"Non lasciate la Chiesa!" Quante defezioni dovranno ancora esserci?

Aperto da Finnegan, 22 Gennaio 2024, 01:58:25 AM

Discussione precedente - Discussione successiva

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questa discussione.

Finnegan

Sono le parole di Mons. Schneider che condivido e riporto, tradotte, in calce. L'appello è stato scritto in occasione della scandalosa benedizione alle coppie omosessuali imposta da Bergoglio, ma non è certo solo per questo che la gente lascia la Chiesa. E poiché gli appelli si moltiplicano, le defezioni devono essere davvero tante, ma si continuano a tralasciare le ragioni profonde del fenomeno, di cui i pastori hanno grave responsabilità ma continuano a difendere Papi in odor di eresia (la cui sola colpa sarebbe "parlare troppo"), una liturgia che porta gradualmente all'eresia e all'ateismo e un Concilio che persino un teologo dello spessore di Mons. Gherardini ha suggerito potesse contenere errori.

La Chiesa si presenta spesso al fedele sincero come un territorio occupato da personaggi non realmente cristiani, che la governano come una sinarchia, indifferente ed ostile come quella del Castello di Kafka.
Da una parte la gente non si riconosce più in questa Chiesa, dall'altra ne viene scacciata, o viene lasciata fuori, anche da coloro che a parole la difendono.
Per rendersi conto (ammesso lo si voglia) della gravità del fenomeno, basta constatare che la situazione è perfino peggiore (a livello comunitario e demografico) di quella ai tempi del fascismo, nei quali malgrado la sorveglianza del regime, l'associazionismo cattolico era vitale (da lì nacque la Resistenza cattolica) e la demografia nettamente superiore perfino sotto le bombe.
Si pensi alla quasi totale indifferenza del clero ITALIANO per le sorti (spirituali e non) dei fedeli ITALIANI: qualcuno ha sentito parole in merito da parte di vescovi e monsignori? Per trovarle bisogna risalire nel tempo a cardinali defunti, o africani. Non è allarmante e anche scandaloso tutto ciò? E che dire del trattamento riservato al fedele sincero anche da parte di chi proclama di essere dalla parte dell'ortodossia cattolica? Come ho già scritto, l'occupazione ostile di un gruppo umano si vede dall'esclusione che pratica verso gli stessi appartenenti a quel gruppo.
E non è un caso che Marshall McLuhan disse che la missione del futuro (cioè di oggi) è la "resistenza all'occupazione totale". Queste tematiche cruciali interessano a qualche monsignore o vescovo?
O pensano di risolvere tutto col Conclave?

Qui l'appello di Mons. Schneider:
Miei cari fratelli e sorelle cattolici polacchi, vorrei salutarvi e rivolgervi alcune parole di incoraggiamento affinché rimaniate sempre fedeli alla Santa Fede Cattolica.
È ovviamente evidente che stiamo vivendo tempi molto confusi, purtroppo anche nella vita della Chiesa, in particolare gli ultimi eventi noti a tutti, anche ai non cattolici di tutto il mondo, a causa di questo sfortunato documento del Vaticano con il titolo Fiducia Supplicans con cui la Santa Sede e, in ultima analisi, il Papa, consentono ai preti cattolici di impartire una sorta di benedizione alle coppie dello stesso sesso. Questo è ovviamente un problema molto serio, molto tragico e per qualunque osservatore questi fatti sono molto preoccupanti, rappresentano un momento davvero scandaloso anche se il documento afferma che la dottrina della Chiesa non è cambiata e la dottrina riguardante il matrimonio, la famiglia e la sessualità non è cambiata.

Nonostante ciò, proprio questo documento sta minando questa stessa dottrina e, nella pratica, addirittura negandola proprio per il semplice fatto di permettere ai preti cattolici di dare una benedizione non a persone omosessuali ma a coppie omosessuali, quindi questo è proprio il problema.

Questo perché il nome, il significato e il gesto di benedizione per ogni persona che usa ancora la ragione e la logica significano una sorta di approvazione, non nella teoria ma nella pratica, perché la parola benedizione significa parlare bene di questa realtà.

Ovviamente poi alcuni documenti e alcuni sacerdoti e vescovi cercano di giustificare questi gesti dicendo che non si benedice un'unione ma una coppia ma questo è semplicemente un gioco di parole e non riesce a convincere nessuno.

Tali spiegazioni quindi sono semplicemente contrarie alla logica fondamentale e non possiamo lasciarci semplicemente ingannare da tali parole, da certe battute e giochi di parole: questo non è degno di un documento della Chiesa, questo è indegno di vescovi e cardinali. E' fatto per ingannare la gente, ingannare il mondo intero dicendo che la Chiesa non ha cambiato la sua dottrina ma i sacerdoti possono dare una sorta di benedizione.

Ci sono anche altri altri raggiri e bugie. Il raggiro è che dicono che non è una benedizione liturgica ma una benedizione non liturgica, una benedizione spontanea. Si può chiamarla come si vuole: è una benedizione!

E quindi dovremmo dire con fermezza che non accetteremo mai tali inganni, tali menzogne, tale indebolimento della rivelazione divina della verità della nostra Fede Cattolica che dice che gli atti omosessuali sono intrinsecamente malvagi in ogni circostanza e che le coppie o l'unione omosessuale sono di per sé un grave scandalo. E questo ha un significato: semplicemente che essere una coppia omosessuale è contro l'ordine divino della creazione e quindi è gravemente malvagio anche se queste coppie omosessuali fingono di non compiere atti omosessuali, ma questo è prendere in giro tutte le persone e nessuno ci crederà.

Inoltre è uno scandalo pubblico, è un messaggio pubblico contrario alla verità di Dio e all'Ordine della creazione: queste due persone si stanno mettendo in un'occasione immediata e costante di peccato grave e questo stesso fatto è già un peccato e non può in alcun modo, nemmeno in modo ambiguo o implicito, essere incoraggiato o essere in qualche modo benedetto.

In questo modo si lancia un messaggio: che la Chiesa Cattolica in qualche modo, nei fatti (anche se non con la teoria ma nella pratica) dà il messaggio al mondo intero che stiamo accettando la realtà delle coppie omosessuali. E con questo documento questa pratica che ora sta prendendo piede in diversi luoghi, delle cosiddetti benedizioni spontanee o pastorali, la Chiesa Cattolica sta di fatto diventando una sorta di propagandista dell'ideologia mondiale globale del Gender,  un'ideologia anticristiana, un'ideologia che è contro la dignità umana.

Dobbiamo perciò dire ai nostri sacerdoti e vescovi che non possiamo accettare questo documento, dobbiamo rimanere fedeli alla nostra Fede Cattolica e pregare ovviamente per il papa affinché Dio lo illumini, affinché rifiuti e annulli questo documento il prima possibile. Questo è il nostro dovere di buoni cattolici e questo sarà il nostro segno di amore per il papa, un vero amore per il papa e per la Santa Sede.

Per questo motivo, in questo contesto,  miei cari fratelli e sorelle, non fatevi confondere da nessuno. Dice San Paolo nella lettera ai Galati "Anche se verrà un angelo del cielo e vi annuncerà un altro Vangelo non credete" e lo stesso, quando da Roma arriveranno documenti che stanno evidentemente, quanto meno, minando il Vangelo non li accetteremo, come disse san Paolo.

La Chiesa, tuttavia, è indistruttibile. La Chiesa non può essere vinta dai nemici perché la Chiesa è divina. La Santa Sede, l'ufficio petrino del papa, è fondata da Cristo e non può essere vinta dai nemici. Sfortunatamente i nemici ai nostri giorni sono penetrati profondamente negli uffici e nelle alte cariche della Santa Sede ma non riusciranno a vincere sulla Santa Sede perché è fondata da Dio.

Dio permette un offuscamento e una confusione temporanei anche nella Santa Sede. È successo nella storia della Chiesa, diverse volte – anche se non così tanto ma è successo, e poi Dio è nuovamente intervenuto e ha dato di nuovo dei papi molto  forti, buoni e santi e questo accadrà sicuramente di nuovo.

Quindi non perdete il coraggio e non cercate una strada vostra o non cercate di fondare una vostra Chiesa o una specie di setta, non andate a scegliere un vostro sacerdote che sia completamente indipendente: questo non può essere un prete cattolico. Non può essere autonomo e indipendentemente...  questo non è cattolico. Un prete cattolico non può essere un guru e leader di una setta, anche con la fede tradizionale, la messa tradizionale e così via: questo è contro la natura della Chiesa Cattolica e della fede. Anche quando si è perseguitati, quando vi viene negata per esempio la Messa tradizionale in latino, la vera Fede Cattolica, allora cercate buoni Vescovi che approveranno la vostra ricerca: cercate magari Vescovi Emeriti, ma devono essere Vescovi in regola che daranno la loro Benedizione a questo sacerdote. Questi sacerdoti in situazioni straordinarie, e i fedeli, devono rendere conto a un vescovo che sia in in regola nella Chiesa Cattolica e non possono essere completamente indipendenti, a se stessi.

Vi incoraggio perciò ad offrire questa sofferenza, è una sofferenza vivere in tempi così confusi, ma Dio vi ha posto nella sua saggezza in questo tempo affinché possiate acquisire tanti meriti per la vita eterna e che la vostra fede venga purificata come l'oro.

E inoltre continuate ad amare la Chiesa, sempre, continuate sempre a pregare per il Papa, soprattutto per Papa Francesco, ogni giorno. Offrite sacrifici per lui per la sua conversione affinché Dio illumini Papa Francesco, gli doni la luce affinché ritorni al suo compito che Cristo gli ha dato, vale a dire, a rafforzare nella massima chiarezza tutti i fedeli e i vescovi nella santa Fede Cattolica.

E quando insieme, tutti i cattolici del mondo, prenderemo d'assalto il cielo implorando Dio che converta Papa Francesco, che gli dia la Luce Divina affinché possa pentirsi di tutta la confusione portata fino ad ora nella Chiesa, allora questo sarà un miracolo e saremo tutti grati a Dio.

Offrite le vostre preghiere, fate atti di pentimento, fate atti di riparazione per tutti i peccati nella Chiesa contro la Fede Cattolica che stanno commettendo i Cardinali, Vescovi, sacerdoti e anche la Santa Sede in questo tempo. Questo è il vero atteggiamento cattolico.

Miei cari fratelli e sorelle, facciamo quindi una grande catena di preghiere, una santa crociata per implorare che Dio illumini Papa Francesco affinché riconosca il suo compito e possa nuovamente rafforzare nella massima chiarezza la Fede Cattolica.

E poi anche, vi prego, cominciamo già da ora, quotidianamente, a implorare con umiltà e fiducia che Dio ci conceda un'era, un tempo di tanti santi papi. E ripetiamo ogni giorno "Credo fermamente nell'unica Fede Cattolica apostolica".

E per tutto questo vi do la mia benedizione.

+ Athanasius Schneider, Vescovo ausiliare dell'Arcidiocesi di Santa Maria in Astana
Sostienici con una donazione: www.coscienzamaschile.com/dona

Riverrun, past Eve and Adam's, from swerve of shore to bend of bay, brings us by a commodius vicus of recirculation back to Howth Castle and Environs

Risposta rapida

Attenzione: non sono stati aggiunti messaggi in questa discussione negli ultimi 120 giorni.
A meno che tu non voglia realmente rispondere, prendi in considerazione l'idea di iniziare un nuova discussione.

Nota: questo messaggio verrà visualizzato solamente dopo essere stato approvato da un moderatore.

Nome:
Email:
Verifica:
Lasciare vuota questa casella:
Digita le lettere visualizzate nell'immagine
Ascolta le lettere visualizzate / Carica una nuova immagine

Digita le lettere visualizzate nell'immagine:
Cognome del Presidente della Repubblica (minuscolo)?:
Scorciatoie: ALT+S invia msg / ALT+P anteprima