Appello antiglobalista in 25 punti

Aperto da Ent, 9 Dicembre 2021, 09:35:02 PM

Discussione precedente - Discussione successiva

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questa discussione.

Ent

Inoltro i 25 punti programmatici dell'appello antiglobalista, lanciato da un'associazione cattolica e già sottoscritto da autorevoli esponenti del mondo cattolico, come Valli, Tosatti, De Mari, Lamendola.
Con benedizione di S. E. Mons. Viganò.






MORALE, VITA, FAMIGLIA, PERSONA


Per reagire alla rivoluzione antropologica e al processo di post e trans-umanesimo in corso



   1. Difesa della vita umana dal concepimento alla morte naturale (rifiuto di ogni forma di abortismo ed eutanasismo);
    2. si ritiene "famiglia" esclusivamente quella composta da padre-madre-figli e aperta pertanto alla procreazione naturale, e fondata sul rispetto dei ruoli naturali dei componenti;
   3. rifiuto di ogni ideologismo che metta in discussione, o sovverta direttamente, l'ordine morale del creato come Dio lo ha concepito e la persona umana come creatura di Dio dotata di anima e corpo;
    4. proibizione assoluta di ogni forma di manipolazione genetica; la genetica deve agire nel rispetto pieno della legge naturale e della morale evangelica ed essere pertanto realmente ed esclusivamente finalizzata alla cura dei malati;
    5. proibizione assoluta all'introduzione, per via farmacologica o vaccinale, di metodologie di tracciamento o controllo ovvero di intervento sulle naturali funzioni psico-fisiche dell'essere umano in un'ottica tendenzialmente eugenetica, come di ogni altra forma di controllo fisico o da remoto; e rivendicazione della piena autorità dell'essere umano sul proprio corpo e su quello dei propri figli minori (fatti salvi gli stati d'eccezione realmente riscontrabili e come previsti dalla tradizione giuridica classica e cristiana).



DIRITTO



6. Ritorno a una concezione giusnaturalista, nel senso classico, del diritto, vincolato alla legge naturale e divina, contro ogni impostazione – tipica del pensiero contemporaneo – positivista e relativista, la quale affida al formalismo della legge un potere capace di introdurre nell'ordinamento giuridico anche norme del tutto slegate dai valori connaturati all'essenza dell'uomo per come Dio lo ha creato e/o di carattere totalitario e dissolutivo.



POLITICA




Per reagire al totalitarismo mondialista del cosiddetto Nuovo Ordine Mondiale



7. Difesa incondizionata della libertà personale dell'essere umano come Dio lo ha voluto e creato, dinanzi ai rischi di riprogrammazione digitale e cibernetica, e rivendicazione incondizionata della libertà fisica, di spostamento e di uscita, di lavoro e di intrapresa, di programmazione del proprio futuro, come di pensiero e d'azione e di associazione, nei limiti della legge naturale, del bene comune e dell'adesione certa alla Verità oggettiva;

8. difesa della autonomia nazionale dei popoli, anzitutto in chiave antiglobalista; in tal senso, a livello europeo, al posto dell'attuale progetto europeistico-globalista, proposizione di una confederazione europea delle Patrie e dei popoli, ove ogni Stato mantiene la piena sovranità e la propria identità tradizionale;

9. rifiuto dello statalismo giacobino-hegeliano e del sistema partitocratico liberal-marxista, e creazione di una società espressione di élites dello spirito e del popolo lavoratore, che trova la propria unità ideale e morale, quindi politica, nel rispetto pieno della legittima auctoritas, della corretta e sicura potestas, nella fiducia in una magistratura libera da ideologie e con un sistema giudiziario adeguato e un sistema carcerario degno della dignità di ogni essere umano; e nel comunitarismo valoriale, lavorativo, culturale e identitario;

10. maggiore attuazione del principio di sussidiarietà, in ogni campo della politica, dell'amministrazione e della pubblica convivenza, a difesa del ruolo dei corpi intermedi, delle libertà essenziali dei cittadini e come barriera al totalitarismo accentratore; e rispetto e promozione delle tradizionali autonomie e libertà locali, come delle identità culturali e civili;

11. rifiuto delle politiche immigrazioniste, con tutela dei confini nazionali, intesi come demarcazione culturale e non solo fisica, ed espulsione di tutte le persone irregolari, favorendo, con il dovuto sostegno economico e umano, il rientro in patria degli immigrati, anche mediante aiuti economici, d'investimento e umanitari, ai popoli in difficoltà nelle loro terre tramite l'avvio di progetti di sinergie economiche, imprenditoriali e politiche;

12. appoggio fiscale alle famiglie numerose, in proporzione al numero dei figli, con politiche che favoriscano la natalità;

13. promozione di una riforma dei costumi morali e comportamentali delle persone, in un ritorno ai valori di onestà, lealtà, onore, laboriosità, pudicizia, cortesia, senso della Bellezza e senso del dovere, che sempre hanno animato le generazioni del passato, dalla civiltà classica fino ancora, per certi versi, agli anni Cinquanta del secolo scorso.


ECONOMIA




Per reagire al cosiddetto Grande Reset economico:



14. Difesa della proprietà privata e della libera intrapresa e del libero commercio, nel rispetto della legge naturale, e promozione di opportune politiche contro lo sfruttamento dei lavoratori;

15. difesa della sovranità politica e della libertà monetaria di ogni popolo, con uso moneta preferibilmente reale, ovvero metallica e cartacea, di proprietà popolare non emessa a debito o in ogni caso gestita quale strumento di sostegno all'economia e per il benessere della comunità;

16. promozione dell'indipendenza, per quanto possibile, alimentare ed energetica di ogni popolo, per l'emancipazione dalla sudditanza verso la finanza apolide; e recupero sotto la responsabilità dello Stato dei settori strategici dell'industria e dei servizi (autostrade, aeroporti, porti, ferrovie, telecomunicazioni, aerospaziale, cantieristica, materie prime, ecc.);

17. difesa e riorganizzazione generale dell'agricoltura, che deve tornare a essere il fondamento dell'intera economia e della società stessa;

18. promozione dell'artigianato, della manifatturiera e del genio imprenditoriale e artistico di ogni popolo (e in primis del genio imprenditoriale, artistico e manifatturiero italiano) e ritorno alle professioni e ai mestieri connessi alla realtà naturale;

19. drastico abbassamento della pressione fiscale al di sotto del 20% del reddito effettivo personale o familiare e d'intrapresa e detassazione completa per tutte le intraprese fino a quando il loro reddito sia certo e consenta la tassazione senza recare danno alla nascente impresa, con imprescindibile abbandono del fallimentare rigorismo tipico delle politiche di austerità economica;

20. creazione di una banca pubblica e costituzione di istituti di credito popolare che possano fare credito a tassi facilitati alla piccola-media impresa e intrapresa, alle famiglie numerose e in difficoltà, agli studenti meritevoli e ai bisognosi, e, al contempo, separazione delle banche commerciali da quelle speculative.



SCIENZA E MEDICINA




Per reagire contro l'eugenetismo del trans-umanesimo gnostico e cibernetico




21. La ricerca e la prassi scientifica devono essere regolate dalle norme oggettive del diritto divino e naturale e dal disinteressato spirito di Verità e umanità, favorendo la creazione di un diverso modello economico e commerciale da applicare alle industrie farmaceutiche;

22. ogni medico deve essere libero di seguire, in scienza e coscienza, la propria opera al servizio della salute fisica e morale del malato alla luce dei valori immortali ippocratei e della carità cristiana verso il prossimo, con l'abolizione del rigido sistema accentratore e ideologico-statalista dei protocolli terapeutici.



CULTURA



Per reagire al totalitarismo ideologico liberal-giacobin-marxita massificante



23. La scuola, l'università e la ricerca dovranno verificare e ripresentare secondo Verità e Morale tutto l'insieme delle nozioni acquisite nel corso dei secoli moderni, e in special maniera negli ultimi decenni e anni, con coraggiosissimo processo di liberazione da ogni menzogna ed errore. Occorrerà procedere a una vera e propria ricostruzione del sapere generale alla luce della Verità in ogni settore dell'umana conoscenza;

24. la selezione dei docenti e dirigenti dovrà avvenire senza alcuna influenza partitica, ideologica o di consorterie di varia natura, ma esclusivamente secondo criteri di alta scelta meritocratica, di cui saranno gli stessi docenti anziani e titolati responsabili dinanzi alla legge, alle istituzioni culturali di cui fanno parte e a tutto il mondo scientifico e culturale;

25. il sistema di informazione mediatica dovrà essere libero da influenze partitiche e dei potentati economico-finanziari, ma al contempo espressione fedelissima della Verità oggettiva e della realtà fattuale. Solo alla luce di tali valori dovranno essere selezionati i reali professionisti della sana e oggettiva informazione.


FEDE E CHIESA


Tutto questo programma non avrebbe senso né possibilità attuativa, senza la difesa incondizionata per la libertà del culto cattolico per un ritorno alla vera Fede della Chiesa di sempre, come si è provvidenzialmente concretizzata teologicamente, spiritualmente, dottrinalmente, liturgicamente, pastoralmente, in piena armonica progressione, nei primi diciannove secoli della sua esistenza.

Per questo saremo sempre pronti a seguire e a sostenere il clero fedele alla Tradizione, al Magistero Universale di sempre e alla liturgia apostolica romana.




INVITO E ADESIONE


Invitiamo tutte le persone, tutte le associazioni legate alla Tradizione della Chiesa Cattolica e all'identità classica e cristiana d'Italia e d'Europa, ma anche tutti coloro che comunque condividono nella sostanza il programma esposto, ad aderire sottoscrivendo tale programma, sostenendolo:

    - con la diffusione massiccia sia mediatica che personale, anche organizzando in loco delle presentazioni;
    - con la creazione di presìdi locali per la strutturazione di una realtà a livello nazionale;
    - e tramite l'irrinunciabile contributo economico che ci consenta la gestione di tutto il progetto.

Una forza similare potrà permetterci anche, di collaborare, per quanto possibile e opportuno, con altre organizzazioni similari ma di differente impostazione ideologica, ma sempre nel pieno mantenimento della nostra totale fedeltà ai valori e principi esposti: anzi, maggiore sarà la adesione di popolo a tale programma, maggiore sarà la forza "contrattuale" degli ideali in cui crediamo e per cui lottiamo. E, quindi, maggiormente il futuro potrà essere influenzato alla luce del Vangelo, della legge naturale, della Tradizione.

Invitiamo infine le teste pensanti, i professionisti di ogni settore e coloro che si battono pubblicamente, così come le associazioni a noi vicine, ad aderire, per rinforzare, qualitativamente e operativamente, la nostra comune azione.



Qui la versione integrale: https://www.confederazionetriarii.it/io-ci-sono-25-punti-programmatici/


Finnegan

#1
Si noti che le uniche proposte organiche e lucide per cambiare questo stato di cose vengono dal mondo cattolico. Dovrebbero essere portate avanti da tutti ma sono cose che non leggiamo fuori dalla nostra cerchia, dove si propongono solo correttivi minimi a un Occidente nichilista.
L'umanità potrà sopravvivere e rinascere solo attuando programmi come questo
Sostienici con una donazione: www.coscienzamaschile.com/dona

Riverrun, past Eve and Adam's, from swerve of shore to bend of bay, brings us by a commodius vicus of recirculation back to Howth Castle and Environs

johann


Firmato,  massimo sostegno e appoggio a questo appello manifesto.


mi auguro che qualsiasi cosa nascerà' da questo appello sappia far tesoro degli errori del passato e non ripeta la parabola masochista e suicida che ha caratterizzato la storia di fin troppi movimenti cattolici. Movimenti che facendo propria la ruffiana mistica dell'avversario "dialogo" "mano tesa" inclusione, tolleranza bla bla hanno ceduto su tutta la linea rinnegando in taluni casi perfino se stessi (ne cito solo uno il movimento della vita di casini) condannandosi non solo all'irrilevanza, ma arrivando in qualche caso a confluire vigliaccamente tra le fila degli ex avversari.


Bisogna sorprendere questo (s)porco mondo abituato ad avere a che fare con cattolici di "burro" lesti al compromesso e alla marcia indietro non appena qualcuno alza la voce.  bisogna fargli conoscere a sua spese chi e' invece il vero cattolico: una persona che se la spingi oltre i suoi limiti morali diventa un feroce e intransigente militante inflessibile e incrollabile sulle proprie convinzioni, uno che non ha paura di andare controcorrente e fa di tutto per essere motivo di "scandalo" per l'ethically correct dell'infame mondo contemporaneo. per il cattolicesimo questo e' il tempo in cui il dialogo sta' a zero, e finito il tempo delle mezze posizioni del moderato laico "liberalsocialprogressistacattolico" la contesa e' arrivata a coinvolgere i fondamentali di tutto e' a questo livello non esiste neutralità' vale solo il SI o il  NO, cioè' o ci si schiera e ci si batte, o non si e' cattolici proprio ma un "qualcos'altro" in ogni caso dalla parte del nemico. volendo riferirsi alla famiglia degli ordini francescani diciamo in sintesi che e' passato il momento di s.francesco adesso e' giunto quello di marco d'aviano. 

Tornando al manifesto un sentito "ringraziamento" a bergoglio e la sua chiesa "in fuga", alla cupola mafiosa di davos, a alle greggi infinite dei sodali laicisti / progressisti per il loro "fondamentale" contributo al parto di questa iniziativa
Un uomo che è un uomo DEVE credere in qualcosa (dal film: il mio nome è nessuno)

Finnegan

Dal cattolicesimo alla QM, tutti i nostri guai vengono dai dialoganti. Non solo Casini, gli esempi vengono da ben più in alto: il "tradizionalista" Sarah ha lodato Traditionis Custodes di Bergoglio che... abroga (ma può farlo?) la Messa antica. Certamente come "mossa diplomatica per confondere il nemico", che a differenza di altri è molto meno dialogante.
Sostienici con una donazione: www.coscienzamaschile.com/dona

Riverrun, past Eve and Adam's, from swerve of shore to bend of bay, brings us by a commodius vicus of recirculation back to Howth Castle and Environs

Risposta rapida

Attenzione: non sono stati aggiunti messaggi in questa discussione negli ultimi 120 giorni.
A meno che tu non voglia realmente rispondere, prendi in considerazione l'idea di iniziare un nuova discussione.

Nome:
Email:
Verifica:
Lasciare vuota questa casella:
Cognome del Presidente della Repubblica (minuscolo)?:
Scorciatoie: ALT+S invia msg / ALT+P anteprima