CREPALDI: "IL FEMMINISMO È PER LA PARITÀ!"

Aperto da Junio1, 28 Luglio 2021, 09:09:12 PM

Discussione precedente - Discussione successiva

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questa discussione.


Junio1

#1
Crepaldi  è effettivamente un ingenuotto  a difendere il femminismo del passato come nobile e giustificabile in tutto. Ascoltate questo  volgarotto e a parer mio triste  inno  femminista al minuto 3,37 scritto e montato da una storica femminista anni 60-70 nota come Meri Lao trallaltro una delle più colte e apparentemente raffinate intelletttuali scrittrice maestra di yoga insegnante e musicista che aveva lavorato con Fellini


https://www.youtube.com/watch?v=yW6BbjTXgPM&t=292s&ab_channel=MeriLao

Finnegan

#2
Sono parole aberranti, senza l'attenuante della finzione come in Fellini: il delirio femminista è realtà.

Non penso che Crepaldi sia un ingenuo. Credo invece, come dice Johann, che reciti la parte di se stesso, rifugiandosi dietro le sue parole che diventano un muro tra lui e gli altri. Il potere chiede e ottiene di desocializzarsi, di sparpagliarsi.
Questa finzione di fondo, attuata per compiacere il potere, impedisce la formazione relazioni veramente umane e di comunità.
Per molti versi lo capisco perché si è trovato in seri guai, ma così non se ne esce.
Appena qualcuno dice un filo di verità (spesso ovvia ed evidente) e balugina un accenno di autonomia dal potere, si mette in moto una macchina che mette tutto a tacere e il soggetto fa pubblica ammenda e brucia il suo grano d'incenso all'imperatore
Sostienici con una donazione: www.coscienzamaschile.com/dona

Riverrun, past Eve and Adam's, from swerve of shore to bend of bay, brings us by a commodius vicus of recirculation back to Howth Castle and Environs

Junio1

Hai ragione sono parole deliranti degne solo di una persona sotto i fumi dell'alcol o della droga più che sdegno mi  trasmette una grande tristezza e nichilismo, un brano davvero lugubre.

johann

#4
Citazione di: Finnegan il 29 Luglio 2021, 02:33:44 AM
Sono parole aberranti, senza l'attenuante della finzione come in Fellini: il delirio femminista è realtà.

Non penso che Crepaldi sia un ingenuo. Credo invece, come dice Johann, che reciti la parte di se stesso, rifugiandosi dietro le sue parole che diventano un muro tra lui e gli altri. Il potere chiede e ottiene di desocializzarsi, di sparpagliarsi.
Questa finzione di fondo, attuata per compiacere il potere, impedisce la formazione relazioni veramente umane e di comunità.
Per molti versi lo capisco perché si è trovato in seri guai, ma così non se ne esce.
Appena qualcuno dice un filo di verità (spesso ovvia ed evidente) e balugina un accenno di autonomia dal potere, si mette in moto una macchina che mette tutto a tacere e il soggetto fa pubblica ammenda e brucia il suo grano d'incenso all'imperatore


grazie per la citazione,  sicuramente e' per tutto tutto quello che scrivi, personalmente penso che il problema di crepaldi sia che fondamentalmente parla per com'è', e' cioè' come di una persona trasparente in buona fede, a prescindere dall'essere d'accordo o meno,  in altre "battaglie di retroguardia gliene avrei dato merito, ma qui al fronte, in prima linea contro il biforcuto sistema di potere che ha nel femminismo e gay pride cantando i suoi denti uncinati, la sua buona fede, aggrava se possibile ancora di più' la sua situazione intellettuale
come possa pensare di andare contro questa gente "nudo" di ogni scaltrezza e perspicacia pensando ingenuamente che esista sempre uno spazio di neutralità' e dialogo tra le parti e' secondo me, (specie per un maschio) masochismo puro :negative:
Un uomo che è un uomo DEVE credere in qualcosa (dal film: il mio nome è nessuno)

Finnegan

#5
Credo che anche la lingua di Crepaldi sia un po' biforcuta, il nostro c'è ma anche ci fa. Non voglio dare lezioni data la situazione in cui si è trovato, ma di certo gli ossequi alle menzogne ufficiali non migliorano la situazione maschile
Sostienici con una donazione: www.coscienzamaschile.com/dona

Riverrun, past Eve and Adam's, from swerve of shore to bend of bay, brings us by a commodius vicus of recirculation back to Howth Castle and Environs

Junio1

Crepaldi è ambiguo difende scientificamente il gender come se fosse tutto biologico , dice che la legge Zan non è una cattiva legge anche se potrebbe essere mal interpretata non vuole affrontare il sistema o semplicemente è un libertario


https://www.youtube.com/watch?v=1CgwuCTdtsA&ab_channel=MarcoCrepaldi

Finnegan

Mi sa che l'hanno completamente addomesticato. Oppure la pensa davvero così. Poco importa, non lo seguo più, parli pure al suo pubblico se gliene rimarrà uno.
Sostienici con una donazione: www.coscienzamaschile.com/dona

Riverrun, past Eve and Adam's, from swerve of shore to bend of bay, brings us by a commodius vicus of recirculation back to Howth Castle and Environs

Risposta rapida

Attenzione: non sono stati aggiunti messaggi in questa discussione negli ultimi 120 giorni.
A meno che tu non voglia realmente rispondere, prendi in considerazione l'idea di iniziare un nuova discussione.

Nome:
Email:
Verifica:
Lasciare vuota questa casella:
Cognome del Presidente della Repubblica (minuscolo)?:
Scorciatoie: ALT+S invia msg / ALT+P anteprima