Patente di femminismo dal Vaticano

Aperto da Il Conte di Lautréamont, 27 Ottobre 2021, 08:14:20 PM

Discussione precedente - Discussione successiva

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questa discussione.

Il Conte di Lautréamont

Quello che non capirò mai è per quale satanico motivo esiste un femminismo cattolico. Ma non è un ossimoro?

Finnegan

Dove sarebbe questo femminismo cattolico? :biggrin: Ci sono associazioni, documenti di magistero?
Le uscite di Bergoglio ad alta quota non impegnano i fedeli, sono sue opinioni personali (di 'dottore privato') anche se farebbe meglio a tacere.
Sostienici con una donazione: www.coscienzamaschile.com/dona

Riverrun, past Eve and Adam's, from swerve of shore to bend of bay, brings us by a commodius vicus of recirculation back to Howth Castle and Environs

Il Conte di Lautréamont

Citazione di: Finnegan il 27 Ottobre 2021, 10:25:14 PM
Dove sarebbe questo femminismo cattolico? :biggrin: Ci sono associazioni, documenti di magistero?
Le uscite di Bergoglio ad alta quota non impegnano i fedeli, sono sue opinioni personali (di 'dottore privato') anche se farebbe meglio a tacere.

Purtroppo hai toccato la nota dolente. Il papa. Guarda cosa bolle in pentola:
https://www.google.com/url?sa=t&rct=j&q=&esrc=s&source=web&cd=&cad=rja&uact=8&ved=2ahUKEwjApKDM6O3zAhXL6aQKHR5hAfEQFnoECAUQAQ&url=https%3A%2F%2Fwww.elle.com%2Fit%2Fmagazine%2Fwomen-in-society%2Fa32820717%2Fdiploma-femminismo-cattolico-vaticano%2F&usg=AOvVaw3Dx-OCgy5RLYq_1vbw4kYE

Il Conte di Lautréamont

Vuoi il sito di un'associazione femminista cattolica? Eccolo qua:

https://www.mariazweipunktnull.de/

La sua pericolosità sarà valutata nei prossimi anni.

Finnegan

Sostienici con una donazione: www.coscienzamaschile.com/dona

Riverrun, past Eve and Adam's, from swerve of shore to bend of bay, brings us by a commodius vicus of recirculation back to Howth Castle and Environs

Il Conte di Lautréamont

Per il momento pare che sia così, anche se non ho idea di cosa scrivono nelle chat, ma Maria 2.0 viene presentata dai mass media italiani come femminista. Infatti è un movimento reazionario fondato in contrapposizione a Maria 1.0 dove le donne sono rimaste fedeli alla Tradizione. Il personale segretario di Benedetto XVI, Georg Gänswein, ha messo in guardia i cattolici contro questo movimento la cui prima rivendicazione è il sacerdozio femminile nell'eucarestia. Praticamente sono i prodromi con cui il femminismo cercherà di espugnare "dal di dentro" il Vaticano.

Ent

Citazione di: Il Conte di Lautréamont il 27 Ottobre 2021, 08:14:20 PM
Quello che non capirò mai è per quale satanico motivo esiste un femminismo cattolico. Ma non è un ossimoro?

A mio avviso il femminismo cattolico può essere inquadrato nell'ambito del modernismo teologico; o quantomeno, nello sciagurato abbraccio tra Chiesa e modernità, avvenuto nella seconda metà del Novecento.

Secondo il modernismo, già condannato da S. Pio X, i dogmi - cioè le verità di fede - sono storici ed evolvono nel tempo.
Non la comprensione della verità, ma la verità stessa cambia con il tempo, è quindi relativa.
Data questa premessa, tutto può essere.
Mi permetto di consigliare a chi fosse interessato ad approfondire questo tema, la lettura del libello "La nuova Chiesa di Karl Rahner", di Stefano Fontana.
Nonché la lettura dell'enciclica "Pascendi Dominici Gregis", di S. Pio X (scaricabile qui: https://www.vatican.va/content/pius-x/it/encyclicals/documents/hf_p-x_enc_19070908_pascendi-dominici-gregis.html).




Citazione di: Finnegan il 27 Ottobre 2021, 10:25:14 PM
Dove sarebbe questo femminismo cattolico? :biggrin: Ci sono associazioni, documenti di magistero?
Le uscite di Bergoglio ad alta quota non impegnano i fedeli, sono sue opinioni personali (di 'dottore privato') anche se farebbe meglio a tacere.

Il femminismo, al pari di altre perverse ideologie, si è infiltrato nella Chiesa Cattolica: nella stampa cattolica, in associazioni cattoliche, in ministri di culto cattolici, nei fedeli cattolici. Non solo in ambienti progressisti, ma talvolta anche in ambito conservatore, ho potuto rilevare, senza alcun dubbio, manifestazioni dell'ideologia femminista.

Ne ha dato conto anche Romano Amerio, in Iota Unum:
89. "Chiesa e femminismo. – L'accomodazione della Chiesa al mondo manifestatasi nell'idoleggiare la gioventù, si manifesta pure nel secondare il femminismo che si pone, quale fu negli esordii, come sistema di emancipazione e agguagliamento integrale della donna rispetto all'uomo
etc.

Da parte mia, ho scelto, e scelgo, di non documentare la portata del femminismo cattolico, per non favorire le maldicenze dei nemici della Chiesa Cattolica, soggetti ben disposti a fare di tutta l'erba un fascio e a negare l'evidenza dell'antifemminismo cattolico, che invero costituisce il più efficace fronte antifemminista della società occidentale.



Il Conte di Lautréamont

Citazione di: Ent il 28 Ottobre 2021, 08:47:15 PM

Da parte mia, ho scelto, e scelgo, di non documentare la portata del femminismo cattolico, per non favorire le maldicenze dei nemici della Chiesa Cattolica, soggetti ben disposti a fare di tutta l'erba un fascio e a negare l'evidenza dell'antifemminismo cattolico, che invero costituisce il più efficace fronte antifemminista della società occidentale.


In effetti sarebbe la cosa più saggia se non fosse per il fatto che queste associazioni prima o poi godranno di una certa visibilità, ce le sbatteranno in prima pagina nei giornali, andranno a blaterare in TV sulle loro folli rivendicazioni religiose e sociali e collaboreranno al pari delle note attiviste, quelle con la svastica sullo sfondo rosa, a fare il lavaggio del cervello anche tra i cattolici maschi rimasti refrattari alla propaganda di regime. Meglio che almeno fra di noi la faccenda sia risaputa e ci si prepari alla controffensiva fin da subito. Ormai ritengo il Vangelo e le opere dei dottori della Chiesa come le uniche armi in grado di mettere in cattiva luce tutti questi movimenti. Non permettiamo che il "politicamente corretto" arrivi a sostituire completamente la morale naturale della religione cristiana!

Finnegan

#8
Citazione di: Ent il 28 Ottobre 2021, 08:47:15 PM
Da parte mia, ho scelto, e scelgo, di non documentare la portata del femminismo cattolico, per non favorire le maldicenze dei nemici della Chiesa Cattolica, soggetti ben disposti a fare di tutta l'erba un fascio e a negare l'evidenza dell'antifemminismo cattolico, che invero costituisce il più efficace fronte antifemminista della società occidentale.
Questo è certo.
Negli spazi maschili c'è una diffusa confusione tra Chiesa cattolica e uscite di questo o quel prelato (Bergoglio incluso), come se il Papa potesse cambiare la fede a suo piacimento. In realtà:
1. Il femminismo è incompatibile con la fede cattolica e poiché questa incompatibilità tocca fondamenti della fede NON può essere riformata neppure da un Papa
2. Per questo motivo non esistono documenti di magistero (vincolanti per i fedeli) che accettano il femminismo
3. Non vi è alcuna presenza femminista ufficiale nella Chiesa cattolica (movimenti, associazioni ecc.) né i movimenti esistenti (CL, Legionari di Cristo ecc.) hanno contatti con associazioni femministe
4. Fino a prova contraria, il numero di cattolici praticanti che si professa femminista o milita in associazioni femministe è prossimo allo zero
5. Il numero di cattolici indifferenti, diffidenti o apertamente antifemministi è molto elevato. Nei movimenti tradizionali gli antifemministi dichiarati sono il 100%
6. Nei corsi prematrimoniali non si insegna nessuna dottrina femminista

I problemi sono in realtà questi:
1. Alti prelati a partire dal Papa avallano spesso aspetti della narrativa femminista, dando la falsa impressione che la Chiesa sia femminista. In realtà le loro opinioni non sono MAI vincolanti per i fedeli
2. Cattolici poco formati possono aver recepito alcune prassi anche femministe, principalmente divorzio e assenza di capofamiglia ma sono problemi non correlati solo al femminismo
3. Se anche la maggioranza dei cattolici abbracciasse il femminismo (cosa al momento ben lungi dal realizzarsi) il loro non sarebbe mai il pensiero della Chiesa
Sostienici con una donazione: www.coscienzamaschile.com/dona

Riverrun, past Eve and Adam's, from swerve of shore to bend of bay, brings us by a commodius vicus of recirculation back to Howth Castle and Environs

Ent

Citazione di: Il Conte di Lautréamont il 28 Ottobre 2021, 09:04:47 PM
queste associazioni prima o poi godranno di una certa visibilità, ce le sbatteranno in prima pagina nei giornali

Citazione di: Finnegan il 28 Ottobre 2021, 09:13:46 PM

3. Non vi è alcuna presenza femminista ufficiale nella Chiesa cattolica (movimenti, associazioni ecc.) né i movimenti esistenti (CL, Legionari di Cristo ecc.) hanno contatti con associazioni femministe
4. Fino a prova contraria, il numero di cattolici praticanti che si professa femminista o milita in associazioni femministe è prossimo allo zero


Il numero di donne occidentali, cattoliche o non cattoliche, che si dichiara femminista, è esiguo; e quasi nessuna donna, cattolica o non cattolica, milita in associazioni femministe. Quindi si potrebbe concludere che il femminismo abbia un ruolo marginale nella nostra società? Niente affatto, perché più diffuso, più forte, più pericoloso del femminismo istituzionale, è il  "femminismo di fatto".
Le istanze femministe vengono accolte in una certa comunità o da certi soggetti, e così diffuse.


Voglio portare alcuni esempi, a supporto delle mie affermazioni.

1) Ho sotto mano una rivista di un'associazione cattolica (non faccio nomi), che non mi risulta abbia contatti con associazioni femministe o si dichiari femminista. Trovo pubblicata, nella prima parte, denominata "Cambiamento climatico: una questione di civiltà", la "Dichiarazione della prima assemblea mondiale per l'Amazzonia", in cui è scritto, tra altre amenità: "L'ecocidio, etnocidio e terricidio avanzano peggio del virus. I corpi e i territori delle donne e della terra sono storicamente violati da un sistema patriarcale, coloniale e capitalista, che non sa cosa vuol dire prendersi cura della vita". Può una rivista che si dichiari cattolica condividere simili corbellerie?
Poche pagine dopo, nella sezione denominata "Ovunque uguali" (il riferimento è a uomini e donne), compare un articolo intitolato: "Alle donne la pandemia ha portato violenza, discriminazione, povertà", vi risparmio il contenuto dell'articolo...
Orbene, possiamo noi dire che il femminismo non abbia infiltrato tale associazione, soltanto perché la medesima non ha contatti con associazioni femministe? O perché le autrici non si dichiarano femministe?
No di certo, il femminismo, in quanto ideologia, è in alcune aree della Chiesa accolto come prassi, analogamente a come sono stati accolti liberalismo, socialismo, ecologismo, globalismo e da altri -ismi.
Preminente, per me, è sottolineare l'esistenza di buone realtà; ma non posso negare che certi principi femministi siano, come prassi, accettati e accolti, a vario titolo, nella Chiesa. Perché, di recente, è stata aggiunta al "Confesso" la locuzione "e sorelle", dopo le parole "e a voi fratelli"?

2) Si apra il sito de "L'osservatore romano" (https://www.osservatoreromano.va/it.html), ecco ben evidente la sezione "Donne Chiesa Mondo", andiamo all'articolo denominato "Giuseppe, un modello di uomo giusto che parla al mondo di oggi". Si presenta un libro intitolato "Maschilità in questione", di un teologa, con contributo, tra le altre di Michela Murgia (qui: https://www.osservatoreromano.va/it/news/2021-07/dcm-009/giuseppe-un-modello-di-uomo-giusto-che-parla-al-mondo-di-oggi.html).
Si tenga presente che, dalla suddetta sezione del sito, avrei potuto scegliere altri articoli, parimenti di orientamento femminista.

3) Un'altra perla dal sito Aleteia: https://it.aleteia.org/2018/02/23/12-donne-fondamentali-storia-femminismo/2/
Si presentano "12 donne fondamentali nella storia del femminismo", tra cui Virginia Woolf, bell'esempio di donna per le lettrici cattoliche, lei, che tradì il marito per una donna, che si fece beffa di Eliot per la sua conversione, che si suicidò in un fiume credendo imminente l'invasione nazista della Gran Bretagna!

Capite cosa intendevo quando ho affermato "Il femminismo, al pari di altre perverse ideologie, si è infiltrato nella Chiesa Cattolica: nella stampa cattolica, in associazioni cattoliche, in ministri di culto cattolici, nei fedeli cattolici"?

I tre esempi che ho riportato confermano l'infiltrazione e costituiscono, al tempo stesso, una più solida motivazione per dare spazio alla dottrina di sempre e alle numerose, luminose, realtà dell'antifemminismo cattolico.




Citazione di: Finnegan il 28 Ottobre 2021, 09:13:46 PM


1. Il femminismo è incompatibile con la fede cattolica e poiché questa incompatibilità tocca fondamenti della fede NON può essere riformata neppure da un Papa

1. Alti prelati a partire dal Papa avallano spesso aspetti della narrativa femminista, dando la falsa impressione che la Chiesa sia femminista. In realtà le loro opinioni non sono MAI vincolanti per i fedeli

3. Se anche la maggioranza dei cattolici abbracciasse il femminismo (cosa al momento ben lungi dal realizzarsi) il loro non sarebbe mai il pensiero della Chiesa

Condivido.

Risposta rapida

Attenzione: non sono stati aggiunti messaggi in questa discussione negli ultimi 120 giorni.
A meno che tu non voglia realmente rispondere, prendi in considerazione l'idea di iniziare un nuova discussione.

Nome:
Email:
Verifica:
Lasciare vuota questa casella:
Cognome del Presidente della Repubblica (minuscolo)?:
Scorciatoie: ALT+S invia msg / ALT+P anteprima