Gemelle denunciano i mariti con denunce-fotocopia

Aperto da Finnegan, 14 Novembre 2021, 12:42:02 PM

Discussione precedente - Discussione successiva

0 Utenti e 3 Visitatori stanno visualizzando questa discussione.

Finnegan

Sostienici con una donazione: www.coscienzamaschile.com/dona

Riverrun, past Eve and Adam's, from swerve of shore to bend of bay, brings us by a commodius vicus of recirculation back to Howth Castle and Environs

dotar-sojat

Torino, gemelle accusano di violenza i mariti con denunce fotocopia. Ma i magistrati non credono a nessuna delle due
Aveva denunciato il marito da cui si era separata per maltrattamenti e violenza sessuale e per un anno e mezzo non gli ha fatto vedere la figlia. La donna, una quarantenne di origine romena, aveva raccontato ai carabinieri delle amanti di lui e delle percosse che lei riceveva quando lui tornava scontroso da casa dell'amante. Aveva ripetuto le ingiurie e le minacce subite. Aveva descritto lo stato di ansia e stress che la situazione le provocava. E aveva anche raccontato un episodio in particolare in cui lui l'aveva tirata giù dal letto e portata su un divano nel soggiorno, dove l'aveva bloccata tenendola ferma per le mani e l'aveva costretta ad avere un rapporto sessuale contro la sua volontà. Testimone la sorella gemella, che aveve riferito di aver visto i polsi arrossati della vittima.

La pm Barbara Badellino ha portato in aula la causa e ha chiesto la condanna dell'uomo a tre anni e mezzo di reclusione. Il giudice, invece, oggi lo ha assolto. I legali dell'imputato, gli avvocati Alessandro Lamacchia e Antonino Fava, sono infatti riusciti a dimostrare con dettagliate indagini difensive che l'accusa nei confronti dell'ex marito era stata costruita ad arte.

Prova ne era un'altra denuncia, praticamente identica, per maltrattamenti e violenza sessuale, che la sorella gemella della presunta vittima aveva presentato alcuni anni prima nei confronti di suo marito, in cui si riportavano fatti estremamente somiglianti a quelli oggetto del processo. Persino la dinamica dello stupro era una fotocopia: anche lei sarebbe stata trascinata giù dal letto, portata su un divano nel soggiorno e tenuta ferma per i polsi. E anche in quel caso, a parti invertite, la gemella aveva riferito di aver visto i polsi arrossati dell'altra.

In quel primo caso non si era andati nemmeno a processo: la pm Laura Ruffino vista l'insussistenza delle prove aveva chiesto, e ottenuto, che la denuncia venisse archiviata e la donna fu a sua volta denunciata per calunnia. Nonostante quella prima esperienza non si fosse conclusa in modo fruttuoso, nel 2017 l'altra sorella ha replicato la denuncia contro il suo ex. Ed era stato lui, rinviato a giudizio, a sollevare il dubbio: "A mio cognato è accaduta la stessa cosa
Spera nel meglio, aspettati il peggio

Risposta rapida

Attenzione: non sono stati aggiunti messaggi in questa discussione negli ultimi 120 giorni.
A meno che tu non voglia realmente rispondere, prendi in considerazione l'idea di iniziare un nuova discussione.

Nome:
Email:
Verifica:
Lasciare vuota questa casella:
Cognome del Presidente della Repubblica (minuscolo)?:
Scorciatoie: ALT+S invia msg / ALT+P anteprima