meme che gira per FB "se un cane può essere soppresso perché uno stupratore no?"

Aperto da dotar-sojat, 27 Dicembre 2023, 11:40:35 AM

Discussione precedente - Discussione successiva

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questa discussione.

dotar-sojat

ieri stavo leggendo una pagina FB del paese di montagna dove ho una casetta, di solito postano gli eventi in programma e le foto del paesaggio, poi vedo questo meme con un cane e la scritta "se un cane morde viene soppresso, perché uno che violenta una donna no?" con ovviamente vari like...
premesso che in italia la legge non prevede la pena capitale, forse queste persone non hanno la minima idea dei casi giudiziari nel nostro paese (ma non solo), di quanti uomini accusati e condannati per violenze senza prove certe (spesso basta la testimonianza della vittima, molto spesso ex moglie ed ex amanti), o che poi si rivelano essere false (noto è il caso di un uomo che si è fatto 6 anni perché accusato dalla figliastra adolescente, salvo che poi una volta divenuta adulta la ragazza abbia confessato di aver mentito per ripicca, perché lui le aveva impedito di andare ad una festa).
Che poi in giro ci siano violentatori da reprimere siamo tutti d'accordo, e che spesso le pene facciano ridere idem, ma la pena di morte di un paese dove si viene condanna nonostante ragionevoli dubbi, proprio no
Spera nel meglio, aspettati il peggio

dotar-sojat

 per non parlare di quelle che la sera si appartano consenzienti e poi al mattino (di solito passata l'euforia) si rendono conto di cosa hanno fatto e cambiano idea e gridano allo stupro.
Spera nel meglio, aspettati il peggio

Finnegan

Confermato ancora una volta che per il sentire comune e talvolta anche per la legge, gli animali valgono più degli uomini
Sostienici con una donazione: www.coscienzamaschile.com/dona

Riverrun, past Eve and Adam's, from swerve of shore to bend of bay, brings us by a commodius vicus of recirculation back to Howth Castle and Environs

Il Conte di Lautréamont

La farsa sta nel fatto che chiedono la condanna a morte per questi tipi di reati ma non per associazione mafiosa e terrorismo. Basta questo per screditare questa nuova ondata di barbarie giurisprudenziali.

Risposta rapida

Nome:
Email:
Verifica:
Lasciare vuota questa casella:
Cognome del Presidente della Repubblica (minuscolo)?:
Scorciatoie: ALT+S invia msg / ALT+P anteprima