Nunzia Alessandra Schilirò, vice Questore di Roma contro la dittatura sanitaria

Aperto da Finnegan, 27 Settembre 2021, 05:52:21 PM

Discussione precedente - Discussione successiva

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questa discussione.

Finnegan

Da Twitter:

Nunzia Alessandra Schilirò, vice Questore di Roma
"La disobbedienza civile è un dovere sacro quando lo Stato diventa dispotico."

"Meravigliosa!
Guardate la luce che emana questa grande e coraggiosa donna.
Stima immensa"

Viganò al NO Paura Day: Non Abbiate Paura! Aprite le Porte a Cristo!

Cari amici e nemici di Stilum Curiae, riceviamo e volentieri pubblichiamo il messaggio che l'arcivescovo Carlo Maria Viganò ha inviato ieri al No Paura Day, che si è svolto con la partecipazione di decine di migliaia di persone – alcuni dicono centomila – a San Giovanni a Roma. E cogliamo l'occasione per esprimere tutta la nostra solidarietà, e la mia ammirazione, per questa grande donna,  il Vice Questore Nunzia Alessandro Schilirò, che non ah avuto paura di esprimere la sua contrarietà di cittadina al quella misura inutile e discriminate, e anticostituzionale, che  è il Green Pass. Non possiamo che esprimere la nostra delusione nei confronti dei politici – per esempio il Master Mind di Fratelli d'Italia Guido Corsetto – che ha giudicato inopportune le parole di Nunzia Alessandro Schilirò. Se questi sono l'opposizione, quelli al governo chi sono? Ma quanto sono lunghi i tentacoli di Big Finance, Big tech e Big Pharma?

Cari amici,

Cari fratelli e sorelle,

permettetemi di unirmi a voi per esprimervi la mia vicinanza spirituale e tutto il mio appoggio. La vostra presenza in questa piazza, come in tante piazze d'Italia, dimostra che vi sono ancora persone che non rinunciano ad esercitare la propria intelligenza e che non sono intenzionate a rinunciare alla propria libertà.

Siete tornati a riunirvi per esprimere la vostra determinazione a non lasciarvi trarre in inganno dalle menzogne della narrazione dei media di regime, dalle censure delle piattaforme social e delle televisioni, dal terrorismo seminato ad arte per costringervi alla somministrazione di un siero genico sperimentale del quale emergono ogni giorno ulteriori gravi effetti collaterali, anche letali, assieme alla dimostrazione della sua inefficacia nel contenere il contagio

Abbiamo capito tutti, credo, che la pandemia è usata come mezzo per ottenere quel Great Reset che da anni era stato pianificato in tutti i suoi dettagli. È sconcertante vedere come tutte le forze politiche, anche quelle dalle quali ci si sarebbe potuti aspettare una qualche opposizione all'instaurazione di questa dittatura sanitaria, si siano rese complici di un'élite di cospiratori criminali. Governanti, magistrati, forze dell'ordine, medici e scienziati, funzionari pubblici e privati, giornalisti, ma anche Vescovi e sacerdoti, e gli stessi vertici del Vaticano: in ogni parte del mondo, tutti seguono uno stesso copione, sotto un'unica regia. Abbiamo visto fino a dove si spinge la loro furia ideologica: discriminare e criminalizzare chi sceglie di non essere parte di questa sperimentazione di massa, mossa da un piano antiumano – perché fondamentalmente anticristico – e da enormi interessi economici.

Ma se siete tutti consapevoli dell'assurdità e dell'assoluta gravità di quanto avviene da ormai un anno e mezzo; se molti di voi comprendono che il Covid è strumentale alla limitazione delle libertà naturali dei cittadini e all'instaurazione di un regime orwelliano in cui ognuno di noi è tracciato e controllato in ogni sua attività; dall'altro lato occorre andare più a fondo, occorre cioè riconoscere che quanto vediamo accadere risponde ad un progetto disumano da parte di personaggi che odiano non solo la salute del corpo, ma anche e soprattutto la salvezza dell'anima.

Ognuno di voi, ognuno di noi ha un'anima immortale, creata da Dio e redenta da Nostro Signore Gesù Cristo con il sacrificio della Croce. Per ognuno di noi il Signore ha versato il Suo Sangue, ed è nostro e vostro dovere custodire la vostra anima immortale nella Grazia di Dio, seguendo i Suoi Comandamenti e testimoniando con coraggio la Fede proprio nei momenti in cui essa è minacciata in modo così grave, anche da coloro che attualmente governano la Chiesa, e che si sono schierati dalla parte del Nemico.

Dobbiamo riconoscere che, se siamo giunti a questo punto, lo dobbiamo in gran parte alla nostra infedeltà, all'aver lasciato che altri decidessero al posto di Dio cosa è giusto e cosa non lo è, all'aver consentito che in nome della tolleranza si consentisse l'omicidio dei bambini nel ventre materno, l'uccisione dei malati e degli anziani, la degenerazione della morale cristiana e la corruzione dei bambini e dei giovani.

Quanto avviene oggi è il frutto avvelenato di decenni di dissoluzione, di ribellione alla Legge del Signore, di peccati e vizi che gridano vendetta al cospetto di Dio.

La Provvidenza ci mostra come può diventare il mondo, quando abbandona la Signoria di Gesù Cristo e si pone sotto la schiavitù di Satana. Le mie non sono parole apocalittiche – come qualcuno sostiene – ma un severo monito, come Pastore della Chiesa Cattolica, a tornare a Dio, a riconoscere che dove non regnano Cristo Re e Maria Regina, impera la crudele e spietata tirannide del demonio, che promette fratellanza universale, mentre vuole solo la nostra dannazione.

Vorrei far mie le parole di Giovanni Paolo II, che pronunciò all'inizio del suo Pontificato nel 1978: «Non abbiate paura! Aprite, anzi, spalancate le porte a Cristo! alla sua salvatrice potestà. Non abbiate paura! Aprite, anzi, spalancate le porte a Cristo! Gesù Cristo è Re e Signore della Storia, nelle Sue mani sono le sorti e i destini di ciascuno di noi, degli Stati e della Santa Chiesa. Egli non permetterà che soccombiamo dinanzi all'assalto del nemico del genere umano. Ritornate, ritorniamo tutti a Lui, con la fiducia del figliuol prodigo che chiede umilmente al padre di perdonarlo e di riaccoglierlo nella sua casa. Ritorniamo ad essere Cristiani, fieri della nostra Fede e della civiltà che la Religione ha edificato nel corso di duemila anni di Storia, e di cui la nostra amata Patria, l'Italia, ne è stata la culla. Ritorniamo a difendere nell'impegno civile e politico quei valori non negoziabili che oggi vediamo negati e conculcati. Ma soprattutto – vi prego, vi scongiuro: ritorniamo a vivere nella Grazia di Dio, a frequentare i Sacramenti, a praticare le virtù, ad essere Cristiani coerenti con le promesse del Battesimo, autentici testimoni di Cristo.



E perché questo giorno in cui manifestate pubblicamente e con coraggio la vostra opposizione all'incombente tirannide non rimanga sterile e privo di luce soprannaturale, vi invito tutti a recitare con me le parole che il Signore ci ha insegnato. Facciamolo con fervore, con slancio di carità, invocando la protezione di Nostro Signore e della Sua Santissima Madre su noi tutti, sulle nostre famiglie, sulla nostra Patria e sul mondo intero: Padre nostro, che sei nei cieli, sia santificato il Tuo Nome, venga il Tuo regno, sia fatta la Tua volontà come in cielo così in terra. Dacci oggi il nostro pane quotidiano, rimetti a noi i nostri debiti, come noi li rimettiamo ai nostri debitori e non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal Male. Amen.

+ Carlo Maria Viganò, Arcivescovo



26 Settembre 2021

Dominica XVIII Post Pentecosten

https://www.marcotosatti.com/2021/09/27/vigano-al-no-paura-day-non-abbiate-paura-aprite-le-porte-a-cristo/
Sostienici con una donazione: www.coscienzamaschile.com/dona

Riverrun, past Eve and Adam's, from swerve of shore to bend of bay, brings us by a commodius vicus of recirculation back to Howth Castle and Environs

johann


lunga vita a mons vigano'  il "mio" papa di riferimento 


ultimamente ho avuto modo di parlare della situazione in generale con alcuni cattolici, piuttosto al la page, sono stato investito quasi travolto da tutta una foga esortante penitenza e preghiera per ben disporsi all'ineluttabilità' della misericordia Divina da restarne praticamente senza parole.  dopo ho provveduto a ruminare ben bene la cosa e ho compreso che non mi trovavo in un consesso cattolico ma praticamente protestante, nessun dubbio, nessuna critica, nessun giudizio all'andazzo della società', del mondo, della storia,  nessun senso di responsabilità' in capo a se stessi sulla necessita di ...si! Pregare ma di aiutare il buon Dio ad aiutarci, nel senso di OPERARE opere di fede nelle scelte civiche politiche personali


e diabolico constatare come questa gente sedicente cattolica, totalmente sintonizzata sull'onda del progressismo secolare, abbia di fatto completamente rigettato lo schema dogmatico cristiano voluto da DIO,  non ci sono certezze non ci sono principi non c'è niente di perenne assoluto universale tranne una visione sempre più gnostica e panteista di DIO  la cosa e' ancora più tragicomicamente (per loro) disforica se si vede come l'onda del cattolicesimo "adulto" e la sua fede "emancipata" avanzi in modo del tutto incoerente sulle gambe non di una esaltazione della ragione che persegue anche in questo ambito spazi di libertà', autodeterminazione bla  bla, ma al contrario su di un fideismo cieco e assoluto (in mala fede contestato ai cattolici tradizionali) tipico per l'appunto del credo protestante (che infatti non ha mai niente da dire sulle cose del mondo) siamo davanti a un sofisma di tale sottigliezza che solo il porco del diavolo può esserne artefice 


oggi nel panorama del popolo cattolico gli unici fedeli,  cittadini,  uomini, veramente liberi, consapevoli e indipendenti sono i cattolici tradizionali quelli che hanno inteso la fede come il buo DIO l'ha sempre chiesta: fede come assenso della ragione alla verità' rivelata ecco perché secondo me questi sono tempi in cui la preghiera deve tassativamente essere finalizzata alle opere, e di questi tempi per il bene supremo della chiesa e di conseguenza della società' le opere di cui più c'è' bisogno non sono quelle dell'agenda progressista (migranti, ambiente ecc) ma quelle che richiede un fermo e intollerante ai compromessi attivismo politico dentro e fuori la chiesa per contestare alla radice .. la radice di tutti i mali:   questo schifoso mondo in cui viviamo
Un uomo che è un uomo DEVE credere in qualcosa (dal film: il mio nome è nessuno)

Finnegan

A me hanno insegnato che la grazia viene data SOLO E SE usiamo prima i nostri doni naturali. E' il classico proverbio che la gente "istruita" di oggi ha dimenticato: "Aiutati che Dio t'aiuta".
Sostienici con una donazione: www.coscienzamaschile.com/dona

Riverrun, past Eve and Adam's, from swerve of shore to bend of bay, brings us by a commodius vicus of recirculation back to Howth Castle and Environs

Il Conte di Lautréamont

Intanto guardate la notizia di oggi ( sempre che non ne siate già a conoscenza:

https://www.liberoquotidiano.it/news/personaggi/28843549/tagada-roberto-castelli-sono-vittima-vaccino-io-morto-che-cammina.html

Riguardo al topic mi viene da dire che:
1) Dio non vuole sacrificio ma misericordia...e quindi gli pseudocattolici non possono obbligare nessuno a farsi un vaccino sacrificando la propria salute. La misericordia, in questo caso, sarebbe quella dei medici che dovrebbero ritornare in mezzo ai malati e a provvedere con le cure domiciliari sullo stesso esempio di quei dottori che fanno parte dell'associazione Ippocrate.org;
2) Sacrificarsi in nome della collettività è una barbarie pagana ...che per l'appunto è stata definitivamente abolita come costume religioso proprio dalla venuta di Gesù: il Dio che sacrifica se stesso, in nome di se stesso, per salvezza del mondo rende infatti ridicolo ogni altro sacrificio.
3) Quando un vaccinato ha paura di essere contagiato da un non vaccinato, non è solo una stupidaggine scientifica, ma il segnale che quel soggetto non crede minimamente a Dio.

Detto questo RESISTENZA AD OLTRANZA e di Schilirò ne vedremo molte altre. Non so voi, ma io mi sento come Solženicyn a tempi di Stalin.

Finnegan

Sostienici con una donazione: www.coscienzamaschile.com/dona

Riverrun, past Eve and Adam's, from swerve of shore to bend of bay, brings us by a commodius vicus of recirculation back to Howth Castle and Environs

Il Conte di Lautréamont

Citazione di: Finnegan il 28 Settembre 2021, 05:32:12 PM
Citazione di: Il Conte di Lautréamont il 28 Settembre 2021, 05:19:07 PM
mi sento come Solženicyn a tempi di Stalin.
Anch'io, chissà perché!
Forse perchè chi si è occupato di QM sa già da un bel pezzo di stare dentro ad un regime totalitario. Io mi sento Solženicyn solo da 4-5 anni e Jünger da 2 anni tutte le volte che entro in un bosco.

johann

Un uomo che è un uomo DEVE credere in qualcosa (dal film: il mio nome è nessuno)

Ent

Se le parole riportate qui (https://www.coscienzamaschile.com/index.php/topic,2603.msg10508/topicseen.html#msg10508 sono vere, se davvero ha affermato a La7 che sono morte sul rogo 30 milioni di streghe, perché "minacciavano il potere degli uomini" o perché "avevano avuto il coraggio di denunciare  i loro stupratori", la mia stima per la suddetta, su una scala da un minimo di 1 a un massimo di 10, è zero.


Il Conte di Lautréamont

Citazione di: Ent il  4 Ottobre 2021, 06:51:38 PM
Se le parole riportate qui (https://www.coscienzamaschile.com/index.php/topic,2603.msg10508/topicseen.html#msg10508 sono vere, se davvero ha affermato a La7 che sono morte sul rogo 30 milioni di streghe, perché "minacciavano il potere degli uomini" o perché "avevano avuto il coraggio di denunciare  i loro stupratori", la mia stima per la suddetta, su una scala da un minimo di 1 a un massimo di 10, è zero.



A me non interessano le inesattezze di queste affermazioni, perchè anche Ida Magli a 30 anni era femminista, poi vai a vedere quello che vergava contro il femminismo una volta vecchia e saggia. E' probabile che la Schilirò imboccherà la stessa parabola, anche perchè stare contro il Green pass la porta a scontrarsi inevitabilmente contro le femministe che l'hanno messa sul piedistallo. Noi non siamo i giudici, ma giudice è la storia. Ora per il momento si sta battendo contro la dittatura sanitaria e vedere le femministe scannarsi a vicenda è uno spettacolo fantastico da gustare con un sacchetto di pop corn.

Finnegan

Penso anch'io. Non ero al corrente delle solite storie sulla caccia alle streghe, ma se una si schiera contro il marchio verde il gesto (almeno quello) non è da biasimare perché la tipa è femminista.
D'altra parte c'è chi ha spesso invocato alleanze col femminismo "moderato" e nessuno dei soliti sicofanti ha mai trovato da ridire, non vedo perché si debba tacciare di femminismo chi riporta un gesto importante di un vicequestore a prescindere dalle sue idee sulle streghe, che in questo contesto hanno ben poca rilevanza.
Le femministe sono tutte pro-vax come certi siti maschili che addirittura invocano alleanze coi trans per (dicono) spaccare il fronte femminista, per cui al solito teatrino di lezioni sul femminismo di simili macchiette si può solo chiudere il sipario.
Sostienici con una donazione: www.coscienzamaschile.com/dona

Riverrun, past Eve and Adam's, from swerve of shore to bend of bay, brings us by a commodius vicus of recirculation back to Howth Castle and Environs

Risposta rapida

Attenzione: non sono stati aggiunti messaggi in questa discussione negli ultimi 120 giorni.
A meno che tu non voglia realmente rispondere, prendi in considerazione l'idea di iniziare un nuova discussione.

Nome:
Email:
Verifica:
Lasciare vuota questa casella:
Cognome del Presidente della Repubblica (minuscolo)?:
Scorciatoie: ALT+S invia msg / ALT+P anteprima