Ultima crociata di Boldrini&Co.: "Cambiare donna nella Treccani"

Aperto da dotar-sojat, 23 Marzo 2021, 02:23:14 PM

Discussione precedente - Discussione successiva

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questa discussione.

dotar-sojat

L'attivista Maria Beatrice Giovanardi ha inviato una lettera aperta, pubblicato sul sito de La Repubblica, all'Istituto dell'Enciclopedia Italiana per chiedere di eliminare "i riferimenti sessisti" che compaiono nel sinonimo della parola "donna" della versione online dello storico vocabolario. A sostenere la battaglia di Giovanardi ci sono 100 personalità del mondo della politica e dell'istruzione, fra cui Giuliana Giusti, professoressa in glottologia di Ca' Foscari, Marica Calloni, professoressa di Filosofia politica della Bicocca, Elena Ugolini, preside già sottosegretario all'Istruzione del governo Monti, l'ex presidente della Camera Laura Boldrini e la scrittrice Michela Murgia.

"Epiteti dispregiativi e sessisti"
La richiesta inviata alla Treccani è quella di ripensare la scelta sulla definizione del sinonimo di donna eliminando "i vocaboli espressamente ingiuriosi" e "inserendo espressioni che rappresentino, in modo completo e aderente alla realtà di oggi, il ruolo delle donne nella società". Una richiesta che, secondo le persone che sostengono la campagna portata avanti da Maria Beatrice Giovanardi, non è destinata a "porre fine al sessismo quotidiano, ma potrebbe contribuire a una corretta descrizione e visione della donna". Come scrive la manager emiliana nella lettera aperta inviata all'Istituto dell'Enciclopedia Italiana, nel dizionario dei sinonimi, in riferimento alla parola "donna", si trovano eufemismi come "buona donna" e sue declinazioni come "prostituta", "cagna", "zoccola", "bagascia", e varie espressioni tra cui "serva". Con queste espressioni associate al concetto di "donna", sostiene l'ultima battaglia semantica del politicamente corretto, trovano "posto inoltre una miriade di esempi ed epiteti dispregiativi, sessisti, talvolta coraggiosamente definiti eufemismi" come "donna allegra",cortigiana", "lucciola". Simili espressioni, afferma Giovanardi, "non sono solo offensive" ma, quando offerte senza uno scrupoloso contesto, "rinforzano gli stereotipi negativi e misogini che oggettificano e presentano la donna come essere inferiore".

Come aveva raccontato La Repubblica, la manager italiana esperta di marketing e pr e da anni attiva nelle battaglie per i diritti delle donne, aveva condotto la medesima guerra - vincendola - contro l'Oxford English Dictionary, il prestigioso vocabolario di lingua inglese redatto dalla Oxford University Press, che aveva deciso, lo scorso novembre, di aggiornare la definizione proprio a seguito della denuncia dell'attivista emiliana. Vedremo se la reazione della Treccani sarà la stessa.
https://www.ilgiornale.it/news/cronache/lultima-delle-femministe-contro-treccani-definizione-donna-1928757.html
Spera nel meglio, aspettati il peggio

Finnegan

Di questo passo gli uomini saranno fuori legge, forse chiederanno la castrazione chimica, la terapia genica è già in corso coi vaccini. Sono solo battute. Per ora.
Sostienici con una donazione: www.coscienzamaschile.com/dona

Riverrun, past Eve and Adam's, from swerve of shore to bend of bay, brings us by a commodius vicus of recirculation back to Howth Castle and Environs

Risposta rapida

Attenzione: non sono stati aggiunti messaggi in questa discussione negli ultimi 120 giorni.
A meno che tu non voglia realmente rispondere, prendi in considerazione l'idea di iniziare un nuova discussione.

Nome:
Email:
Verifica:
Lasciare vuota questa casella:
Cognome del Presidente della Repubblica (minuscolo)?:
Scorciatoie: ALT+S invia msg / ALT+P anteprima