Le radici puritane dello spirito americanista

Aperto da deusfur, 26 Ottobre 2020, 12:00:14 AM

Discussione precedente - Discussione successiva

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questa discussione.

deusfur

https://ilforumdegliincel.forumfree.it/?t=78005258#lastpost

nel forum ho aperto questa discussione, ma quella della storia delle religioni è una materia in cui sono un completo ignorante.
se qualcuno di questo forum volesse dare un contributo (anche sulla parte riguardante il Talmud), mi farebbe molto piacere.

Finnegan

#1
Vorrei affrontare il discorso da una prospettiva maschile e Incel. Diversi studiosi hanno provato la continuità tra protestantesimo, marxismo (Marx era un ammiratore di Lutero) e darwinismo sociale (i "meno adatti", i "perdenti" meritano la loro sorte).
Sin dagli inizi il protestantesimo mette l'accento sul successo materiale, economico ma non solo. Non c'è nessuna vera dimensione spirituale, il protestantesimo non è altro che una benedizione dell'accumulo di denaro.
Ancora oggi gli USA, ma anche altre nazioni protestanti, sono improntati a un forte materialismo dove ricchezza, bellezza, prestanza fisica, popolarità, successo sono considerate qualità assolute che autorizzano, di fatto, al disprezzo di chi non le possiede: se non hai successo non esisti, non vali nulla e se il vicino ha un'auto più costosa è un dramma (cf. M. McLuhan, Gli Strumenti del Comunicare, Garzanti 1964), la stima della comunità nei tuoi confronti si abbassa palpabilmente (constatato con i miei occhi in Canada) e devi fare di tutto per recuperare il terreno perduto. Ricordo, sempre in Canada, un tale che mi chiedeva ossessivamente che macchina avessi (non ho la macchina), quanto costava, addirittura se avessi uno yacht ecc.

Basta guardare qualche commedia americana per rendersene conto: i "perdenti", i "brutti", i "nerd" sono derisi e non si trova nulla di male in ciò (cf. ad es. il film American Pie - Beta House).
In questi film emerge un comportamento quasi spietato delle donne verso uomini che non considerano alla loro altezza e la cui sola frequentazione potrebbe minare la loro reputazione e la loro popolarità.
E' una delle ragioni per cui il centro della vita degli americani è la gioventù - la vecchiaia essendo considerata una semplice decadenza fisica e non la fase più saggia della vita. Ho visto donne di 40-50 anni piangere ricordando i bei tempi in cui erano le reginette dei concorsi di bellezza locali. E' il famoso Muro di chi ripone la propria autostima (e vanità) in qualità fisiche e materiali
Si può ipotizzare che l'ipergamia (nella forma molto accentuata di oggi) e il disprezzo per gli uomini meno prestanti provengano proprio da quella cultura puritana.

Il fanatismo, l'idea di far parte di una nazione con un destino speciale (mi riferisco alle nazioni moderne non all'Antico Testamento) deriva proprio da questa mancanza di trascendenza e di oblio della storia, per cui l'uomo si fa dio di se stesso e invece di trarre con umiltà insegnamenti dal passato, presume di essere migliore delle generazioni che lo hanno preceduto. Henry Ford per esempio amava dire: "La Storia è una fandonia".

La buona notizia è che persino nei Paesi protestanti, questa cultura darwinista è oggi in declino malgrado le apparenze: nell'era elettronica che mette l'accento sulla dimensione spirituale e interiore (non sto a spiegare perché) anche il "perdente", persino il disabile assume pari dignità perché è in grado di creare un proprio spazio sociale.

Quando leggo certe calunnie sugli uomini e sugli Incel, tipiche di chi non ha argomenti mi viene in mette che siamo nella penultima fase della lotta gandhiana: "Prima ci ignorano, poi ci deridono, poi cominciano a combatterci e alla fine vinciamo noi".
Sostienici con una donazione: www.coscienzamaschile.com/dona

Riverrun, past Eve and Adam's, from swerve of shore to bend of bay, brings us by a commodius vicus of recirculation back to Howth Castle and Environs

Derry

Verissimo quello che dici a proposito di una certa mentalità americana: dialogando con un americano è quasi impossibile non sentirsi porre la domanda: "quanto guadagni?",e:  "che macchina hai?", come se le persone al di sotto di una certa soglia di reddito fossero automaticamente dei "perdenti".
Di certo questa mentalità si amplifica nel caso sia una donna a porre la domanda, allora acquista un significato più profondo, significa: "voglio sapere quanto vali economicamente, dimmi subito se vale la pena che io perda tempo a parlare con te".
"Nothing can stop the man with the right mental attitude from achieving his goal; nothing on earth can help the man with the wrong mental attitude."

Finnegan

Già, come è successo non negli uSA ma a Torino, agli operai della Indesit: al profilarsi della licenziamento quasi tutte mogli hanno chiesto la separazione, perché veniva meno l'unico collante del rapporto: i $$.
Sostienici con una donazione: www.coscienzamaschile.com/dona

Riverrun, past Eve and Adam's, from swerve of shore to bend of bay, brings us by a commodius vicus of recirculation back to Howth Castle and Environs

Ent

Questa l'introduzione del prof. D'Amico, cattolico e laureato in filosofia teoretica, ad un proprio video sul film "Joker":

Il recente successo del film "JOKER" ci invita a riflettere sulla società americana in particolare, moderna in generale, e sulle conseguenze che il capitalismo sfrenato e la spersonalizzazione tipica delle grandi città possono avere per la vita spirituale delle persone. In questo video vedremo il peso che ha avuto la religione puritana, nel formare la mentalità oggi imperante in America.




Finnegan

#5
All'ottimo prof. D'Amico sembra sfuggire una sola cosa: Joker è un non-integrato cui non ne è andata bene una. Non credo sarebbe difficile per molti uomini italiani oggi, magari disoccupati e lettori di informazione alternativa, identificarsi con questo aspetto del personaggio. Per esempio molti utenti dei forum maschili dicono che determinati argomenti, pur sostenuti da dati fatto, sono tabù nella vita sociale.
Allo stesso tempo però Joker è un pazzo e un criminale, con tipica patologizzazione del dissenso. Il messaggio è: se non ti va bene è colpa tua non del sistema e ti conviene stare buono. I manuali di regia (si veda quello di Madsen ad esempio) spiegano che tale messaggio è presente in molti film (ad es. I Duellanti e alcuni western): chi non si adatta alla società tecnocratica, l'uomo integro che non salta sul carro del vincitore finisce male.
Qui ci viene in aiuto il prof. Eric McLuhan, che spiega che la funzione del cinema oggi è di tenere la gente in uno stato di impotenza. Forse è anche per questo che certe opinioni le leggiamo solo in rete, ma nella vita reale parliamo solo di tempo e di vacanze.
Sostienici con una donazione: www.coscienzamaschile.com/dona

Riverrun, past Eve and Adam's, from swerve of shore to bend of bay, brings us by a commodius vicus of recirculation back to Howth Castle and Environs

deusfur

Citazione di: Finnegan il 26 Ottobre 2020, 11:47:22 PM
All'ottimo prof. D'Amico sembra sfuggire una sola cosa: Joker è un non-integrato cui non ne è andata bene una. Non credo sarebbe difficile per molti uomini italiani oggi, magari disoccupati e lettori di informazione alternativa, identificarsi con questo aspetto del personaggio. Per esempio molti utenti dei forum maschili dicono che determinati argomenti, pur sostenuti da dati fatto, sono tabù nella vita sociale.
Allo stesso tempo però Joker è un pazzo e un criminale, con tipica patologizzazione del dissenso. Il messaggio è: se non ti va bene è colpa tua non del sistema e ti conviene stare buono. I manuali di regia (si veda quello di Madsen ad esempio) spiegano che tale messaggio è presente in molti film (ad es. I Duellanti e alcuni western): chi non si adatta alla società tecnocratica, l'uomo integro che non salta sul carro del vincitore finisce male.
Qui ci viene in aiuto il prof. Eric McLuhan, che spiega che la funzione del cinema oggi è di tenere la gente in uno stato di impotenza. Forse è anche per questo che certe opinioni le leggiamo solo in rete, ma nella vita reale parliamo solo di tempo e di vacanze.
avresti link degli scritti di questi autori che hai citato?
Madsen e McLuhan

Finnegan

Non ci sono link, sono testi della mia biblioteca privata pressoché introvabili :smile:
Sostienici con una donazione: www.coscienzamaschile.com/dona

Riverrun, past Eve and Adam's, from swerve of shore to bend of bay, brings us by a commodius vicus of recirculation back to Howth Castle and Environs

Finnegan

#8
C'è da aggiungere che questo spirito puritano si è notevolmente attenuato di recente, sia per l'aumento della popolazione cattolica che per il gran numero di negri americani che non aderiscono a questa filosofia e hanno spesso una elevata consapevolezza sociale.
Soprattutto, da anni i media hanno cambiato narrativa proponendo valori più europei. Trump (speriamo lo rieleggano) non ha fatto guerre ed è un sovranista come potrebbero (dovrebbero) essercene in Europa e infatti ha cercato di dare non poco sostegno all'Italia prima che il governo affondasse, pare (secondo Blondet) con l'aiuto dei Clinton.
Sostienici con una donazione: www.coscienzamaschile.com/dona

Riverrun, past Eve and Adam's, from swerve of shore to bend of bay, brings us by a commodius vicus of recirculation back to Howth Castle and Environs

Risposta rapida

Attenzione: non sono stati aggiunti messaggi in questa discussione negli ultimi 120 giorni.
A meno che tu non voglia realmente rispondere, prendi in considerazione l'idea di iniziare un nuova discussione.

Nome:
Email:
Verifica:
Lasciare vuota questa casella:
Cognome del Presidente della Repubblica (minuscolo)?:
Scorciatoie: ALT+S invia msg / ALT+P anteprima