Scontro tra Raffaele Morelli e Michela Murgia sulle donne

Aperto da dotar-sojat, 25 Giugno 2020, 02:49:48 PM

Discussione precedente - Discussione successiva

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questa discussione.

dotar-sojat

"Il femminile è presente alle basi dell'essere già agli albori. E' un dato ontologico. (...) I codici del femminile sono codici antichissimi, primordiali. E siccome il femminile è la base della crescita e dello sviluppo di ogni donna, se il femminile viene soffocato, una donna perde la possibilità di realizzare la sua personalità" Raffaele Morelli che spiega il principio n. 1 della Redpill



Ovviamente cosa hanno capito i media?

Scontro tra Raffaele Morelli e Michela Murgia sulle donne, lo psichiatra: "Devi stare zitta e ascoltare"
I due litigano in diretta radiofonica. Ad accendere la discussione la frase "se una donna esce di casa e gli uomini non le mettono gli occhi addosso, deve preoccuparsi"

Scontro in diretta radiofonica tra Raffaele Morelli e Michela Murgia. Al centro della discussione le donne e in più nello specifico la parità di genere. La lite è nata per le domande poste dalla scrittrice in merito alla frase "se una donna esce di casa e gli uomini non le mettono gli occhi addosso, deve preoccuparsi", pronunciata dallo psichiatra in un'altra occasione. La reazione di Morelli è stata tutt'altro che pacata, tanto da abbandonare la trasmissione con un "zitta, sto parlando, altrimenti me ne vado".

A chiedere l'intervento dello psichiatra a Radio Capital è stata la stessa Murgia, evidentemente infastidita dalle precedenti affermazioni di Morelli. La discussione ha assunto immediatamente toni di polemica.



La scrittrice ha ripetuto a Morelli le sue parole: "Puoi fare l'avvocato e il magistrato e ottenere tutto il successo che vuoi, ma il femminile in una donna è la base su cui avviene il processo. Il femminile è il luogo che trasmette il desiderio, se le donne non si sentono a proprio agio con il proprio vestito tornano a casa a cambiarsi. Noi uomini siamo più unilaterali, la donna invece è la regina della forma, la donna suscita il desidero e guai se non fosse così". Lo psichiatra ha quindi esposto le proprie teoria sulla femminilità, ribadendo di fatto quanto già detto. "In una donna - ha spiegato - il femminile è la radice. È presente alle basi dell'essere già agli albori, è un dato ontologico, le bambine giocano con le bambole fin dagli albori".



Quest'ultima frase ha scatenato l'ira della Murgia: "I maschietti non giocano con le bambole? Perché non gliele diamo. Se gliele diamo magari ci giocano". Pronta la risposta di Morelli: "Ascolta, i maschi non giocano anche se gliele diamo". Da qui è nato un botta e risposta piuttosto acceso. Da una parte la scrittice che ha chiesto a Morelli di darle del lei "perché non sono una bambina", dall'altra Morelli che ha accusato la Murgia di porgli "domande stupide".



La discussione non poteva finire nel peggiore dei modi. Di fronte all'ennesima spiegazione dello psichiatra su cosa sia la femminilità, i due sono tornati a litigare fino a quando Morelli ha detto: "Sto parlando, stai zitta, altrimenti me ne vado". Chiara la replica della scrittrice: "Se ne vada. Non sta facendo un comizio io le faccio delle domande". Telefono buttato giù e diretta finita.
Spera nel meglio, aspettati il peggio

dotar-sojat

a me quando è capitata una bambola tra le mani l'ho buttata via, al massimo ho toccato le tette della barbie
Spera nel meglio, aspettati il peggio

Finnegan

Ma quali bambole, non facevo che giocare col lego. L'arroganza femminile sta raggiungendo vette tragicomiche.
Sostienici con una donazione: www.coscienzamaschile.com/dona

Riverrun, past Eve and Adam's, from swerve of shore to bend of bay, brings us by a commodius vicus of recirculation back to Howth Castle and Environs

Derry

Citazione di: Finnegan il 25 Giugno 2020, 06:00:17 PM
Ma quali bambole, non facevo che giocare col lego. L'arroganza femminile sta raggiungendo vette tragicomiche.
Ricordo che da bambino uno dei miei più grandi divertimenti era quello di smontare i giocattoli. Non li rompevo, semplicemente, dopo averci giocato un bel po', mi veniva la curiosità di capire come fossero fatti dentro (specialmente quelli meccanici a molla), e allora li smontavo pezzo dopo pezzo, scoprivo i loro segreti e infine li rimontavo, o cercavo di farlo.
In questo contesto, una volta mi capitò fra le mani una bambola "dismessa" da mia sorella e la sottoposi allo stesso tipo di indagine; risultato: dopo cinque minuti, avevo scoperto che l'interno di una bambola era costituito da tre elastici che tenevano assieme testa, gambe e braccia. Una delusione! Fu l'unico momento in cui mi interessai alle bambole.
Eppure, ricordo che mia sorella ci giocava per ore...
"Nothing can stop the man with the right mental attitude from achieving his goal; nothing on earth can help the man with the wrong mental attitude."

Risposta rapida

Attenzione: non sono stati aggiunti messaggi in questa discussione negli ultimi 120 giorni.
A meno che tu non voglia realmente rispondere, prendi in considerazione l'idea di iniziare un nuova discussione.

Nome:
Email:
Verifica:
Lasciare vuota questa casella:
Cognome del Presidente della Repubblica (minuscolo)?:
Scorciatoie: ALT+S invia msg / ALT+P anteprima