Monsignor X: possibile scomunica dei cattolici tradizionali?

Aperto da Finnegan, 29 Luglio 2023, 03:53:45 PM

Discussione precedente - Discussione successiva

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questa discussione.

Finnegan

Oggi Mons. X pone una domanda cui molti lettori, il sottoscritto sicuramente, non potranno rispondere perché censurati da Marco Tosatti. Risponderanno i debunker in talare per i quali se c'è il bollo papale tutto va bene, anche le unioni civili; i Matti in vena di panteismo gnostico e il partito dei "mistici nascosti" secondo cui il cristiano deve pregare ma soprattutto tacere.
Ecco la domanda di Mons. X:

Lo propongo quale riflessione perché il dibattito sulla "obbedienza" è e sarà fondamentale nel prossimo tempo di pre e post sinodo. L'espressione obbedienza al papa è infatti fonte di innumerevoli dispute di interpretazione riferite a Obbedienza e Verità ecc., che abbiamo letto infinite volte e perciò tralascio.
Il fatto è che la disobbedienza, temo, possa ora comportare persino la scomunica di fatto. In più la disobbedienza è ormai considerata una reazione solo neotradizionalista, che deve perciò  esser estinta. Solo Papa Francesco, vero attuatore del Vaticano II in questo periodo di post globalizzazione fallita, sta attuando il vero processo di Chiesa in uscita (è un abbaglio pensare che Chiesa in uscita significhi uscita dal centro alla periferia).
Chiesa in uscita è "uscita dai paradigmi storico culturali considerati fino a ieri assoluti", ma che sono insostenibili dato il declino dell'influenza della Chiesa sulla civiltà e sulla cultura, dato l'indebolimento delle Istituzioni cattoliche, dato il crollo vocazioni ecc.
Ma senza spiegare le cause di perché tutto ciò sia avvenuto. Poiché "in Curia romana" si ritiene che i tradizionalisti continuino a disobbedire, senza capire il male che fanno alla chiesa, devono esser "eliminati",anche con minaccia della scomunica. Che ne pensano i suoi lettori?
Mons ICS

Non penso che Monsignore ponga la domanda a caso: volteggiano scomuniche sulle teste di chi è ancora cattolico. Tutto quel che posso rispondere è che è mio dovere disobbedire a comandi contro la fede e la morale cattoliche, da chiunque provengano. Ma non sono sicuro che la questione si esaurirà lì e forse sarà considerato eretico assistere alla Messa di sempre, oppure proclamare semplici verità di fede (il Simbolo Niceno è già in via di "abolizione"). I ban dai blog sedicenti conservatori sono già cominciati. Le scomuniche, si vedrà
Sostienici con una donazione: www.coscienzamaschile.com/dona

Riverrun, past Eve and Adam's, from swerve of shore to bend of bay, brings us by a commodius vicus of recirculation back to Howth Castle and Environs

Il Conte di Lautréamont

Sembra una barzelletta: vogliono scomunicare i tradizionalisti gli stessi tizi che vanno a braccetto con chi provoca le guerre e fanno traslocare le bombe atomiche in Italia.

Finnegan

#2
In realtà la domanda non è chiara: cosa significa scomunica "di fatto"? Chi scomunicherebbe chi e per cosa? In mancanza di un atto formale (la cui validità sarebbe tutta da valutare, in circostanze come queste) non me ne potrebbe importare di meno.
Inoltre: perché Mons. X non rivolge queste domande anche ai vescovi tradizionali (Burke, Schneider ecc.)? Non sarebbero anche loro messi di fronte a una "tragica necessità di opzione"? O sarebbero "esentati" dal pronunciarsi, prendendosela come al solito soltanto con i fedeli? Propendo per la seconda ipotesi, basta confrontare questo articolo pesantissimo e tendente al turpiloquio, pubblicato da Tosatti senza alcuna conseguenza: https://www.coscienzamaschile.com/index.php/topic,3621.0.html
Con ben più inoffensivi commenti sulla bontà dell'antico rito cui fanno seguito "cristiani" insulti, "evangeliche" minacce, tirate di debunker in talare, con tanto di improbabili accuse di eresia (pelagianesimo, giansenismo) che fanno sospettare che alle lezioni di teologia invece di studiare, lanciassero aeroplanini di carta.
Secondo l'indirizzo prevalente oggi in certo clero, tutto ciò che ha il "bollo papale" è giusto, anzi infallibile, perfino le unioni civili di cui un sedicente sacerdote ha detto: "Non sono materia di fede :ohmy: [ma lo sono di morale!] per cui il papa può dire quello che vuole"! :shok: Chissà cosa ne pensa Nostro Signore

Prima di essere censurato dall'intrepido Tosatti, avevo scritto della stranezza di vietare la Messa antica ai cattolici tradizionali in regola, e di permetterla ai lefevriani. Poiché Bergoglio non è lì per farci un favore, il gesto lascia presumere una cacciata di fatto dei tradizionalisti dall'ovile, per radunarli dai lefevriani e infine scomunicarli tutti insieme. Forse è a questo che aveva pensato Mons. X?
Sostienici con una donazione: www.coscienzamaschile.com/dona

Riverrun, past Eve and Adam's, from swerve of shore to bend of bay, brings us by a commodius vicus of recirculation back to Howth Castle and Environs

Risposta rapida

Attenzione: non sono stati aggiunti messaggi in questa discussione negli ultimi 120 giorni.
A meno che tu non voglia realmente rispondere, prendi in considerazione l'idea di iniziare un nuova discussione.

Nome:
Email:
Verifica:
Lasciare vuota questa casella:
Cognome del Presidente della Repubblica (minuscolo)?:
Scorciatoie: ALT+S invia msg / ALT+P anteprima