La crisi russo-ucraina come scusa per istituire la penuria

Aperto da Finnegan, 8 Marzo 2022, 02:20:24 AM

Discussione precedente - Discussione successiva

0 Utenti e 2 Visitatori stanno visualizzando questa discussione.

Finnegan

Energia: i servizi segreti italiani smentiscono il Governo

Maurizio Blondet  7 Marzo 2022

La crisi russo-ucraina come scusa per punire i popoli dell'Europa occidentale da parte dei propri governi e riportare indietro i livelli di vita ad uno stato di penuria e razionamento prosegue secondo il piano del Grande Reset?

Come riferisce L'Indipendente: Nessun allarme per l'approvvigionamento di gas all'indomani dell'esplosione del conflitto russo-ucraino: è quanto affermato in un report annuale stilato dai servizi segreti e inviato al Parlamento.

La pluralità delle fonti di approvvigionamento infatti, secondo quanto previsto dal Regolamento europeo 2017/1938, permette "un'ampia e diversificata capacità di importazione" che consente di sopperire alle mancanze derivanti dalla chiusura del canale russo. Nonostante ciò, il decreto legge sulla crisi in Ucraina stilato dal Governo prevede un aumento dello sfruttamento dei combustibili fossili per l'approvvigionamento elettrico. Misure che, alla luce di quanto emerso, risultano ingiustificabili e sanciscono definitivamente la scarsa volontà dell'Italia di muoversi nella direzione della transizione ecologica, che oggi più che mai si configura come passaggio fondamentale verso l'indipendenza energetica.

L'approvvigionamento di gas in Italia è garantito "da un'ampia e diversificata capacità di importazione e da una dotazione di infrastrutture di stoccaggio in grado di compensare la stagionalità della domanda, nonché eventuali problemi di funzionamento di un gasdotto". È quanto rivelato dalla Relazione annuale sulla politica dell'informazione per la sicurezza del 2021, stilata dai servizi segreti italiani e messa a disposizione del Parlamento. All'interno viene specificato come "Il sistema infrastrutturale italiano rispetta la cd. formula N-1, ossia la capacità di soddisfare, grazie alla ridondanza, livelli di domanda molto elevati anche in caso di interruzione della principale infrastruttura di importazione, ossia del gasdotto che trasporta i flussi in arrivo dalla Russia fino al punto di ingresso di Tarvisio e che, nel 2021, ha veicolato il 38% del fabbisogno nazionale".


Nessun allarme, quindi, in caso di chiusura dei rubinetti da parte della Russia. Come fa notare il deputato diAlternativa Giovanni Vianello, inoltre, i gasdotti esistenti sono stati notevolmente sotto-utilizzati nel 2021: Transmed, il gasdotto che permette l'importazione di gas dall'Algeria, ha una capacità di 30,2 miliardi di metri cubi, ma ne sarebbero stati importati solo 21 miliardi. Stessa cosa per il libico Greenstream, che ha una capacità massima di 11 miliardi di metri cubi, ma sarebbero stati solo 3 miliardi quelli importati nel 2021. Inoltre nel 2021 l'Italia "ha esportato 1,5 miliardi di metri cubi all'estero" ricorda Vianello.

Nonostante ciò il Governo ha previsto, all'interno del decreto legge in merito alla crisi Ucraina, un'aumento della produzione di energia elettrica da fonti quali carbone e olio combustibile. Ciò avviene evidentemente indipendentemente dall'entità dell'emergenza futura la quale, a quanto risulta, sembra essere di portata nettamente inferiore a quella che lo stesso Governo vorrebbe far credere, "scollegando quindi l'emergenza energetica alla discrezionalità di utilizzare le fonti fossili e inquinanti". Nel contesto attuale, i limiti di un sistema basato sull'interdipendenza energetica e sulle fonti fossili sono venuti alla luce più che mai. Accelerare il processo di transizione energetica verso fonti sostenibili si mostra un passaggio fondamentale per raggiungere un maggior livello di indipendenza e, di conseguenza, evitare una crisi di approvvigionamento. Questo discorso vale in particolar modo per l'Italia, che importa gas dalla Russia in misura maggiore rispetto a qualunque altro Paese europeo. Resta evidente che alle necessità oggettive dovrebbe corrispondere una precisa volontà politica, al momento del tutto assente.

https://www.lindipendente.online/2022/03/07/energia-i-servizi-segreti-italiani-smentiscono-il-governo/

[di Valeria Casolaro]

Certo serve per mandare avanti il reset in italia
Lo ripetero' all infinito, l'obiettivo primo di Draghi  e del Grand reset e' l'Italia
Depopolarla e  saccheggiare i risparmi con rincari  immotivati...

Ricordiamo cosa fanno all'estero:

Germania, Scholz: "Gas e petrolio russi ancora essenziali per l'Europa"

Il cancelliere tedesco Olaf Scholz ha evidenziato l'importanza delle risorse energetiche russe: "L'approvvigionamento dell'Europa non può essere assicurato in altro modo"

Per l'Europa le importazioni di gas e petrolio dalla Russia restano di grande rilevanza. È quanto ha detto il cancelliere tedesco Olaf Scholz a Berlino, secondo il quale "l'approvvigionamento dell'Europa con l'energia per il riscaldamento, per l'elettricità e per l'industria per il momento non può essere assicurato in altro modo".

Le importazioni dal territorio russo restano "di importanza essenziale per la fornitura di servizi pubblici e la vita quotidiana dei nostri cittadini". Alla luce di questo stato dei fatti, "l'Europa ha consapevolmente escluso le forniture energetiche russe dalle sanzioni»
#LeFigaro: Il governo francese ha consigliato alle aziende francesi di "non affrettarsi a lasciare la #Russia". Nessuna delle 15 maggiori società francesi ha interrotto i rapporti con la Russia..https://t.co/67RsKXmDQT

— Sasha Bayanov (@AleksL74) March 5, 2022

https://www.maurizioblondet.it/energia-i-servizi-segreti-italiani-smentiscono-il-governo/
Sostienici con una donazione: www.coscienzamaschile.com/dona

Riverrun, past Eve and Adam's, from swerve of shore to bend of bay, brings us by a commodius vicus of recirculation back to Howth Castle and Environs

Maria

#1
L'inquietante analogia con "carestie provocate dai regimi comunisti del passato" c'è tutta  :'(
Ne parlano anche in questo video


Mi sento in balia di forze così maligne e onnipotenti che mi diventa molto difficile pensare di arrivare "a domani".
Penso che sia lo stato d'animo di molti, lo spauracchio dello scenario radioattivo viene già sventolato e con simili paure non vedo neanche come sia possibile "vivere bene, con serenità".

Si ripercuote anche sui rapporti con gli altri, parenti, amici, partner, questo stato di continua tensione psicologica, il catastrofismo terroristico, prima con scenari da "peste nera" (ammetto che quel genere di propaganda non mi ha molto terrorizzato, a febbraio\marzo\aprile 2020 già vedevo che c'erano cose che non tornavano, che non poteva essere uno scenario "alla Ebola" visto che le persone non anziane e non debilitate da altre malattie, lo passavano come un'influenza un po' più forte della "tradizionale") adesso con scenari da fine del mondo per bomba atomica e carestie stile "regimi comunisti" (ammetto che su questo non riesco ad essere "non coinvolta e distaccata", mi spaventa molto  :'()

Non so come sia possibile "non sentirsi sul filo del rasoio", come se dovessimo morire da qui a poco, spazzati via da questa follia davanti alla quale non possiamo neanche reagire.
Sto cercando di vivere quel poco di positivo che posso vivere, approfittando anche di belle giornate quasi primaverili, ma vengo sommersa da quel sentimento di impotenza, del non poter difendermi, di fronte a tutto questo, che mi avvelena anche quel poco di buono e positivo che potrebbe darmi serenità.
:'(

Come gestire questo senso di paura, di impotenza, di disperazione, che i mass media e gli eventi che stanno succedendo in Ucraina, ci gettano addosso?
dopo il terrorismo covidiano?
tra l'altro qui da noi le restrizioni e gp sono ancora in vigore e non finiranno dopo il 31 marzo, non c'è speranza di uscire da questo incubo da QR code in salsa "orwelliana"  :'( e a settembre (se nel frattempo ci arriviamo, scusate il pessimismo  :() si ricomincerà a ripetere il mantra del "quinta ondata... sesta ondata... nuova variante di covid", e via, si ricomincia con spauracchi di lockdown, nuove dosi, altri diritti negati per chi non si farà "booster, triplo booster" e via dicendo...

Ma come si fa a vivere così? sempre bombardati da questo continuo allarmismo del "morte! distruzione!"
prima in salsa virologica, adesso in salsa guerrafondaia con la minaccia dell'atomica e di restrizioni alimentari ed energetiche.

Non ho soluzioni né tentativi per poter rendere tollerabile (psicologicamente parlando) tutto questo incubo che stiamo subendo dal 2020. Leggo diversi siti di controinformazione su questa storia, ma vedo che nessuno, comprensibilmente, ha più di tanto le soluzioni.
In questi giorni, e non sono una centenaria a fine vita, ho fatto un bilancio della mia vita, delle cose belle e positive che ho vissuto, che ho fatto, e dei miei sbagli, rimorsi, rimpianti, cose che avrei fatto diversamente.

Forse di fronte a questo scenario da incubo resta solo la preghiera per cercare conforto o sentirsi protetti dal male così più grande di noi o (per chi è stato fortunato) il rinsaldarsi di legami familiari o affettivi. Ma conosco persone piombate in una depressione così profonda che anche semplicemente "stare col partner o con la famiglia" ha perso importanza o senso. Non si ha più voglia di fare niente, fosse anche mangiare una pizza insieme. A che serve, uno subito pensa "ci sarà la guerra atomica" e via, la voglia anche solo di esistere è ridotta al lumicino...

In effetti, è quello che volevano ottenere, "il distanziamento sociale", lo sgretolamento del tessuto sociale, fin da quando si è bambini...

e che tristezza vedere ancora bambini, all'aperto, che portano mascherine per giocare nei parchi. Figli di genitori che li crescono a pane e ad igienizzante, zero contatti sociali se non con "sierati DOC"

"Dighe formidabili sono crollate per una minuscola crepa"(Finnegan\Alexander Pope)

Finnegan

#2
Io mi preoccuperei più dei vaccini (che sono già realtà oggi) e della scarsità di risorse che di ipotetiche guerre atomiche.
Vivere nell'incertezza e nella paura è quello che vogliono, perché lo stress inibisce la capacità di riflettere e reagire e rende disposti a subire qualunque decisione presa "per il nostro bene".
Se aspettiamo che questo incubo cessi da solo, o che ci aiuti Putin, Trump, il politicante di turno ci ritroveremo in trappola.
L'unico modo per non avere paura è prevedere e organizzare: economie alternative non dipendenti da GP per esempio, coltivare un pezzo di terra ecc. Ma la gente a questo non pensa, non è capace di associarsi per tutelarsi e aspetta che tutto torni come prima.
Citazioneanche semplicemente "stare col partner o con la famiglia" ha perso importanza o senso
Per forza sono rapporti posticci e fasulli, altrimenti è proprio in situazioni come questa che acquisterebbero più senso.

Inoltre (dite pure che faccio la predica, non mi importa) un popolo senza fede non è più capace di nulla, è destinato a disperdersi e sparire ed è proprio per questo che da 150 anni (e ancor più dal '68) demoliscono l'identità culturale e spirituale degli italiani.
Sostienici con una donazione: www.coscienzamaschile.com/dona

Riverrun, past Eve and Adam's, from swerve of shore to bend of bay, brings us by a commodius vicus of recirculation back to Howth Castle and Environs

Maria

Citazione di: Finnegan il  9 Marzo 2022, 01:33:08 AM
Io mi preoccuperei più dei vaccini (che sono già realtà oggi) e della scarsità di risorse che di ipotetiche guerre atomiche.
Vivere nell'incertezza e nella paura è quello che vogliono, perché lo stress inibisce la capacità di riflettere e reagire e rende disposti a subire qualunque decisione presa "per il nostro bene".
Se aspettiamo che questo incubo cessi da solo, o che ci aiuti Putin, Trump, il politicante di turno ci ritroveremo in trappola.
L'unico modo per non avere paura è prevedere e organizzare: economie alternative non dipendenti da GP per esempio, coltivare un pezzo di terra ecc. Ma la gente a questo non pensa, non è capace di associarsi per tutelarsi e aspetta che tutto torni come prima.
Citazioneanche semplicemente "stare col partner o con la famiglia" ha perso importanza o senso
Per forza sono rapporti posticci e fasulli, altrimenti è proprio in situazioni come questa che acquisterebbero più senso.

Inoltre (dite pure che faccio la predica, non mi importa) un popolo senza fede non è più capace di nulla, è destinato a disperdersi e sparire ed è proprio per questo che da 150 anni (e ancor più dal '68) demoliscono l'identità culturale e spirituale degli italiani.

sì, cercando di ragionare "a freddo" (cercando di restare razionali e non farsi sommergere dal terrore) forse ad una guerra atomica non si arriverà (sarebbe controproducente per la stessa Russia, una nube radioattiva si diffonderebbe anche da loro, per via del vento... mica possono fermarlo!) a meno che non si pensi che sono davvero intenzionati a mettere fine all'umanità in toto  :'(
Credo che agitare questo spauracchio sui mass media serva a logorarci e ad annientarci psicologicamente, con relativo tracollo fisico a lungo andare. Siamo già reduci da un terrorismo psicologico sanitario da "c'è la peste nera!" e stiano anche tentando di fiaccare gli ultimi rimasti che non se la sono bevuta la propaganda del "la pandemia più devastante di tutti i tempi!", cioè le persone che analizzano razionalmente la questione del covid (non è il caso degli ipocondriaci isterici  ::))
su di me lo spauracchio pandemico non ha fatto molto effetto (anche perché già nel 2020 mettevo a confronto il covid con altre malattie che giudico più devastanti in tutti i sensi), ma ammetto che potrei cedere psicologicamente, a lungo andare, su un continuo tartassamento a tinte radioattive\carestia.  :'(
Ma è quello che vogliono, portarci a quel livello di annientamento mentale.
Lo scopo di tutto questo cosa potrebbe essere?
a parte il "genocidio mondiale\fine del mondo" (che comunque, anche una persona non credente o laica, se spaventata da questi eventi, potrebbe avercelo, come pensiero  :unsure:) forse imporre un nuovo tipo di sfruttamento e di servitù? diritti "concessi solo tramite tessera"? Forse il "vecchio e classico" capitalismo non era più remunerativo?

Non so, potrebbero esserci altre ipotesi, altri fini.

Ho molta paura, questo sì. Razionalmente, mi dico che ci sono sempre state guerre nella storia umana. Probabilmente è inevitabile e fa parte dell'indole umana, una certa distruzione e persino autodistruzione.
Poi però, pensandomi coinvolta in questi eventi... la paura, l'angoscia prendono il sopravvento rispetto ad analisi oggettive e storicizzate che potrei fare, riflettendo anche sui conflitti precedenti dei quali ho memoria (il Ruanda, Sarajevo, la Siria...)

Resta il fatto che anche se il conflitto in Ucraina parte da eventi precedenti, che sia "spuntato fuori proprio adesso" non mi sembra un caso, anzi, mi sembra che ci sia dietro proprio "una regia", non siamo neanche usciti dall'emergenza sanitaria (o meglio: non ci fanno uscire...  ::)) che subito è saltata fuori quest'altra emergenza.
Ricordo alcuni articoli di Blondet, già l'anno scorso, e non solo lui, che parlavano di crisi energetica. Era già nell'aria lo scorso anno... quindi quando ho sentito della questione ucraina e di come avrebbe influenzato la nostra situazione energetica non mi sono stupita, sono cose che avevo già letto l'anno scorso sui siti di controinformazione.
quasi profetici, si può dire, nel loro aver previsto tutto questo  :'(

Adesso poi i mass media lodano "l'accoglienza italiana dei profughi ucraini". Sì, però si dimenticano di dire che ai cittadini italiani non..., sono stati tolti i diritti fondamentali e ancora non si vede la fine di queste restrizioni per noi italiani.
Riempirsi la bocca di slogan inneggianti alla pace e alla democrazia poi però non si fa salire l'italiano non... sui mezzi di trasporto.
Come sia possibile propagandare questo ossimoro ideologico, parlare di accoglienza per vittime di guerra ma tacere sulle vittime italiane... :hmm:

"Dighe formidabili sono crollate per una minuscola crepa"(Finnegan\Alexander Pope)

Finnegan

#4
L'Europa è diventata un campo di sterminio a cielo aperto. La storia si ripete: prima ci hanno tolto libertà fondamentali, poi il lavoro per renderci dipendenti dal Governo. Ma lo scopo non è certo quello di mantenerci a vita, bensì di sfoltire a suon di richiami pseudovaccinali la popolazione europea, diventata solo un pericolo per il potere con l'inevitabile crisi economica.
Non sono l'unico né il primo a dirlo
Sostienici con una donazione: www.coscienzamaschile.com/dona

Riverrun, past Eve and Adam's, from swerve of shore to bend of bay, brings us by a commodius vicus of recirculation back to Howth Castle and Environs

johann


per me questi sono tempi di schieramento,  -non estemporaneo sulla cronaca quotidiana per galleggiare sulla realtà' lasciandosi portare dalla corrente verso la foce che la bastarda canaglia di davos ha stabilito unilateralmente sulle nostre teste,  -ma per sempre,  quale vera e propria mission principale per il resto della vita. io oggi mi sento prigioniero di questa m*rda di società' verso la quale muovo un'obiezione di tipo categorico radicale, per aver sottratto all'Italia la sua tradizionale e storica civiltà di riferimento.  nel poco e nel molto comunque risulti fattibile su ogni tema fondamentale facciamo ostruzionismo, boicottiamo, sabotiamo, intralciamo, contestiamo, osteggiamo in ogni modo il "dragaggio" di libertà', diritti, giustizia, e umanità' che il boia di schwab per l'italia sta' portando avanti da palazzo chigi con la brutalità' di un algoritmo.   
per quanto riguarda il tema geopolitico:


https://www.informazionecattolica.it/2022/03/07/solo-i-moderni-farisei-possono-tacere-sul-donbass-e-le-responsabilita-di-usa-e-nato/

Un uomo che è un uomo DEVE credere in qualcosa (dal film: il mio nome è nessuno)

Maria

Citazione di: Finnegan il  9 Marzo 2022, 11:16:11 PM
L'Europa è diventata un campo di sterminio a cielo aperto. La storia si ripete: prima ci hanno tolto libertà fondamentali, poi il lavoro per renderci dipendenti dal Governo. Ma lo scopo non è certo quello di mantenerci a vita, bensì di sfoltire a suon di richiami pseudovaccinali la popolazione europea, diventata solo un pericolo per il potere con l'inevitabile crisi economica.
Non sono l'unico né il primo a dirlo

se non ci pensano i richiami, ci penseranno le persone più fragili psicologicamente e che non ne possono più di depressione e attacchi di panico, a "farlo da se stessi" ( :'() e se si instaura una carestia stile paese comunista, ci penseranno anche queste restrizioni ad accorciarci la vita  :'(
"Dighe formidabili sono crollate per una minuscola crepa"(Finnegan\Alexander Pope)

Finnegan

#7
L'eutanasia è già pronta per le vittime di effetti avversi, così oltre alla vita ci rimettono anche l'anima.

Per informazione, la benzina in Russia costa 40 Euro cent al litro e il prezzo in Italia è dato in massima parte dalle accise
Sostienici con una donazione: www.coscienzamaschile.com/dona

Riverrun, past Eve and Adam's, from swerve of shore to bend of bay, brings us by a commodius vicus of recirculation back to Howth Castle and Environs

Risposta rapida

Attenzione: non sono stati aggiunti messaggi in questa discussione negli ultimi 120 giorni.
A meno che tu non voglia realmente rispondere, prendi in considerazione l'idea di iniziare un nuova discussione.

Nota: questo messaggio verrà visualizzato solamente dopo essere stato approvato da un moderatore.

Nome:
Email:
Verifica:
Lasciare vuota questa casella:
Digita le lettere visualizzate nell'immagine
Ascolta le lettere visualizzate / Carica una nuova immagine

Digita le lettere visualizzate nell'immagine:
Cognome del Presidente della Repubblica (minuscolo)?:
Scorciatoie: ALT+S invia msg / ALT+P anteprima