Aggiungi una risposta

Il seguente errore o i seguenti errori si sono verificati durante l'invio del messaggio:
Attenzione: non sono stati aggiunti messaggi in questa discussione negli ultimi 120 giorni.
A meno che tu non voglia realmente rispondere, prendi in considerazione l'idea di iniziare un nuova discussione.
Nota: questo messaggio verrà visualizzato solamente dopo essere stato approvato da un moderatore.
Allegati: (Rimuovi allegati)
Restrizioni: 2 per messaggio (2 rimanenti), dimensione massima totale 1 MB, dimensione massima individuale 1 MB
Deseleziona gli allegati che si vogliono rimuovere
Clicca o trascina qui i file per allegarli.
Allegati e altre opzioni
Verifica:
Lasciare vuota questa casella:
Digita le lettere visualizzate nell'immagine
Ascolta le lettere visualizzate / Carica una nuova immagine

Digita le lettere visualizzate nell'immagine:
Cognome del Presidente della Repubblica (minuscolo)?:
Scorciatoie: ALT+S invia msg / ALT+P anteprima

Sommario della discussione

Inserito da Padano74
 -  7 Gennaio 2020, 01:24:54 PM
Citazione di: discobolo il 30 Dicembre 2019, 12:21:17 PM
Citazione di: Finnegan il 30 Dicembre 2019, 12:12:44 PM
Già. O anche generarli perché no.

Io e la mia fidanzata crediamo che convenga più' migliorare la vita di bambini che sarebbero altrimenti disperati, che metterne al mondo degli altri. Ma in ogni caso, c'e' ancora tempo...  :happy:

Non sono affatto d'accordo: l'Occidente deve tornare a fare bambini, anziché adottare quelli del Terzo Mondo, contribuendo, a sua volta, alla sostituzione etnica.
Inserito da Finnegan
 -  4 Gennaio 2020, 03:12:34 AM
Con Partito Radicale di massa di indica quella sfuggente eppure concreta realtà dell'ideologia del governo globale, incarnata in Italia dal partito Radicale, insignificante nella società ma che ha permeato della sua ideologia tutte le istituzioni e i partiti.
Per quqlche ragione oggi, parole come centro e dialogo sono usurpate dal nemico, per trascinare verso ideologie mortifere invece che da gente di buona volontà per discutere di principi costruttivi.
Inserito da johann
 -  3 Gennaio 2020, 03:37:20 PM
un commento all'ottimo veneziani, anche lui intelllettuale-partigiano costretto alla macchia dal sistema oppressista del pensiero unico,  personaggio refrattario ai compromessi sopratutto sui  principi, un'acuminata e tagliente penna al servizio della "buona battaglia cristiana" e cioe' testimoniare a "oltranza" l'ordine costituito e la verita oggettiva delle cose

partito radicale di massa .... se con questo si intente una immagine di comodo per descrivere l'andazzo corrente va più che bene ,  ma attenti a non fraintenedere il significato perche lasciare certi equivoci non debitamente chiariti puo significare lasciare alle spalle delle proprie convinzioni  la "porta aperta" con il rischio (specie di questi tempi) che sul podio della tua ragione quando diventerà palese ti ritroverai a doverla condividere con tutti quanti  compresi i nemici di ieri   
Non sarebbe esauriente quindi potenzialmente equivoco incasellare il trend dissolutorio contemporaneo dentro il vile ambito politico perche c'e sempre l'idiota o il genio che finisce per credere o far credere che basti votare altro per sistemare le cose.......ehh!!    no!    troppo facile o troppo comodo per essere vero 
anche se nulla osta considerare il satanasso di pannella e la sua strega bonino come i principali ministri e officianti dell'orgiastico regressismo nichilista della societa "moderna" essi sono importanti in un paese di vigliacchi politici come il nostro non per il loro partito radicale ma perche sulle loro battaglie di "civilta'" (quale??') sono sempre rimasti coerenti e ci hanno messo la faccia quindi non fosse altro che per questo sono diventati loro malgrado delle icone di un "partito" culturale di massa talmente vasto e trasversale alla societa contemporanea che nella asfittica arena politica nostrana non  ci entrerebbe nemmeno

"partito" tentacolare e trasversale a ogni ideologia che oggi tende ad abbracciare un po tutto e tutti compresa la chiesa in "uscita" di bergoglio  non serve fare le presentazioni si tratta dell'autoreferenziale progressismo più volte denunciato dal sottoscritto che nel suo phanteom ospita in ecumenica " fraternita'" praticamente tutto l'arco costituzionale, le istituzioni nazionali e sovranazionali, la finanza, il ventaglio dei media sino ai palinsesti che mettono in onda....

Per me e' questa la scelta di campo che si e' chiamati a fare o stare nel mucchio o chiamarsi fuori, scelta tanto più ardua quanto e' già difficile prendere coscienza di questo spartiacque che ci aspetta al varco e ci interroga  visto che anche coloro che non hanno ancora l'anello al naso del pensiero unico faticano non poco a credere che tolto l'umanesimo nichilista e disumano in "progress"  rimanga "qualcosa d'altro" a cui rifarsi  talmente e stato invasivo il lavaggio del cervello che hanno subito
se si considera poi che a questi livelli non e' ammessa "neutralita'"  non esiste cioe'  il solito "centro" dove tutta l'umanita (specie quella attuale) "moderata" nel senso di compromissoria puo comodamente parcheggiarsi in attesa di correre in soccorso del vincitore,  come si può sperare che la gente faccia scelte di campo del resto  questi sono i tempi dell'opportunismo non dell'eroismo del bigottismo formale non del martirio sostanziale  tuttavia per gli ottusi anticonformisti e bene ricordare che il mondo non ha imparato a vivere "civilmente" a essere degno di se con la rivoluzione francese.....anzi se volessimo ben guardare i suoi frutti: ...roberpierre...massoneria.....napoleone...marxs...nazisti...fascisti...comunisti..2 guerre mondiali....genocidi...terrorismi....68ini...femministe... qeer...lgbt..animalisti adesso l'ecologismo antiumano ..ecc ecc e' stato un prezzo un po troppo alto da pagare per potersi vantare ad esempio di essere nel nuovo millennio tutti "armati" di cellulare e di poter comunicare e interagire col mondo  (con il risultato di aver dismesso la capacita' di tessere rapporti umani diretti, e di contro di essere "tracciati" dal sistema sempre e ovunque)  di poter andare democraticamente a votare... .( solo per poter scegliere fra tante declinazioni di uno stesso pensiero unico che tutto presiede e governa)  di essere liberi ed emancipati  solo in senso anarchico  diritti...diritti per se  ma senza doveri (vedi femministe) siamo proprio sicuri che se il mondo occidentale non avesse a suo tempo strappato con il suo passato cristiano adesso staremmo peggio di come siamo?

il problema ridotto ai suoi fondamentali sta tutto qui,  per come la vedo io anche per rispondere all'empio di bergoglio che reputa la chiesa ferma da 200 anni  ci sono state in passato  in po "troppe rivoluzioni di troppo"
sanguinose, inutili, e quasi sempre controproducenti  fatte solo per anticipare nella violenza e assecondando i più bassi e infimi vizi umani  quello che la gradualità della civilta cristiana ci avrebbe dato lo stesso in pienezza e in pace
Inserito da discobolo
 - 30 Dicembre 2019, 12:21:17 PM
Citazione di: Finnegan il 30 Dicembre 2019, 12:12:44 PM
Già. O anche generarli perché no.

Io e la mia fidanzata crediamo che convenga più' migliorare la vita di bambini che sarebbero altrimenti disperati, che metterne al mondo degli altri. Ma in ogni caso, c'e' ancora tempo...  :happy:
Inserito da discobolo
 - 30 Dicembre 2019, 12:03:46 PM
A me personalmente adottare uno o tre di questi angioletti non dispiacerebbe affatto...

Inserito da discobolo
 - 30 Dicembre 2019, 11:35:47 AM
Citazione di: Finnegan il 30 Dicembre 2019, 11:09:45 AM
No non ha fretta, è tutto programmato. A parte sicuri ma forse remoti rivolgimenti sociali, l'unica alternativa sono Paesi ancora "indietro" sulla strada dell'autodistruzione.

Esatto. L'intero convoglio procede verso il macello. L'unica soluzione e' quella di saltare in corsa su un vagone più' lento.
Inserito da Finnegan
 - 30 Dicembre 2019, 11:09:45 AM
No non ha fretta, è tutto programmato. A parte sicuri ma forse remoti rivolgimenti sociali, l'unica alternativa sono Paesi ancora "indietro" sulla strada dell'autodistruzione.
Inserito da discobolo
 - 30 Dicembre 2019, 10:44:15 AM
Citazione di: Finnegan il 30 Dicembre 2019, 09:37:19 AM
Hai descritto lo stile di vita di una larga fetta di occidentali (v. mortalità da Fentanyl negli USA). Forse stanno così perché le relazioni umane sono vuote, quando non addirittura tossiche (luogo di lavoro, relazioni "liquide" ecc.); spesso per la diretta responsabilità degli interessati, specialmente se donne. Il punto è che i suddetti verrebbero eliminati solo quando non più produttivi e consumatori attivi.

Sono d'accordo ma penso che il Sistema non ha fretta: basta abbattere il valore della famiglia (etero) come unita' sociale fondamentale, ridurre la voglia di fare figli inondando le giovani generazioni di incertezze sul futuro e sterili palliativi (pornografia, hobby infantili e solipsisti, ecc.) e, ciliegina sulla torta, regalare a tutti l'opzione "morte facile & veloce", come hai scritto più' su.
Inserito da Finnegan
 - 30 Dicembre 2019, 09:37:19 AM
Citazione di: discobolo il 30 Dicembre 2019, 09:03:27 AM
Il paradosso e' che questa classe di uomini e donne insicure, che riescono a "funzionegare" per le loro 8 ore lavorative e poi devono sprofondare nella solitudine sedata da alcol e antidepressivi triciclici, sono lo zoccolo duro dei consumatori impulsivi fedeli a questo brand di telefonino o di musica in streaming. Se non lavorano magari hanno i genitori da cui prelevano i soldi per i gadget suddetti.
Eliminandoli, la classe dominante si darebbe la proverbiale zappa sui piedi.
Hai descritto lo stile di vita di una larga fetta di occidentali (v. mortalità da Fentanyl negli USA). Forse stanno così perché le relazioni umane sono vuote, quando non addirittura tossiche (luogo di lavoro, relazioni "liquide" ecc.); spesso per la diretta responsabilità degli interessati, specialmente se donne. Il punto è che i suddetti verrebbero eliminati solo quando non più produttivi e consumatori attivi.
Inserito da discobolo
 - 30 Dicembre 2019, 09:03:27 AM
Citazione di: Finnegan il 30 Dicembre 2019, 05:28:15 AM
E mica solo  si metteranno in fila i  veri malati  di cancro. Secondo me , basterà una crisi economica aggravata, e chiederanno l'auto-eliminazione alla  Asl tutti  i senza  lavoro e  i senza stipendio, quelli che  non  hanno più  soldi per  la coca: a  cui è  stato insegnato che la sofferenza non ha senso, e  che tutto ciò che si po' esigere dalla vita  è strappare qualche godimento, e  sballo prima dell'estinzione  e della gran paura.

Il paradosso e' che questa classe di uomini e donne insicure, che riescono a "funzionegare" per le loro 8 ore lavorative e poi devono sprofondare nella solitudine sedata da alcol e antidepressivi triciclici, sono lo zoccolo duro dei consumatori impulsivi fedeli a questo brand di telefonino o di musica in streaming. Se non lavorano magari hanno i genitori da cui prelevano i soldi per i gadget suddetti.

Eliminandoli, la classe dominante si darebbe la proverbiale zappa sui piedi.

Inserito da Finnegan
 - 30 Dicembre 2019, 05:28:15 AM
Nel frattempo...

IL PROGRAMMA DEI RADICALI PERFETTAMENTE REALIZZATO

La cassazione ha depenalizzato il consumo personale di cannabis.  E in prospettiva, la legalizzazione delle droghe più dure.

https://www.ilmessaggero.it/italia/cannabis_cassazione_casa_legale_coltivazione_testo-4949144.html

Sono passati pochi giorni da quando la Corte d'Assise di Milano ha depenalizzato l'aiuto al suicidio e in prospettiva l'eutanasia

https://www.ilfattoquotidiano.it/2019/12/23/fine-vita-processo-cappato-a-milano-assolto-il-fatto-non-sussiste-la-compagna-ora-spero-che-avvenga-qualcosa-in-politica/5634783/

Cos'altro rimane da realizzare del  programma del Partito Radicale e delle epiche battaglie di Pannella e Bonino? Mi pare non manchi più nulla.
L'ottobre scorso, si segnalava  che  la Corte Europea  ha condannato  l'Italia  per il cosiddetto "ergastolo ostativo", contro pluriomicidi mafiosi irriducibili, che la Corte ha paragonato alla tortura.  La causa contro il  nostro paese è stata promossa presso la Corte da una nota esponente radicale

https://www.maurizioblondet.it/sullitalica-libido-serviendi-libido-prodendi/

Con questa sentenza, grazie a cui i pluriergastolani potranno esigere risarcimenti dal pubblico erario,  ci si avvicina alla perfezione della riforma giudiziaria idealmente rappresentata  dallo  slogan "Nessuno Tocchi Caino". Grazie alle  battaglie radicali, ormai da  anni si può toccare solo Abele:  "toccarlo" con divaricatori, forcipi e coltelli chirurgici onde farlo a pezzi nel ventre della madre. Da noi è l'innocente  che può essere sottoposto  a queste torture, e in perfetta legalità.

In un paese dove nella politica "le cose vanno selvaggiamente" come bel previde Irlmaer,  un  solo partito ha da essere soddisfatto.

In fondo, quale altro partito politico può  mai aver vantato una così completa e soddisfacente realizzazione  del  suo programma politico? Un risultato tanto più lusinghiero  per un  partito che nonostante tutti solo il 2% degli   italiani votano, nonostante  su piazza dal dopoguerra e  disponga di radio e appoggi nei media. Per non  parlare  del giudici: come  gli ultimi tre casi sopra  illustrati, sono soprattutto i tribunali a  fare avanzare in modo  decisivo i punti cruciali del programma Pannella: palesemente  la casta giudiziaria si sostituisce  una volta di più alle  ben note  mancanze della "politica"  che "non decide" su questi temi. Sottrarre l'eutanasia e la droga libera ad una discussione pubblica e parlamentare, che sarebbe stata caotica  e  politicamente scorretta:  così invece "i nostri  valori"  europei hanno trionfato senza sbavature.

Del resto, dove sarebbe "l'altra parte"  che in un dibattito, ed anche in un processo, si prescrivevi "audire".

Audietur et altera  pars: chi  mostrerà i "contro"  dell'eutanasia  e della droga? La Chiesa che  una volta  l'avrebbe  fatto, sta, con Bergoglio, dalla parte del partito radicale,  e  ha del "grande amico" Pannella. E quale  laico con un'autorità in qualche modo riconosciuta  oserà proporre argomenti  cui nessuno crede più, il pericolo di dannazione eterna  (ma va là!), e molto più concretamente, il rischio che vecchi soli e malati, [come si sta bene da soli, MGTOW senza figli, tanto ci sono le prostitute] psichicamente deboli, siano convinti a dare il consenso alla propria eliminazione?

Lo sappiamo tutti, è  proprio quello cui puntano. Ecco una notizia dal Canada:

[e per chi facesse resistenza]:
Il governo provinciale cerca di costringere l'ospizio canadese a uccidere pazienti malati


DELTA, Columbia Britannica, 12 dicembre 2019 ( LifeSiteNews ) – Il governo della Columbia Britannica sta minacciando di penalizzare un ospizio  se non segue le sue direttive e consente ai suoi pazienti di essere uccisi sul posto in caso di morte per assistenza medica programma.

La provincia potrebbe arrivare al punto di chiudere la Delta Hospice Society, che gestisce Irene Thomas Hospice a 10 posti letto a Ladner, aC, afferma Alex Schadenberg della Coalizione di prevenzione dell'Eutanasia.

Il ministro della sanità del New Democratic Party (N[ S]D[A]P) Adrian Dix ha dato alla società fino a giovedì per produrre piani per conformarsi alla politica dell'autorità sanitaria di Fraser secondo cui tutte le sue strutture – ad eccezione delle istituzioni basate sulla fede che possono opporsi per motivi religiosi – forniscono l'eutanasia, il globo e Posta segnalata.

https://www.lifesitenews.com/news/provincial-govt-tries-to-bully-canadian-hospice-into-killing-sick-patients

Ma volete che uno si esponga,  politico e anche giornalista?  Il  punto è che l'opinione  pubblica è contro di lui. Verrebbe subissato da odi e attacchi  personali  contro  i suoi "pregiudizi" religioso e "tabù" a cui "non crede nemmeno El Papa ".  Sono convinto che la maggior parte della popolazione voglia la possibilità di eutanasia per sé:  alla minima  sofferenza fisica – o morale che la droga in libera vendita non basterà a far tacere  – si metteranno in fila davanti al CUP per prenotarsi  l'iniezione letale.

E mica solo  si metteranno in fila i  veri malati  di cancro. Secondo me , basterà una crisi economica aggravata, e chiederanno l'auto-eliminazione alla  Asl tutti  i senza  lavoro e  i senza stipendio, quelli che  non  hanno più  soldi per  la coca: a  cui è  stato insegnato che la sofferenza non ha senso, e  che tutto ciò che si po' esigere dalla vita  è strappare qualche godimento, e  sballo prima dell'estinzione  e della gran paura.

Non a caso  davanti a questo popolo  –  che ha realizzato in sé  il programma radicale –  si erge un antico incubo: il Turco.


https://www.maurizioblondet.it/il-programma-dei-radicali-perfettamente-realizzato/
Inserito da Finnegan
 - 30 Dicembre 2019, 12:50:10 AM

Questo estratto da un articolo di Marcello Veneziani fotografa la contaminazione dei movimenti maschili con l'ideologia dominante, che a sua volta sostiene il femminismo. Noi uomini proponiamo un modello di società diversa e migliore o in fondo ci sta bene così? Siamo ancora capaci di trasmettere la civiltà dei nostri padri? Non perdetevi i grassetti:

Mi consegnô quelle pagine scritte a mano e mi chiese di aggiungere al testo una nota citazione di Vico che non aveva sottomano.
In quell'ultimo incontro parlammo della trasformazione del Pci in partito radicale e neoborghese; e lui che amava épater le bourgeois, spiazzare i benpensanti, disse che ci sarebbe da scrivere un Elogio di Stalin.
Del Noce fu il primo a prevedere la mutazione della sinistra dal comunismo allo spirito radical, la resa al capitalismo globale, all'individualismo e alla liberazione sessuale. Secondo Del Noce il comunismo si sarebbe suicidato nelle braccia del capitalismo, i comunisti sarebbero diventati agenti della nuova borghesia cinica e permissiva, braccio secolare della nuova rivoluzione dei diritti civili contro la tradizione. Per Del Noce era rimasto irrealizzato e tradito tutto ciò che aveva di grande il socialismo, a cominciare dalla denuncia dell'alienazione; la nuova sinistra aveva invece traghettato la società borghese nella società neo-borghese di massa. Lo scriveva prima della caduta del Muro di Berlino, sin dai primi anni Settanta.
Su piani diversi collimavano con molte sue diagnosi le riflessioni di due autori, l'eretico Pieraolo Pasolini e Franco Rodano, che così descriveva la società contemporanea: «È la società degli uomini vuoti: esseri senza più fini, senza più valori, senza nemmeno il richiamo, la spinta, alla salvezza, della sofferenza materiale; esseri che possono sentirsi vivi solo nelle furie astratte del sesso o nei sussulti subitanei e imprevedibili, negli sfoghi, di una sporadica e fatua anarchia». Parole che Del Noce sottoscriveva e che probabilmente nessun intellettuale di sinistra oggi approverebbe.

Del Noce individuava la cerniera che avrebbe collegato i vecchi comunisti al nuovo spirito radical in una certa cultura azionista, laicista e gobettiana, che si esprimeva tramite un quotidiano-partito, La Repubblica di Eugenio Scalfari. Rispetto al passato, la nuova sinistra tendeva perdere i suoi tratti popolari e proletari per incontrare una nuova borghesia, intellettuale e imprenditoriale, emersa col Sessantotto, munita del conforto dei nuovi poteri economici e finanziari. Facevano da contorno gli sbandieratori dell'etica e del moralismo giudiziario che celebravano in realtà la liquidazione dei valori comunitari, morali e religiosi. Del Noce descriveva questo passaggio non solo nei suoi libri ma anche nei suoi articoli culturali sul Tempo di Roma, allora diretto da Gianni Letta, su Intervento di Giovanni Volpe e sul Sabato vicino ai ciellini. Scritti ignorati dalla cultura ufficiale, senza alcuna replica dagli stessi interessati. Del Noce ravvisava le tracce di un nuovo bipolarismo tra radicali e radicati.
Quel che abbiamo visto in seguito è la realizzazione puntuale dell'analisi delnociana: la sinistra diventa partito radicale di massa, garante della società liberata dai vecchi arnesi di Dio, patria e famiglia. La bioetica, l'eutanasia, l'aborto, la relativizzazione della famiglia, la liberazione sessuale, l'apologia dell'omosessualità e la legalizzazione della droga, diventano i suoi punti di forza e di attrazione: l'impronta del partito radicale e delle battaglie referendarie sul divorzio e sull'aborto era evidente. Ma dall'altra parte c'è un partito radicato di massa? La domanda cadde nel vuoto ai tempi di Del Noce, e anche oggi. Del Noce descrisse Il suicidio della rivoluzione. Ma sottotraccia descrisse pure il suicidio della conservazione.

In cosa noi uomini ci differenziamo da tutto ciò?

"Io profetizzo l'epoca in cui il nuovo potere utilizzerà le vostre parole libertarie per creare un nuovo potere omologato, per creare una nuova inquisizione, per creare un nuovo conformismo e i suoi chierici saranno chierici di sinistra"
Pier Paolo Pasolini