma tu perché sei venuto qui?" risposta "Me lo ha chiesto la mia ragazza". Cacciato via.

Negli ambienti delle arti marziali "vere", la MMA è malvista, considerata sport violento e ignorante, alla stessa stregua della rissa da strada. Di certo non insegnano a "mettere e togliere la cera"

Segnalo che i gruppi di sinistra stanno meschinamente approfittando di questo tragico evento, ho già letto che "i mandanti morali sono la Meloni e Salvini" (suppongo perché il ragazzo era di colore) e che erano "quattro estremisti di destra"
Spera nel meglio, aspettati il peggio

dotar-sojat

non casuale che ad esempio siano due donne ad attaccare la "cultura di destra" come causa di questa brutale aggressione.
Ma che siano invece le donne a incentivare la cultura dell'uomo macho, violento, culturista, muscoloso, dominante sui deboli, tatuato, ecc. ecc. che sono quelli più scelti dall'attuale ipergamia femminile, a nessuno viene in mente di parlarne.



Fango della Morani Contro FdI: "Quell'odio viene dalla destra"
[...] Senza mezzi termini ad esprimersi in tal senso è stata Alessia Morani, sottosegretario al ministero dello Sviluppo economico appartenente al Partito Democratico. "L'omicidio di Willy Monteiro a Colleferro è il frutto avvelenato di tutto quell'odio che viene dalla destra. Il problema non sono solo i delinquenti che per 20 minuti hanno massacrato di botte Willy Monteiro avendo cura di spegnere i lampioni per agire con l'oscurità come solo i vigliacchi sanno fare, ma è il contesto culturale in cui quei delinquenti proliferano. La famiglia dice 'in fin dei conti cos'hanno fatto? Era solo un extracomunitario'. E poi c'è quella destra italiana che da anni fa solo propaganda di odio nei confronti degli immigrati che denunciamo da troppo tempo inascoltati", ha accusato la Morani su Facebook.
https://www.ilgiornale.it/news/politica/morte-willy-fango-morani-su-fdi-pronta-querela-fatto-grave-1888678.html

La Ferragni e lo sfogo per Willy: "Tutta colpa della cultura fascista"
[...]
Subito dopo i tragici fatti l'imprenditrice digitale ha inviato le sue condoglianze social alla famiglia, lanciando un primo spunto di riflessione: "Condoglianze alla famiglia di Willy, mi spiace che oltre alla sofferenza della perdita dobbiate subire anche questo. Dove finiremo?". L'amaro sfogo dopo la pubblicazione sui quotidiani della frase pronunciata da alcuni parenti dei killer di Willy: "Era solo un immigrato".

Quel video choc dei picchiatori dopo aver pestato a morte Willy
Poche ore dopo Chiara Ferragni ha però deciso di prendere posizione e in merito ha condiviso nelle storie del suo profilo Instagram il duro post scritto da un altro utente web, l'account @spaghettipolitics, sposandone la visione. "Due giorni fa è stato ucciso Willy Monteiro, italiano 21enne dalla pelle nera da un gruppi di quattro fasci che l'hanno ammazzato a calci", si legge nel post dell'utente ripreso e condiviso dalla Ferragni sulla sua pagina.

L'influencer ha condiviso il pensiero del follower che ha puntato il dito contro la cosiddetta "cultura fascista" e che si è scagliato duramente anche contro la stampa: "I giornali si sono prodigati a estremizzare l'avvenuto in due modi: 1) umanizzando gli aggressori (bravi ragazzi); 2) mettendo tutta la colpa sulle arti marziali che praticavano. I giornali però non mettono il loro focus sul fascismo e sulla cultura predominante nella vita di queste persone. Addirittura c'è chi si propone di eliminare queste arti marziali per risolvere il problema".
https://www.ilgiornale.it/news/spettacoli/colleferro-chiara-ferragni-vero-problema-cultura-fascista-1888677.html
Spera nel meglio, aspettati il peggio

Serenissimo

CitazioneMa che siano invece le donne a incentivare la cultura dell'uomo macho, violento, culturista, muscoloso, dominante sui deboli, tatuato, ecc. ecc. che sono quelli più scelti dall'attuale ipergamia femminile, a nessuno viene in mente di parlarne.


Precisamente . Una volta bulletti del genere venivano considerati come rifiuti della società e trattati come tale . Adesso invece sono presi come modello .

Da una dona a un molin no gh'è gran diferenza.

dotar-sojat

Spera nel meglio, aspettati il peggio

Finnegan

Ovvio che con queste trasmissioni per donne che mandano in onda immagini simili, certi modelli prendano piede. D'altra parte tutte le laureate e dirigenti in giro chi si prendono? Il capo neppure le vuole, rimangono i baristi, come diceva Sex and the city (altra serie femminile molto formativa di professioniste dalla vita di battone che poi si chiedono perché non trovano il grande amore: bello, ricco e naturalmente fedele, che le ami più di se stesso).
Sostienici con una donazione: www.coscienzamaschile.com/dona

Riverrun, past Eve and Adam's, from swerve of shore to bend of bay, brings us by a commodius vicus of recirculation back to Howth Castle and Environs

Junio1

più' che della cultura di destra questi sono figli della De Filippi di Gomorra di Mtv e della cocaina ma quale destra.

Risposta rapida

Attenzione: non sono stati aggiunti messaggi in questa discussione negli ultimi 120 giorni.
A meno che tu non voglia realmente rispondere, prendi in considerazione l'idea di iniziare un nuova discussione.

Nome:
Email:
Verifica:
Lasciare vuota questa casella:
Cognome del Presidente della Repubblica (minuscolo)?:
Scorciatoie: ALT+S invia msg / ALT+P anteprima