Green pass - cosa combinano le aziende

Aperto da dotar-sojat, 18 Ottobre 2021, 06:11:21 AM

Discussione precedente - Discussione successiva

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questa discussione.

dotar-sojat

Facendo di mestiere il consulente per la sicurezza, mi sono trovato anche l'incombenza di redigere i protocollo anticontagio aziendali e, nell'ultimo mese, di assistere le imprese per la gestione del Green Pass.
Tralasciando l'estrema confusione data da informazioni carenti, ambigue e lasciate solo all'ultimo, l'impressione che ho avuto dalle domande frequenti dei clienti è che praticamente a nessuno gliene frega più un cacchio del covid e la possibilità del contagio in azienda (per il quale il GP ci viene sciroppato come uno strumento di contrasto) ma solamente di non incorrere nelle sanzioni che l'ASL potrebbe comminare in caso di controllo. Ma c'è anche chi non vede l'ora di beccare in castagna un collega o dipendente per cacciarlo fuori, anche perché si sa chi è vaccinato e chi no, sebbene il ddl non dovrebbe saperlo. Per cui mi giungono richieste del tipo "ma se uno gli scade il tampone alle 10 devo cacciarlo?" ... eh certo, alle 9.59 è sano, alle 10.00 diventa appestato.
Per non parlare di chi, in barba alla privacy, ha già richiesto copie dei pass e delle scadenze dei vaccini; o chi non vuole tamponati in azienda, ma solo vaccinati. Ho più persone che mi raccontano di episodi al limite del mobbing di chi non si è vaccinato.
Questa sorta di "mi taglio le palle per far dispetto a mia moglie" è assurda e figlia del clima terroristico degli ultimi 18 mesi, ci sono dirigenti e datori di lavoro che preferiscono privarsi di un dipendente, magari specializzato, pur di andargli addosso o cacciarlo.
C'è chi organizza non solo il controllo all'accesso, ma anche i controlli "a campione", o a sorpresa, nel corso della giornata, come i controllori dei treni, nella speranza di beccare qualche tamponato scaduto e allontanarlo.
Pazzesco.
Spera nel meglio, aspettati il peggio

Finnegan

Sostienici con una donazione: www.coscienzamaschile.com/dona

Riverrun, past Eve and Adam's, from swerve of shore to bend of bay, brings us by a commodius vicus of recirculation back to Howth Castle and Environs

johann

dalle mie parti prevale il subdolo ricatto insito nel vaccino quale scusante per imporre il green pass. molti cedono alla morale "tengo famiglia" altri davanti alla consapevolezza tanto più' allarmante quanto più commisurata alla dittatoriale unanimità' anche di lessico di tutta la struttura rappresentativa della società' (buoni ultimi anche i rinnegati dei sindacati ufficiali che ci stanno facendo la figura del sindacalismo nella russia sovietica) stanno prendendo consapevolezza di vivere un momento storico cruciale nel quale i principi democratici per quanto male in arnese stanno chiedendo aiuto a tutte le persone realmente libere in circolazione per fare opposizione e resistenza all'ennesimo governo non eletto (quanti sono?) del presidente degli interessi sovranazionali mattarella,
consapevoli che la posta in gioco va ben oltre l'artefatta questione di una presunta sanità' pubblica o di mero senso civico ma va dritto a intaccare le fondamenta stesse del sistema democratico in quanto tale, prima ancora delle sue declinazioni più o meno imperfette dei vari paesi,  consapevoli che la buffonata criminale della vaccinazione sta' sdoganando in seno alla democrazia delle vere e proprie prassi dittatoriali  e' se e' vero (come e' vero!) che la moneta cattiva scaccia quella buona si rendono conto che stiamo facendo anticamera di un futuro nazicomunista già' scritto dai soliti bastardi della cupola ideologica massonico mafiosa che ben  sappiamo.
Queste persone sono disorientate da tanta improvvisa "responsabilità" storica e comprensibilmente sono disperse titubanti e incerte su da farsi. L'importante in questa fase e' fare quanto più' possibile per accentuare questa spaccatura sociale, per divaricare le posizioni per aumentare le differenze in modo da renderne incolmabile la distanza tra queste persone e il regime del sistema, in modo da sottrarre questa controversia al tranello del sistema che la vuole dentro la sua logica destra / sinistra,  in modo che ci penseranno gli opposti muri e le opposte trincee a fare opera di persuasione e convincimento che questa volta non si tratta di scegliere un partito tra' i tanti, ma bisogna schierarsi contro l'intero sistema.
Altro compito vitale e soffocare sul nascere la puntuale insorgenza dell'area mediatrice compromissoria altrimenti nota come centrista (vedi la fionda rispetto alla QM) che prostituita al potere funge il ruolo effeminato della circuizione e dell'abbindolamento ruffiano e lascivo delle opinioni (abbiamo visto con la DC come e' andata a finire) questa volta no! Non deve finire allo stesso modo. ...avanti popolo alla riscossa! l'insorgente bandiera rossa fallirà'
Un uomo che è un uomo DEVE credere in qualcosa (dal film: il mio nome è nessuno)

Finnegan

#3
Il sistema prospera della disattenzione della gente, per cui si rifugia nell'ambiguità. "Con gli inferi abbiamo fatto un patto" dovrebbe essere il moto de La Fionda, che tanto ama i riferimenti biblici ma poi dice che il femminismo è cominciato con le Nozze di Cana.
Agli irriducibili è riservato un trattamento ben diverso ma sempre sotterraneo, con campagne diffamatorie e ban senza motivazione, persino dalla pagina FB degli amministratori di siti maschili [approvati da la Fionda].
E' una guerra, loro lo sanno bene e la praticano senza eslcusione di colpi.
Alla fine come dici è inevitabile, qualunque cosa si faccia o meno, che si creino due schieramenti opposti
Sostienici con una donazione: www.coscienzamaschile.com/dona

Riverrun, past Eve and Adam's, from swerve of shore to bend of bay, brings us by a commodius vicus of recirculation back to Howth Castle and Environs

Finnegan

#4


Nonostante il Green pass, la campagna vaccinale è un flop (ma nessuno lo dice)
13 Ottobre 2021, 10:35

Mentre il governo preparava, a settembre, la stretta finale, annunciando che il Green pass sarebbe diventato obbligatorio per poter lavorare e ponendo così il proverbiale, ultimo chiodo sulla bara delle libertà dei cittadini, i giornali mainstream festeggiavano all'unisono un successo immediato. Sottolineando tutti, nessuno escluso, i risultati già raggiunti. Il Corriere della Sera parlava di "effetto scossa" e "crescita di adesioni e vaccinazioni", La Stampa di vera e propria "corsa al vaccino" e via dicendo. Mesi dopo, ecco però emergere una realtà che stona parecchio con quella descritta dalle testate italiane, da tempo ormai asservite al governo.

Nonostante il Green pass, la campagna vaccinale è un flop (ma nessuno lo dice)
Quando mancano poche ore all'introduzione dell'obbligo di certificazione verde per poter svolgere la propria professione, ecco infatti arrivare numeri ben diversi rispetto a quelli sciorinati da chi celebrava il governo Draghi per aver costretto gli italiani a vaccinarsi in massa. Secondo i dati riportati da La Verità, l'annuncio del Green pass avrebbe aumentato la percentuale di italiani che hanno completato il ciclo delle due dosi soltanto del 6%. Non proprio un risultato impressionante, considerando che non è dato sapere quanti di questi si sarebbero comunque sottoposti alla somministrazione, per propria volontà.

Complessivamente, il quadro italiano vede più di 8 milioni di persone over 12 che non hanno ancora ricevuto nemmeno la prima dose: di questi, 6,2 milioni sono in età lavorativa, quindi direttamente interessati dall'introduzione del Green pass obbligatorio. Numeri ai quali vanno aggiunti altri, come ad esempio i 18 mila agenti delle forze dell'ordine che non hanno voluto o potuto fare il vaccino, e che quindi dal 15 ottobre saranno costretti a ricorrere a tamponi costanti per poter svolgere il proprio lavoro di garanzia della pubblica sicurezza.

Insomma, il grande successo di Draghi e del generale Francesco Paolo Figliuolo che i media avevano previsto non si è, in realtà, avverato. Nonostante un clima d'odio crescente, con i santoni-virologi che si permettono ormai di dare dei "sorci" ai non vaccinati (parole di Roberto Burioni) o auspicare un progressivo "schiacciamento degli opportunisti" (il ministro Renato Brunetta). Tra l'altro, il governo non ha nemmeno comunicato l'obiettivo da raggiungere per poter dichiarare cessata l'emergenza e allentare le misure restrittive. Segno di come un passo indietro non sia, ad oggi, nemmeno in discussione.

https://www.ilparagone.it/attualita/nonostante-il-green-pass-la-campagna-vaccinale-e-un-flop-ma-nessuno-lo-dice/?telegram2
Sostienici con una donazione: www.coscienzamaschile.com/dona

Riverrun, past Eve and Adam's, from swerve of shore to bend of bay, brings us by a commodius vicus of recirculation back to Howth Castle and Environs

dotar-sojat

tra le ultime FAQ del governo anche il chiarimento sulla badante che, senza pass, deve essere indotta a lasciare la casa.
Ora, pensate a chi ha genitori malati, 90enni, per cui la badante è un sostegno fondamentale... beh, secondo il governo, dovrebbero metterla fuori di casa e sostituirla con un'altra. Peccato che trovare badanti, soprattutto quelle h24, è molto difficile, ci vuole tempo, bisogna essere certi a chi si affidano i propri genitori, non certo la prima che arriva dai balcani.
Per non contare chi si è appena fatta la prima dose, per il governo deve essere allontanata finché non passano due settimane, e come si fa in quelle due settimane? con chi la sostituisci? la cacci e poi la riprendi?
follia pura
Spera nel meglio, aspettati il peggio

Finnegan

Sostienici con una donazione: www.coscienzamaschile.com/dona

Riverrun, past Eve and Adam's, from swerve of shore to bend of bay, brings us by a commodius vicus of recirculation back to Howth Castle and Environs

Risposta rapida

Attenzione: non sono stati aggiunti messaggi in questa discussione negli ultimi 120 giorni.
A meno che tu non voglia realmente rispondere, prendi in considerazione l'idea di iniziare un nuova discussione.

Nome:
Email:
Verifica:
Lasciare vuota questa casella:
Cognome del Presidente della Repubblica (minuscolo)?:
Scorciatoie: ALT+S invia msg / ALT+P anteprima